CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Comunicato n° 3

Del 14 ottobre 2020

COMUNICATO N°3 del 14 ottobre 2020
Coordinatore Tecnico Attività Sportiva: Fabio Francesco Pini
 
CHIARIMENTI ED INTERPRETAZIONI DPCM 13/10/2020
Il testo del DPCM emanato in data 13.10.2020 chiarisce la possibilità dello svolgimento delle competizioni sportive organizzate dal CSI rivolte alle associazioni sportive dilettantistiche che rispettano quanto prevede il DPCM stesso.
 
A maggior chiarimento riportiamo quanto prevede il DPCM all’Art1 comma 6 lettera e)
“Le attività ufficiali degli sport di squadra sono consentite da parte delle società professionistiche e, a livello sia agonistico che di base,  dalle associazioni e società dilettantistiche riconosciute dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI), dal Comitato Italiano Paralimpico (CIP) nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni Sportive Nazionali, Discipline Sportive Associate ed Enti di Promozione Sportiva, idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio del settore di riferimento o in settori analoghi.”
 
Ribadiamo che il CSI si è dotato di protocolli ufficiali, approvati e validati dagli organismi preposti, a cui tutte le associazioni sportive dilettantistiche devono uniformarsi ed ottemperare a quanto previsto e prescritto.
 
EMERGENZA COVID
A fronte di continue richiesta di chiarimento in merito, nel rispetto dei protocolli vigenti, richiamiamo nuovamente la procedura da adottare, in ambito sportivo organizzativo, in caso di situazioni correlate a positività riscontrata di tesserati.
 
Gli attuali protocolli vigenti, posti a tutela della salute di tutti i partecipanti, normano in modo rigoroso e preciso le prescrizioni da rispettarsi.
Le gare osserveranno il calendario predisposto dal CSI Milano, lasciando facoltà alle società di non disputare l’incontro per cause inequivocabili e certe, connesse all’emergenza sanitaria: l’incontro non verrà disputato quando la squadra sarà sottoposta a “quarantena e isolamento”, disposto dagli organismi sanitari preposti.
È altresì inteso che, in assenza di disposizioni ed interventi prescritti dagli organismi sanitari preposti, non sarà comunque possibile far svolgere attività agli atleti venuti a contatto, nei 14 giorni precedenti, con un caso di COVID positivo.
Ciò è dovuto al fatto che i tesserati venuti a contatto con caso COVID positivo non potrebbero rilasciare l’autocertificazione prevista che prevede testualmente una specifica dichiarazione
 
“Dichiaro di non aver avuto, negli ultimi 14 giorni, contatti con persone risultate positive al COVID-19, per quanto di mia conoscenza.”
 
Nei casi soprariportati le società dovranno disporre lo “spostamento gara” con una procedura informatica dedicata che prevede quale causale “EMERGENZA COVID” e riportare in apposito spazio descrittivo le motivazioni dettagliate dello spostamento della gara stessa. Tale autodichiarazione avrà a tutti gli effetti valore per eventuali processi connessi ai regolamenti di giustizia sportiva.
Resta sin d’ora inteso che sarà preciso onere del sodalizio richiedente lo spostamento gara avvisare immediatamente la squadra avversaria che non potrà opporre rifiuto per le motivazioni legate all’emergenza COVID-19
Resta invece confermata qualsiasi gara che non rientri nella casistica sopra citata ovvero di singoli casi di tesserati (non assimilabili al concetto di “squadra”), ovviamente non COVID+, posti in precauzionale isolamento da parte delle autorità competenti.
 
GESTIONE SPOGLIATOI e PUBBLICO
Si rimanda nuovamente alla lettura di quanto riportato sul comunicato ufficiale n°2 del 7 ottobre 2020 consultabile al seguente link.
 
AUTOCERTIFICAZIONE
Confermiamo nuovamente che in occasione di ogni competizione ufficiale le società ospitate dovranno esibire regolare autocertificazione per tutti i tesserati ammessi dai singoli regolamenti di ogni disciplina sportiva
Tale dichiarazione può essere resa su moduli prodotti autonomamente dalle singole associazioni sportive purché rispettino quanto previsto dal protocollo CSI e sia conforme ai contenuti del fac-simile rilasciato dal CSI ed allegato ai protocolli pubblicati al seguente link
Ricordiamo che in occasione di gare di competizioni ufficiali promosse ed organizzate sotto l’egida del Centro Sportivo Italiano è necessario osservare e rispettare i protocolli emanati dallo stesso.
Non sono ritenute valide, se il contenuto differisce da quanto prescrive il CSI, altre autocertificazioni riprodotte sulla base di protocolli di altri Enti di Promozione Sportiva o Federazioni Sportive Nazionali.
 
AUTOCERTIFICAZONE PRECOMPILATA
Il CSI rende disponibile a tutte le società un servizio che consente di produrre un’autocertificazione “cumulativa”. Nella sezione del portale di tesseramento, nel riquadro “gestione tesserati” o all’atto della creazione della “distinta on line” è possibile stampare tale modulo di autocertificazione che riporta direttamente i dati degli atleti selezionati.
Tale modulo cumulativo, principalmente utile per squadre di maggiorenni, è l’unico ufficialmente ammesso e sostituisce la stampa delle singole autocertificazioni nominative ed è possibile utilizzarlo sia per gli allenamenti che per le gare ufficiali.
 
COMMISSIONE CALCIO A 11 e AZIENDALE
La commissione, presieduta da Enrico Pozzi e Vice Responsabile Gaetano Neri, riceve le società previo appuntamento il mercoledì mattina presso la sede del CSI Milano.
 
COMMISSIONE CALCIO A 5 e 7
La commissione, presieduta da Andrea Cesati, riceve le società previo appuntamento il martedì sera alle ore 19.00 presso la sede del CSI Milano.
 
FORMALITA’ PRE GARA: RICONOSCIMENTO ATLETI
Ad integrazione di quanto previsto dai protocolli vigenti, con l’intento di aumentare l’attenzione in ambito di prevenzione sanitaria, si consiglia caldamente l’utilizzo della mascherina anche durante le operazioni di riconoscimento tesserati propedeutiche alla gara ed alla presenza del direttore di gara.
 
COPERTURA ARBITRALE
L’attività sportiva di prossimo inizio potrebbe registrare difficoltà nel garantire il pieno e completo servizio arbitrale. Le sezioni arbitrali stanno organizzando le designazioni con l’intento di garantire il miglior servizio per tutte le gare calendarizzate.
Registriamo, come peraltro avviene in ogni associazione sportiva, difficoltà oggettive e correlate al difficile momento che tutti quanti stiamo affrontando.

 

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok