CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Soldi per le società sportive

11 luglio

Non vi stiamo prendendo in giro. Ci sono soldi a disposizione delle società sportive.
Adesso sta a voi decidere che cosa fare. Restare comodamente seduti in pantofole oppure diventare "cercatori di funghi" e provare ad andare a trovarli (i soldi) e a prenderli. Tutto nasce dall’iniziativa di Regione Lombardia che - dopo la positiva esperienza degli anni scorsi - ha messo sul piatto un bando per la concessione di contributi per l’attività sportiva ordinaria di 1.550.000 euro.
Di questi un pezzetto (300mila euro) va all’eccellenza, il restante alle società sportive. Buona, anzi ottima cosa! Tuttavia "piccolo grande neo" lo abbiamo trovato. Non si capisce perché oltre 823mila euro sono a disposizione delle società sportive affiliate alle federazioni e soltanto 139mila euro delle società sportive degli enti. Questa "discriminazione all’origine" non ci piace. Non sono le sigle a determinare la qualità di un progetto. Arriverà un giorno nel quale non ci sarà davvero più distinzione tra diritti e doveri delle realtà affiliate alle federazioni o agli enti. Detto questo, resta la grande soddisfazione per la scelta della Regione di rimettere questi soldi sul tavolo a disposizione delle Asd. Se sono pochi o tanti non lo so. Credo più "pochi che tanti".
Da segnalare l’uscita di un secondo bando (scadenza 8 settembre 2016) cofinanziato da Regione Lombardia e Fondazione Cariplo che mette a disposizione delle società sportive ben 1.660.000 euro, tutte le indicazioni per parteciparvi sono consultabili sul nostro sito. Vi è infine un terzo bando indetto dal comune di Milano a favore dell’attività sportiva giovanile per 1.200.000 euro e scadrà il 15 gennaio 2017. Anche in questo caso le indicazioni sono sintetizzate sul sito del Comitato. 
Adesso tocca a voi. Servono società sportive capaci di accettare la sfida. Il periodo non è quello giusto (le società sono praticamente in vacanza) progettare non é facile (per partecipare al bando bisogna avere un progetto). Mi piace però immaginare che ci sia una sorta di invasione di progetti presentati da società Csi.
Non farlo sarebbe un piccolo suicidio perchè vorrebbe dire non approfittare di una bella occasione. Le società sportive sono da tempo con l’acqua alla gola. Parliamo di bilanci di poche migliaia di euro, che chiudono in pareggio solo grazie alla capacità dei dirigenti di fare salti mortali.
Di "soldini pubblici" nelle tasche delle società sportive ne arrivano davvero pochi. Fortunatamente qualche eccezione c’é. Bisogna essere attenti e cogliere al volo queste occasioni.
Massimo Achini

 

 

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok