CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Osate e ragionate in grande, lo richiede il tempo che stiamo vivendo

20 giugno 2022

 

C’è grande attesa per la nuova programmazione sportiva, ma mercoledì alzeremo il sipario e dal sito sarà consultabile tutto il programma 2022-2023: date per iscriversi, date di partenza dei campionati per categoria e ovviamente per disciplina, formule, novità, regolamenti. Ma non è tutto.­ Il 29 giugno abbiamo pensato ad una serata di presentazione via zoom alle ore 21.00 per entrare dentro le principali novità, e affrontare tutti quei temi che una società sportiva ha bisogno di chiarire prima di partire.

Il Consiglio Provinciale ha lavorato domenica in una seduta mattutina di quattro ore per licenziare la programmazione della prossima stagione sportiva affinché da subito ogni società possa programmare la propria attività. Vi chiediamo di farlo in modo coraggioso. Quell’idea del fare una squadra in più rispetto alle squadre che avevate nel 2019 è importante non certo solo per un banale numero di iscritti, ma perché dopo la pandemia e sapendo in che situazione complessa vivono i nostri ragazzi e ragazze, non si tratta più solo di accoglierli e accoglierle, ma di andare proprio a riprenderli e riprenderle nei quartieri, nel proprio comune, sul territorio. Ci sono giovani che non verranno a chiedere certo di poter giocare, per come stanno affrontando questo periodo così complesso, ma che hanno terribilmente bisogno di incontrare nella loro vita una realtà come la vostra. Ci piace pensar a società sportive capaci di ragionare oltre… oltre ogni fatica, oltre ogni convenienza, oltre ogni prudenza. Società sportive capaci di “complicarsi” la vita per andare a intercettare più ragazzi e ragazze possibili per non lasciarli da soli. Società sportive che sperimentano squadre in più anche quando farlo diventa complicato, perché magari non lo si è mai fatto prima, perché non ci sono le strutture o è sconveniente per mille altre ragioni. Indubbiamente arriviamo tutti da una stagione dove la fatica si è fatta sentire e si è fatta sentire tanto. Arriviamo tutti da una stagione dove a “scarseggiare” non sono tanto i ragazzi e le ragazze quanto gli allenatori e i volontari. Si avverte una fatica in più nel trovare adulti che si mettano al servizio dei ragazzi, ed è un dato oggettivo che si registra nel 90% delle società sportive.

Ecco perché serve davvero coraggio, al termine di una stagione così, per pensare in grande (una squadra in più) e non in piccolo (magari due squadre in meno). Serve anche a questo darvi ora tra le mani uno strumento concreto come la programmazione della stagione. Conosciamo tutti delle verità semplici ma concrete: gli oratori oggi sono “vivaci” quando c’è una società sportiva viva e propositiva, altrimenti a volte rischiano di esser un po’ deserti. I ragazzi e le ragazze hanno bisogno di noi per uscire da un isolamento vissuto nella pandemia che ha lasciato ferite più grandi di quelle che immaginiamo. Insomma, costerà fatica ma viviamo un tempo nel quale non possiamo tirarci indietro o scegliere zone di confort. Siamo chiamati a stare in frontiera e a fare di tutto per accogliere tutti. Ecco allora che, quando nelle prossime settimane convocherete il direttivo per le proposte sportive della prossima stagione, osate e ragionate in grande. Lo richiede il tempo che stiamo vivendo

Eventi, Attività, News