CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

E' "count down" per l'Olimpiade degli Oratori

Una macchina organizzativa molto complessa: 10 mila pasti da servire, 200 volontari in campo...

Che cosa avete da fare venerdì 30 giugno? Se siete liberi venite alla cerimonia di apertura della prima Olimpiade degli Oratori. Fatevi trovare al parco Experience (area ex Expo) alle 20.30.

Ci saranno 100 oratori, circa 3000 "atleti in gara" di 11 e 12 anni, un palco grande 30 metri e una  vera cerimonia olimpica fatta di festa, sfilate, musica, esibizioni sportive, momenti solenni e tanta emozione.

La cerimonia di apertura è aperta a tutti. Possono venire i genitori dei ragazzi, gli oratori non iscritti alle olimpiadi, gli animatori, insomma tutti quelli che vogliono bene all’oratorio. 

Sarà solo l’inizio. Da quel momento i 3000 ragazzi dei 100 oratori vivranno nel villaggio olimpico che abbiamo allestito dentro Expo (dal 30 giugno al 2 luglio).

Si dormirà in stile GMG con materassino e sacco a pelo all’interno dei "padiglioni di Expo". Ci sarà l’area ristoro con tavolata da 1500 posti per mangiare tutti insieme (in due turni) con gli Alpini ai fornelli e la Protezione Civile impegnata a portare cucine mobili e campo base.

Lungo il decumano un villaggio sportivo immenso. I ragazzi si "sfideranno" in tante discipline: calcio, basket, pallavolo, corsa coi sacchi, atletica (60 metri), dodgeball, biliardino, box, tennis tavolo, freesbee, tiro con l’arco... ciascuna di queste discipline avrà la sua medaglia d’oro, d’argento e di bronzo. Ma non finisce qui. I ragazzi potranno provare anche arrampicata, golf, canottaggio, bocce, free style di calcio, tennis, badminton, arti marziali, ginnastica...

Il tema educativo di fondo sarà quello del "bullismo", con laboratori educativi tenuti dall’Osservatorio nazionale contro il bullismo e dalla Lega calcio Serie A. Ci saranno poi stand con robotica educativa (visori tridimensionali con messaggi educativi), giocoleria, animazione ed altro ancora...

Il sabato sera spettacolo sotto l’albero della vita e un momento di spiritualità.

La domenica finali, premiazioni e a chiudere questa incredibile esperienza, la santa Messa presieduta dal sua eccellenza monsignor Pierantonio Tremolada.

Una macchina organizzativa molto complessa: 10 mila pasti da servire, 200 volontari in campo, 3 giorni e notti di allestimenti, 20 mila bottiglie d’acqua come minimo, 1 km e mezzo di villaggio sportivo. Abbiamo provato a mettere insieme due cose. L’ufficialità di una olimpiade e la gioia dell’oratorio. Saranno 3 giorni indimenticabili. Siamo alla prima edizione e non tutto filerà liscio. Qualche disguido ci sarà e chiediamo scusa in anticipo. Ma l’idea è geniale e vale ogni fatica e sacrificio.

Siamo fortemente convinti che il volto bello dello sport sia l’oratorio. Ecco perché dopo mesi e mesi di campionati serviva il coraggio di chiudere la stagione con una manifestazione che fosse capace di testimoniare la valenza educativa dello sport in oratorio.

La sfida è quella di creare in quelle giornate, al parco Experience, il clima del villaggio olimpico. Ragazzi che vivono insieme. Che si conoscono. Che stringono amicizie. Oratori che si incontrano e che magari si "gemellano ". Partite, sudore, vittorie e sconfitte, ma soprattutto divertimento, gioia, emozioni, festa, valori della vita…

Solo pensare ad una cosa del genere era da "matti". Abbiamo avuto il coraggio di farlo e di andare avanti sfidando ogni difficoltà. Abbiamo coinvolto le istituzioni a partire da Regione Lombardia. Abbiamo coinvolto il Coni e le federazioni (a partire dal presidente Oreste Perri che è una persona di una sensibilità educativa unica). Abbiamo coinvolto Expo. Abbiamo "portato a casa" gli alpini che ci faranno da mangiare, i Carabinieri con la Banda dell’Arma ad aprire la cerimonia di apertura e con l’alzabandiera ogni mattina, la protezione civile per sistemare le cucine. Abbiamo con noi tanti atleti disabili che faranno dimostrazioni e incontreranno i ragazzi. 

Abbiamo aperto le "stecche" di Expo per farle diventare i dormitori dei nostri ragazzi. Abbiamo coinvolto la direzione degli ospedali Sacco e Fatebenefratelli per avere un presidio sanitario permanente e per misurare il diabete a tutti i ragazzi. Abbiamo trovato “San Pellegrino” per avere 20 mila bottigliette d’acqua. Algida per dare a ogni ragazzo maglietta e cappellino. Conad per avere il cibo per i pasti. 

Insomma, un grande gioco di squadra che ha permesso di tenere la quota di iscrizione a 10 euro a ragazzo per 3 giorni (pasti compresi). Era una sfida nella sfida. Olimpiadi davvero aperte a tutti senza mettere l’oratorio nelle condizioni di fare fatica economicamente. 

Aperte le iscrizioni le abbiamo dovute subito chiudere perché i 100 posti a disposizione sono andati "sold out" in 3 giorni. Ora vi aspettiamo venerdì 30 giugno alla cerimonia di apertura. Se volete bene allo sport in oratorio fatevi trovare al parco Experience (ex area Expo).


Massimo Achini

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok