CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Un arbitro per tutte le esigenze

4 Luglio 2014

Il titolo non è scritto a caso, ma sintetizza bene il desiderio prioritario dei nostri arbitri: rispondere, nella maniera migliore, alle tante esigenze delle società sportive. Il ruolo arbitrale subisce spesso vessazioni o viene non sufficientemente valorizzato, tuttavia conserva sempre una posizione centrale nell’evento sportivo. Rappresenta un colonna portante della sfida agonistica e merita grande attenzione. Spesso è lo stesso arbitro a dover superare prove difficili e momenti di grande criticità, nella maggior parte dei casi lo fa senza lamentarsi e assumendosi la responsabilità di decisioni importanti prese in frazioni di secondo. Qualche volta anche la migliore colonna può vacillare, può commettere l’errore (quando da noi ritenuto tale), ma si sforza sempre di svolgere fino in fondo il proprio compito. Un’impresa non sempre facile che attinge forza da una grande motivazione, dalla preparazione in termini regolamentari e dal fatto che avverte di far parte di un gruppo: quello degli arbitri del Csi.  
Tutti i nostri gruppi hanno raggiunto un livello di maturità che ci consente di affermare che “su di loro” possiamo contare. Tutti sono consapevoli dell’importanza di un aggiornamento tecnico costante e continuo e dell’energia sprigionata nel sentirsi parte di una grande famiglia che ad oggi conta (tra calcio, pallavolo, basket, giudici di gara, ecc…) oltre 400 persone. Un numero importante che deve riempire d’orgoglio tutti noi. Sono persone che in gran parte arrivano dalle società sportive e che hanno iniziato la loro esperienza arbitrando le gare dei più piccoli in oratorio. Quattrocento volti, quattrocento cuori che, oltre alla passione per lo sport, testimoniano una sensibilità educativa che li spinge a continuare nel loro impegno per il Centro Sportivo Italiano. A tutti loro darei un premio speciale, nella convinzione comune che “il compito più importante” loro affidato in ogni gara è quello educativo: un compito impegnativo che, però, regala tante soddisfazioni e grandi vittorie. L’arbitro è il primo testimone Csi che ciascun ragazzo incontra. Ogni scelta, ogni comportamento, sono valutati dagli atleti con grande attenzione. A tutti i direttori di gara vorrei ricordare che l’associazione è con loro e che l’esempio e il sorriso di ciascuno può fare molto.

Giuseppe Valori

 

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok