CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Ho un foglio per te

31 agosto

L’idea é semplice. Forse un po’ strana, ma secondo noi vincente.
Ci piace immaginare che funzioni così. All’inizio di un allenamento ogni allenatore consegna ai suoi ragazzi un foglio. Dentro é stampato il calendario televisivo delle gare delle paralimpiadi (scaricabile anche dal sito Csi). Poi, prima di uscire sul campo, fa sedere tutti dentro lo spogliatoio e dice più o meno queste cose: "ragazzi desidero farvi una proposta interessante. Guardate una gara delle paralimpiadi. Scegliete voi quale a seconda dello sport che più vi piace. Magari dovrete stare svegli la notte perché si svolgono in Brasile e il fuso orario è diverso. Ma questo per voi non é un problema. Durante il prossimo allenamento ciascuno racconterà la gara che ha visto e quello che ha pensato e provato. Vi faccio questa proposta perché so che siete ragazzi in gamba...". Aggiungete o modificate quello che volete, voi conoscete i vostri ragazzi. Adesso facciamo insieme un salto nel futuro e immaginiamo cosa accadrà dentro quello stesso spogliatoio. Forse di parole non ne usciranno tante o forse sì. Ci sarà qualcuno a cui le immagini delle paralimpiadi hanno stretto la voce in gola, altri avranno tante emozioni da raccontare. Non sarà difficile per voi spiegare che non si offenderà nessuno (nemmeno Bolt) dei grandi atleti di oggi se pensiamo che i campioni veri siamo quelli lì, quelli che gareggiano a Rio in questi giorni. Non sarà difficile per voi commentare una frase che ho trovato scritta su un muro di una bidonville di Haiti: "credo nell’immenso valore della diversità". Non sarà difficile spiegare che a livello sportivo quei "disabili" sono in realtà doppiamente abili. Non sarà difficile spiegare che il pregiudizio è uno dei mali più terribili della società del nostro tempo. Insomma, un foglio fotocopiato e dato via prima di un allenamento. Un’oretta di televisione guardando una gara paralimpica. Un po’ di sana discussione prima di un altro allenamento. E tutti si ritroveranno cresciuti come ragazzi. L’educazione é fatta così. Ha bisogno di cose semplici e vere. Perdere l’occasione delle gare di "Giusy Versace and company" sarebbe una leggerezza incredibile. Una leggerezza che purtroppo vivranno in molti. Ma non certo voi! E nemmeno i vostri ragazzi se deciderete di dargli quel foglio...

Massimo Achini

 

 

 

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok