CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Una conferenza stampa al contrario

Cerchiamo giornalisti "improbabili"

Sappiamo tutti come funziona. Il bene ed il bello del servizio educativo delle nostre società sportive sono destinati a rimanere nell’ombra. Noi non ci arrendiamo. Proviamo a reagire e a percorrere strade impossibili. Ho inviato a tutti i giornalisti una “lettera aperta” per invitarli alla conferenza stampa dedicata alla presentazione della stagione sportiva e alla presentazione della “bellezza” delle nostre società sportive.
Se potete venite alla conferenza stampa del 23 settembre alle 17.00 presso l’Oratorio della Basilica di Sant’Ambrogio a Milano.
Abbiamo bisogno della presenza dei dirigenti delle nostre società sportive. Se potete invitate giornalisti, anche locali, che conoscete voi.
Se potete inventatevi una piccola conferenza stampa per presentare la vostra società sportiva al territorio. Invitate i media locali, le istituzioni del vostro comune. Dobbiamo accendere i riflettori sul buono e sul bello delle società sportive. Questo patrimonio di umanità non può continuare a restare nascosto nell’anonimato.
Sarà dura, ma noi ci proviamo.
Ecco la lettera aperta ai giornalisti:
 
 
Carissimo,
 
Ti scrivo perché cerco giornalisti “improbabili”. Spero tanto che tu lo sia.
Seguimi in un breve ragionamento e tutto ti sarà chiaro.
Ho tanta voglia di invitarti alla conferenza stampa di presentazione della stagione sportiva 2019-2020 del CSI Milano che si terrà:
 
Lunedi 23 settembre alle ore 17.00
presso l’Oratorio di Sant’Ambrogio
Piazza Sant’Ambrogio, 25 - Milano
 
Ho pensato però di mandarti una lettera aperta al posto del classico comunicato stampa perché ho bisogno di condividere con te alcune riflessioni.
Mi trovo in una situazione meravigliosamente scomoda.
Da un lato ho proprio voglia di condividere la bellezza ed il bene educativo che lo sport in Oratorio genera oggi nella Diocesi Ambrosiana.
Lo sport in Oratorio non é in crisi, come a volte si pensa nell’immaginario collettivo. Gode di ottima salute. Non solo, rappresenta uno dei “volti belli dello sport italiano”.
I gruppi sportivi di oratorio sono vere agenzie educative che producono “ bene educativo “ per i ragazzi, per la comunità e per il territorio.
Non siamo quelli a cui non intessa vincere. Semplicemente siamo quelli a cui vincere non basta, o meglio, vincere non può mai essere la cosa più importante. Per noi è un obiettivo modesto, rapportato alla grande sfida di utilizzare lo sport come strumento educativo per i ragazzi e per la comunità.
630 società sportive, 2.100 squadre iscritte, oltre 100 mila tesserati, più di 40 mila partite in una stagione sportiva. Questi numeri fanno del CSI Milano e dello sport in Oratorio una delle realtà più significative dello sport milanese. Sono numeri che producono bellezza, educazione e tonnellate di relazioni umane.
Tenere tutta questa “ bellezza educativa” chiusa in cantina, lontana dai riflettori, nascosta alla gente é davvero una follia ed una scelta da irresponsabili.
 
Dall’altro lato so benissimo come funziona. So che tutto questo non fa notizia. So che il massimo al quale possiamo ambire è un trafiletto nelle ultime pagine o una breve ripesa di qualche secondo. So che in ogni redazione che si rispetti la notizia che 630 realtà basate esclusivamente sul volontario e che fanno giocare 100 mila ragazzi all’ombra del campanile per educarli alla vita è una non notizia.
So che provare ad organizzare una conferenza stampa come questa é da “matti” e che il destino di una iniziativa così é quella di andare semi deserta.
 
Ed allora che cosa devo fare?
Mi arrenderò all’idea che il bene ed il volto bello dello sport devono restare nell’ombra per sempre?
Oppure provare a fare qualcosa, non per manie di visibilità, ma per testimonianza di una realtà che merita di essere raccontata?
 
Scelgo la seconda strada con convinzione e determinazione.
Ecco allora che cerco giornalisti “improbabili” che dicono: “Senti io a quella conferenza stampa ci vado!”
Cerco giornalisti che magari hanno giocato in oratorio, magari ci giocano i loro figli, magari per altri motivi e percorsi della vita conoscono la bellezza di quelle realtà.
 
Voglio essere chiaro. Non mi interessa se e quanto pubblicherai dopo la conferenza stampa.
Mi interessa che tu venga a toccare con mano, a vedere, a conoscere, a renderti conto della bellezza educativa di cui parliamo. Mi interessa incontrarti, conoscerti, sentirti vicino perché abbiamo bisogno di sentire vicino gente come te.
Sarà una conferenza stampa al contrario. I relatori saranno direttamente i dirigenti delle società sportive di Oratorio. Attraverso le loro testimonianze ed esperienze proveremo a viaggiare dentro la stagione sportiva 2019-2020.
 
Racconteremo numeri e aspetti concreti dello sport in Oratorio. 
Da campionati con più di 2000 squadre, ai 39 corsi di formazione fatti ogni anno, dai grandi eventi come il Big Bang dello Sport a Campioni nella Vita.
Ma soprattutto racconteremo storie vissute di società sportive di Oratorio.
Dal gruppo sportivo più grande d’Italia, al gruppo sportivo più piccolo.
Da chi ha portato Milano a vincere un titolo nazionale, a chi é andato a giocare in carcere con le sue squadre.
Da chi ha vissuto allenamenti condivisi con disabili, a chi ha formato squadre di baskin
Da chi manda i suoi dirigenti alla Scuola Dirigenti, a chi porta le sue squadre a servire alla mensa dei poveri.
 
Insomma il 23 settembre all’Oratorio di Sant’Ambrogio ci sarà una sala piena di dirigenti delle società sportive ad accoglierti.
 
Io sogno di poter dire a quei dirigenti: “Ecco vedete anche voi siete importanti. Siete abituati a servire nell’anonimato, questa è la vostra vocazione. Però una volta ogni tanto quello che fate é talmente bello che merita di esser conosciuto e raccontato. Ci sono qui amici giornalisti che sono venuti per voi e per toccare con mano il bello dello sport in Oratorio”.
Forse il mio resterà un sogno.  Forse troverò giornalisti “improbabili” che, nelle loro agende terribilmente complesse, dedicheranno del tempo per venire a stare con lo sport in Oratorio.
Mi auguro di incontrati il prossimo 23 settembre. Sarebbe un regalo grandissimo per migliaia di ragazzi e gente meravigliosa che tiene in piedi piccole società sportive con una passione che é incredibile.
 
Dimenticavo. Abbiamo anche tante novità da presentare tra cui anche la partecipazione di alcuni testimonial dello sport in oratorio, ma ti lascio un pò di sana curiosità.
 
Con infinita gratitudine per l’attenzione
 
Il Presidente
Massimo Achini
 
 
Per conferma ed informazioni sulla conferenza stampa
Claudia Giarratano
Tel 02 58391412

 

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok