CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Davvero un gran peccato

21 Novembre 2014

Domenica 16 novembre, pensavamo potesse essere una bella giornata per il calcio italiano, ma ci siamo sbagliati. Eravamo convinti che lo fosse per i 400 giovanissimi calciatori delle nostre società sportive (insieme ad altri 4.000 delle scuole calcio) approdati a San Siro, grazie a un accordo stipulato con la Federazione Calcio, e felici di poter assistere a un partita della Nazionale. Più volte ho cercato di mettermi nei panni di uno di questi bambini per provare l’emozione e le attese che un’occasione del genere può provocare.
Immagino quanto ne abbiano parlato a casa, con i compagni di squadra, di scuola e magari persino con l’insegnante preferito. Probabilmente qualcuno avrà avuto difficoltà a prendere sonno il sabato sera, immaginando quanto lo attendeva da lì a poche ore.
La fretta nel voler arrivare per tempo, la soddisfazione di fare il proprio ingresso in uno stadio importante come il Meazza in attesa del fischio dell’arbitro. Ancora emozioni nel vedere comparire in campo giocatori di riferimento del panorama italiano e qualche sogno ad occhi aperti nell’immaginarsi “da grande” un bravo calciatore come quelli in maglia azzurra. Da parte nostra il sogno era similare. Noi immaginavamo uno stadio festante, affollato di famiglie e bambini pronti a esultare ad ogni azione e a sostenere la propria squadra... la squadra di tutti. Avevamo immaginato i nostri dirigenti e allenatori orgogliosi nell’accompagnare i propri ragazzi al di là dei tornelli di San Siro dimostrando che anche il tifo può essere un bel gioco se vengono rispettate tutte le regole. “Avanti ragazzi, oggi, tutti insieme possiamo gridare forza Italia!”. Non saranno mancate mille raccomandazioni: “Niente parolacce, non si appoggiano i piedi sui seggiolini, ognuno deve stare al suo posto e al gol esultiamo tutti insieme!”... magari ripetendo a gran voce la frase beneaugurale del prepartita in oratorio. I fatti accaduti hanno mandato in fumo tutte le nostre attese. E’ stata persa un’altra grande occasione. Gli incidenti nell’incontro Italia - Croazia hanno fatto piazza pulita dei sogni di qualche migliaia di ragazzini e del lavoro educativo portato avanti con fatica da dirigenti e allenatori.
Siamo delusi e amareggiati.
La delusione, tuttavia, non ci impedirà di continuare su un percorso che siamo convinti essere quello giusto. Allora non rimane che dire ai nostri allenatori: “Da domani si ricomincia!". Noi certamente non molliamo. Testimoniare le cose belle e positive per trasmettere nei nostri ragazzi gioia e positività saranno ancora più di ieri il nostro impegno che non può essere scalfito da questi episodi negativi.

Giuseppe Valori

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok