CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

JTC: Aso Cernusco alle finali nazionali

Le gare giocate sul campo del S. Filippo Neri

Partiamo dalla fine: in Toscana per le finali nazionali della Junior Tim Cup, ci va l’ASO Cernusco, e lo fa con merito al termine di una partita che non era iniziata nei migliori dei modi. E ora un passo indietro all’inizio dello splendido pomeriggio di finali che ha visto affrontarsi per primi sul campo del San Filippo Neri, i ragazzi della Robur Barruccana e della Fulgor Sesto. Che dire di una partita finita 3 a 2 allo scadere? È stato un match dove entrambe le squadre hanno dimostrato di meritare la finale.

La Fulgor aveva iniziato benissimo con l’ottima prestazione di Malgeri, autore del goal del vantaggio poi pareggiato per la Robur da una gran punizione di Radice. Un pari che scuote i milanesi e li vede ribaltare il punteggio con un missile da centro campo di Rullo, autore di una prestazione da incorniciare. Ma dall’altra parte non si sta a guardare, e dopo fasi di gioco davvero tese e ricche di ottime giocate ambo le parti, è ancora il guizzo di Malgeri per la Fulgor a dare l’emozione del nuovo pareggio. Quando ormai i rigori si intravvedevano all’orizzonte, ecco la magia del fantasista: il numero 10 della Fulgor, Mastorilli, stoppa al volo la palla accarezzandola con il collo del piede destro, e di prima intenzione esplode un sinistro a incrociare che regala la vittoria ai suoi.

Emozioni forti anche nella finalissima, con i ragazzi del Kolbe che vogliono dare tutto per il loro allenatore, presente insieme a loro nonostante un grave lutto famigliare. Proprio sulla spinta di questa motivazione, nei primi 10 minuti i ragazzi di Ragone sembrano tarantolati: nessuno spazio per le giocate dell’Aso e subito vantaggi con un siluro esploso da capitan Bisognini direttamente dalla difesa. Il resto del primo tempo manda poco a referto, se non diverse splendide parate di entrambi i portieri: Shablakov per il Kolbe e Bernabè per l’ASO, entrambi decisivi con prodezze a sventare goal certi.

Forse per un calo di adrenalina, forse per la stanchezza, nel secondo tempo il Kolbe concede più spazio ai ragazzi di Cernusco, che non ci pensano due volte e iniziano a tessere trame di gioco che strappano applausi a scena aperta, ma soprattutto ribaltano completamente la gara. Su tutti brilla la giovane stella di Peverini, autore di una tripletta magistrale per fattura e potenza. Oltre a lui il tabellino segna un autogoal del Kolbe e un gran goal di Comi. Finisce quindi 5 a 1, forse un risultato inaspettato per come era iniziato il match, e la coppa la alza l’ASO festeggiato da tantissimi tifosi presenti sugli spalti.

Proprio il pubblico di entrambe le formazioni ha recepito il vero spirito della competizione, accompagnando fuori dal campo a suon di applausi il giovane Colombi del Kolbe, in lacrime dopo un infortunio. “Fare una tripletta in finale è un’emozione diversa da tutte le altre - ha detto Pavarini a fine gara - ma quello che conta è che la squadra abbia raggiunto l’obiettivo che si era posta. Ci tenevano tantissimo”.

Ora Milano si tinge di Rosso Blu e tifa Cernusco alle finali nazionali.
 

Giorgia Magni

 

Fotogallery - JTC: finali provinciali 24 marzo 2019
Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok