CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Che occasione la 24 ore di idee per lo sport

23 gennaio 2015

Quando mi chiedono cosa distingue il Csi dal resto del mondo sportivo sono sempre indeciso se rispondere con le motivazioni ufficiali (un ente che propone sport mettendo al centro l’uomo e che affida allo sport un ruolo educativo non solo tecnico…) oppure affermare che il Csi è un ente di promozione sportiva composto da persone che sanno realizzare i sogni.
Come presidente del comitato di Milano ho vissuto le fatiche nell’organizzare l’incontro con Papa Francesco, ma soprattutto le preoccupazioni date dalla consapevolezza di realizzare un evento unico che doveva riscuotere una grande partecipazione ed essere all’altezza delle attese. Chi c’era quel giorno può testimoniare l’orgoglio e la soddisfazione di far parte della grande famiglia Csi.
Un nuovo sogno si è palesato il giorno dopo l’incontro in piazza san Pietro ed è nato proprio dalle parole del Santo Padre: parole forti che, come sempre, hanno toccato i nostri cuori. Ci hanno  dato coraggio, ma soprattutto spronato a non fermarci. “E proprio perché siete sportivi - ha affermato Papa Francesco, lo scorso 7 giugno -  vi invito non solo a giocare, come già fate, ma c’è qualcosa di più: a mettervi in gioco nella vita come nello sport. Mettervi in gioco nella ricerca del bene, nella Chiesa e nella società, senza paura, con coraggio ed entusiasmo. Mettervi in gioco con gli altri e con Dio; non accontentarsi di un “pareggio” mediocre, dare il meglio di sé stessi, spendendo la vita per ciò che davvero vale e che dura per sempre. Non accontentarsi di queste vite tiepide, vite “mediocremente pareggiate”: no, no! Andare avanti, cercando la vittoria sempre!”.
E’ proprio da questo impegno che nasce “La 24 ore di idee per lo sport” che stiamo organizzando. Un evento che, già da principio, poneva non poche difficoltà.
Chi avrebbe mai pensato di avere la disponibilità di grandi personaggi dello sport, della politica, della Chiesa e della società per ragionare sul tema dello sport, ma soprattutto su quali azioni mettere in campo per uno sport migliore?
Anche in questo caso il Santo Padre ci ha chiaramente indirizzato sulla giusta strada ponendo il valore dello sport fra le cose importanti per una società civile sana e bella.
“Ricordate sempre queste tre strade - ha ribadito Francesco: la scuola, lo sport e i posti di lavoro. Cercate sempre questo. E io vi assicuro che su questa strada non ci sarà la dipendenza dalla droga, dall’alcool e da tanti altri vizi”.
Non potevamo che invitare quindi tutto il mondo di vertice.
Coloro che hanno la responsabilità nel campo dello sport della società e della Chiesa  si sono resi disponibili a giocare nella stessa squadra, (una sorta di nazionale dello sport) per tentare di realizzare tanti gol e far vincere tutta la società civile e quindi i nostri ragazzi e il nostro futuro.
A loro un grande grazie che arriva dal cuore; a noi il compito di esserci e di far sentire la nostra presenza, la nostra vicinanza, ma soprattutto metterci in gioco per regalare tante idee. Siamo invitati tutti, è nostro compito esserci, è importante la presenza di tutti: atleti, dirigenti, giovani e meno giovani, disposti come sempre a sognare  una nuova e bella società. Nessuno di noi ha scuse. Tutte le società siano impegnate ad esserci. Un’occasione come questa non capita spesso.

Giuseppe Valori

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok