CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Ricominciamo dalle cose semplici

21 Marzo 2014

Ho avuto l’onore e il piacere di ospitare due ragazzi che si sono offerti volontari per la missione in Haiti. Due ragazzi giovani che non provenivano da nostre società sportive, ma da cammini di esperienza diversi e da due diverse regioni d’Italia. Uno aveva raccolto la chiamata da un volantino e l’altro leggendolo su Avvenire. Due ragazzi con due storie diverse, ma con un sogno che era lo stesso: dare una mano a chi ne ha bisogno.
Allora puoi vedere nei loro occhi la bellezza di un sogno positivo e la speranza di poter far parte di quella squadra di giovani volontari che partirà questa estate per Haiti. Non certo per fare una bella vacanza, ma per scoprire quanto possa essere terribile la sofferenza e la povertà, nel tentativo di poter seminare un po’ speranza. Uno dei ragazzi mi raccontava che non conoscendo Milano - e dovendo raggiungere l’oratorio di Cernusco Sul Naviglio (dove si è svolta la prima giornata formativa) - aveva studiato il percorso dei mezzi pubblici, senza tener conto che la metropolitana ha un percorso cittadino che poi diventa extraurbano. Ciò implica al passeggero di essere munito del biglietto idoneo. Di questo si è reso conto quando lo speaker ha annunciato il termine del tratto urbano. Dopo una veloce informazione chiesta al vicino di metropolitana, è sceso immediatamente per acquistare un ulteriore biglietto che consentisse la copertura della tratta rimanente. Forse è banale, anche se a mio avviso non lo è; aver assaporato questo senso di onestà e di rispetto delle regole mi ha emozionato e dato un senso di sicurezza. E di onestà, sicurezza e rispetto delle regole, credo abbia bisogno anche un paese come Haiti (e forse… anche l’Italia). Sono certo che questi educatori saranno i porta bandiera di valori così profondi.
Negli occhi dei circa 60 ragazzi che ho incontrato sabato mattina, ho visto una gioia interiore “di esserci”. In tutti, quella voglia di mettersi in gioco e di voler operare per fare del bene. So perfettamente che ci sono tanti ragazzi come loro nelle nostre case e nelle nostre società sportive, ma è altrettanto bello pensare che questi giovani avranno la possibilità di far diventare questa società migliore di quella che noi siamo riusciti a realizzare. Il nostro compito è seminare… oggi, coincidenza, è il primo giorno di primavera e per ricordarcelo ancora…
Semina, semina
L’importante è seminare.
Un po’… molto... tutto, semina il grano della speranza.
Semina il tuo sorriso
Perché tutto splenda intorno
a te e dentro di te.
Semina la tua energia,
la tua bontà,
la tua voglia di vivere, l’amore. Per combattere
e vincere la tua battaglia.
Semina il tuo coraggio.
Per risollevare quello
degli altri che lo hanno smarrito.
Semina il tuo entusiasmo.
Per infiammare quello
del vicino.
Semina i tuoi slanci generosi,
i tuoi desideri, la tua vita,
la tua fiducia, il tuo Dio.
Semina tutto:
tutto ciò che c’è di bello in te.
Semina le più piccole cose,
i nonnulla; semina tutto.
Semina, semina ed abbi fiducia: ogni granellino arricchirà un piccolo angolo
di terra, un piccolo angolo
di cuore.
(don Ottaviano Menato)

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok