CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Il Csi ha fatto la cosa giusta!

Si è appena conclusa la 16° edizione di Fa’ la cosa giusta!, fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili. Parliamo di un evento che lo scorso anno ha attratto oltre 90.000 visitatori, e che in questo 2019 pare aver bissato l’enorme successo.

Per la seconda volta il Comitato di Milano del CSI era presente, quest’anno con il patrocinio anche del CONI. Per dare un po’ i numeri, ricordiamo che la 3 giorni di fiera, ha coinvolto quest’anno 750 aziende e realtà, divise in 10 sezioni tematiche più 6 spazi speciali, riempiendo i 32mila metri quadri espositivi con stand e 450 incontri culturali. 

In queste cifre da capogiro anche il nostro comitato ha rinnovato il successo del 2018, accogliendo sul proprio campo da gioco, allestito anche per incontri e dibattitti, almeno una decina di momenti significativi di sport e inclusione: dal Karate integrato al Para Takewondo, dal calcio integrato al Baskin, dal Parabadminton al Sitting Volley, dall’ handball alla presentazione del libro di Daniele Cassioli, atleta non vedente pluricampione mondiale di sci nautico; e questo solo per citarne alcuni.

Ma oltre ai nomi di richiamo, è stato ancora una volta interessante e piacevole vedere il coinvolgimento dei visitatori, giovani, bambini e genitori, impegnati a sfidarsi sul nostro campetto come fosse l’Olympiastadion di Berlino nel 2006; o intenti a provare con curiosità e sorrisi, le varie discipline paraolimpiche ­­proposte dai nostri atleti ospiti. Decisamente in linea con lo spirito della fiera, e importante per il messaggio che la parte sportiva vuole giocare in un contesto di “buone pratiche”, è stato il convegno targato CSI: “Facciamo squadra”, ospitato nello spazio della fiera riservato solitamente al Comune di Milano. Qui, sabato 9 marzo, il Presidente Achini ha moderato un incontro nel quale sono stati illustrati i diversi progetti sociali firmati Centro Sportivo Italiano, o nei quali il Comitato è stato una buona spalla, come nel caso della squadra di calcio di Casa Jannacci “El Me Indiriss Ortless 69”, dove giocano ragazzi e uomini senza fissa dimora, per lo più stranieri richiedenti asilo.

A spiegare l’ambizioso e straordinario progetto, erano presenti Massimo Gottardi, Direttore della casa, e Sandra Di Quinzio, Presidentessa della società.

CSI per il Mondo, Baskin, calcio integrato, progetto profughi e progetto carceri, sono stati poi illustrati al pubblico dai rispettivi responsabili: Valentina Piazza, Renato Baroni, Gianluca Meneghini, Lucia Teormino e Giorgia Magni.

Un ringraziamento particolare, inoltre, al consigliere provinciale Giacomo Crippa che ha curato gli aspetti organizzativi circa la presenza del Csi e delle attività presentate alla manifestazione.

Se la prima edizione aveva detto chiaramente come CSI e Terre di Mezzo (organizzatore della Fiera) avessero molto da dirsi in tema di sensibilità affini, la seconda partecipazione ha sancito una verità assoluta: in questo contesto il nostro Comitato può dare molto, e molto può assorbire.

Abbiamo fatto la cosa giusta.

Giorgia Magni


IL CONVEGNO DEL CSI A FA' LA COSA GIUSTA

Il convegno dal titolo “Facciamo squadra: lo sport si mette al servizio” si è tenuto sabato nello spazio del Comune di Milano

Sono intervenuti: Renato Baroni – resp. campionato Baskin; Massimo Gottardi – direttore di casa Jannacci; Sandra di Quinzio – presidentessa della squadra di calcio El me indiriss Ortles 69 (squadra di senzatetto ospiti di casa Jannacci); Lucia Teormino per progetto Sport Inside (Csi) Giorgia Magni per progetto Sport e Carcere (Csi); Valentina Piazza per il progetto “CSI per il Mondo”.

L’obiettivo del convegno era quello di raccogliere e raccontare alcune esperienze capaci di esemplificare le potenzialità dello sport nell’ambito delle politiche sociali. Si è parlato infatti di sport inclusivo, di cooperazione, di pratiche sportive e di integrazione.


 

 
 

IL BASKIN A FA’ LA COSA GIUSTA

Weekend importante per il baskin: sono cominciati i quarti di finale per le squadre che si sono qualificate ai playoff e che dovranno disputare ancora la gara di ritorno per definire in quale dei due campionati, Premiership o Championship, continueranno il loro percorso. 

Intanto l’Ussa Rozzano, squadra nata pochi mesi fa, ha partecipato con una partita dimostrativa a Fà la Cosa Giusta, sul campetto che abbiamo allestito all’interno della fiera. Queste le parole di Antonio, dirigente e giocatore dell’Ussa Rozzano“Volevamo ringraziare il Csi per averci dato la possibilità di partecipare alla giornata odierna in fiera. Avete dato la possibilità di far divertire i nostri ragazzi che, anche se non era una partita ufficiale, hanno dimostrato di essere affiatati e che ci si può divertire con poco. Oggi lo sport ha vinto all’insegna del divertimento. La Ussa Rozzano ringrazia Filppo un ragazzo non vedente, che stava assistendo coi genitori alla dimostrazione e che si è messo in gioco provando l’ebbrezza del Baskin. Oggi il vincitore è stato Filippo, che ci ha regalato emozioni e la dimostrazione che non ci sono limiti di inclusione e di divertimento. Grazie al Baskin per tutto questo e un ringraziamento speciale da parte della Ussa Rozzano a tutti voi del CSI”.

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok