CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Il volto bello dello sport

9 aprile 2022

 
C’è un volto dello sport che opera nel silenzio, ma fa tanto rumore: rumore buono, rumore forte, rumore che sa di passione sincera e entusiasmo genuino.
C’è un volto dello sport che non finisce sotto i riflettori, eppure illumina tante vite.
C’è un volto dello sport che spesso è complicato, ma quando scende in campo profuma di semplicità.
 
C’è un volto dello sport che stamattina è qui, di fronte a noi, e che seduto intorno a un tavolo prova ad immaginare il futuro.
 
Sembra facile oggi eh… sembra facile oggi che vediamo uno spiraglio di luce, immaginare il futuro.
Eppure ci lasciamo alle spalle due anni terribilmente complicati.
Due anni in cui sui nostri campetti è ricresciuta persino l’erba, perché per tanti giorni nessuno li ha calpestati.
Due anni in cui gli spogliatoi sono stati troppo spesso silenziosi ed ordinati. E pensare a quante volte abbiamo chiesto ai nostri ragazzi e alle nostre ragazze di “non fare casino”, di “tenere pulito”. a pensarci, anche oggi si fa fatica a sorriderne. Non era quel silenzio che immaginavano, non erano quegli spogliatoi vuoti che avremmo voluto…
E poi le ripartenze, le illusioni, le speranze dei bambini di tornare in campo, di invadere la palestra, di ricominciare a giocare.
E di nuovo gli stop, le chiusure, ancora gli allenamenti a distanza… tutto, pur di non perdere di vista i nostri, i vostri ragazzi.
 
Ci lasciamo alle spalle due anni difficili.
Eppure vedervi qui, oggi, seduti a questi tavoli e pronti a immaginare il futuro, è meraviglioso.
I vostri volti sono QUEL volto dello sport.
Perché non c’è niente da fare, è tutto qui davanti a noi… C’è un volto dello sport che va oltre lo sport.
E noi oggi vogliamo provare a raccontarlo.
 
Le chiamano frettolosamente piccole società sportive di quartiere o d’oratorio, in realtà sono vere agenzie educative. Sono un come un grande laboratorio: di vita, di passione, di sudore e di fatica. Di sacrifici e di tempo regalato, di divertimento e di agonismo a volte anche sfrenato.
Queste maglie, questi colori davanti ai nostri occhi, sono la testimonianza di un mondo che è ancora fatto di valori.
Qui non si fabbricano illusioni, ma si insegnano la vittoria e la sconfitta, si sperimentano le delusioni e le emozioni.
Qui si fa fatica, ma tutti insieme.
Qui ci si sbuccia le ginocchia. Qui ci si rialza perché la cosa importante è non mollare.
Qui si ride e - qualche volta - si piange. Qui si cresce.
Qui non si cercano i campioni di domani, ma si fanno crescere gli uomini e le donne di domani.
 
Qui dentro, lo sappiamo, si respira una bellezza impossibile da spiegare.
Solo se ci hai giocato, se le hai conosciute davvero, allora puoi capire.
 
È la vostra Bellezza.
È la bellezza di uno spogliatoio, spesso troppo piccolo e un po' conciato, dove allenamento dopo allenamento, partita dopo partita, nascono amicizie che diventano “per la vita”.
È la bellezza di un popolo di volontari, di mister e dirigenti, di mamme e di papà, di guardalinee e segretari.
È la bellezza di un mondo che non si divide in titolari e panchinari, ma si fa carico di portare tutti, tutti quanti, a “fine campionato”.
Perché lo sport, come la vita, ti insegna che nulla è scontato.
 
E in questi piccoli mondi di sport e di vita, in queste realtà così difficili da raccontare e così belle da respirare, ciò che fa la differenza siete ancora e sempre Voi.
 
Sono le vostre storie, e quante in questa sala… che raccontarle tutte sarebbe un’impresa.
C’è chi senza i suoi ragazzi non sa stare, chi scappa dalla moglie per andare ad allenare e chi torna tardi la sera perché “C’era la riunione!”.
C’è chi pensa che forse mancano le forze, che serve un ricambio e che il direttivo sta invecchiando.
C’è chi si lamenta che “Insomma, siamo sempre gli stessi”, ma alla fine non rinuncia perché ciò che conta è andare avanti.
C’è chi ha speso una vita su quei campetti sgangherati, e c’è chi è appena arrivato ma se né già innamorato.
C’è chi fa il presidente “ormai da troppi anni” e chi vorrebbe mollare, ma non lo fa mai… perché quel campo, quella palestra, quegli spogliatoi, alla fine sono un po' la sua vita.
 
Sono le Vostre storie, i vostri percorsi, le vostre società: tutte diverse eppure così simili, tutte uniche eppure accomunate da un unico obiettivo: educare, con lo sport, alla vita ed al futuro.
 
Guardandovi da qui stamattina è tutto un po' più chiaro. 
Siete voi, l’anima di tutto.
Siete voi, il volto bello dello sport.
Siete quei campetti d’oratorio e di quartiere anonimi e a volte sgangherati.
Siete quelle palestre fredde perché “Ci hanno spento il riscaldamento.”
Siete le buche e l’erba che manca, “Perché non piove da un po'”.
Siete quelle porte da sistemare perché “C’è un buco nella rete!”.
Siete le righe dal campo da rifare perché “Le abbiamo appena tracciate e si sono già cancellate”.
Siete quegli spogliatoi da pulire perché “Chi è entrato con le scarpe sporche??”
Siete la segreteria ancora chiusa, perché “Arrivo diretto dal lavoro!”
Siete le riunioni che finiscono la sera tardi, perché “Ci sono le squadre da iscrivere e ci mancano i mister”.
Siete la settimana prima delle finali, perché “Dai ragazzi che quest’anno ce la facciamo!”
 
Siete gli allenamenti da incastrare, la distinta da compilare, la convocazione da inviare, il materiale da comprare, i green pass da controllare, le maglie da lavare, la rete da abbassare, le porte da spostare, i palloni da gonfiare, la gara da rinviare, i genitori da avvisare...
 
Siete Voi, proprio Voi, quel volto dello sport che oggi vogliamo celebrare.
 
 
 
Puntozero Teatro
Eventi, Attività, News