CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Invictus - il volto sportivo di Nelson Mandela

Anche lo sport ha sconfitto l'apartheid

Il lungometraggio è stato girato qualche anno fa, ma ci sembra opportuno riproporlo per rendere omaggio a Nelson Mandela che, oltre da essere stato paladino dei diritti umani e leader nella lotta contro l’apartheid, è stato anche un appassionato sportivo. Il film è tratto del romanzo Ama il tuo nemico (Playing the Enemy: Nelson Mandela and the Game that Made a Nation) di John Carlin ed si ispira a fatti realmente accaduti. La vicenda di dipana attorno agli eventi che ebbero luogo in occasione della Coppa del Mondo di rugby del 1995, tenutasi in Sudafrica.  Proprio Mandela, interpretato da Morgan Freeman, è fra i protagonisti del film, insieme al capitano della nazionale di rugby (gli Springboks), François Pienaar (Matt Damon). La storia raccontata nel lungometraggio è ambientata in Sudafrica, nel periodo successivo alla caduta dell'apartheid e all'insediamento di Nelson Mandela come presidente. Appena entrato in carica, Mandela si pone l'obiettivo di riappacificare la popolazione del paese, ancora divisa dall'odio fra i neri e i bianchi afrikaner. Simbolo di questa spaccatura diventa la nazionale di rugby degli Springboks, simbolo dell'orgoglio afrikaner e detestata dai neri, che proprio in seguito alla caduta del regime dell'apartheid viene riammessa nelle competizioni internazionali dopo un boicottaggio di circa un decennio. In vista della Coppa del Mondo del 1995, ospitata proprio dal Sudafrica, Mandela si interessa delle sorti della squadra, con la speranza che una eventuale vittoria contribuisca a rafforzare l'orgoglio nazionale e lo spirito di unità del paese. In particolare, entra in contatto con il capitano François Pienaar, facendogli capire l'importanza politica della incombente competizione sportiva. Questa frequentazione fra Pienaar e Mandela dà inizio a una serie di eventi che rafforzano il morale degli Springboks (reduci da un lungo periodo di sconfitte) e li conducono fino a una insperata vittoria in finale contro i temibili All Blacks. Il successo della nazionale diventa simbolo della grandezza della neonata "Rainbow Nation". La vittoria degli Springboks ha significato molto per il Sudafrica perché ha riavvicinato la popolazione nera con la popolazione bianca. La pellicola è stata distribuita nelle sale cinematografiche italiane nel 2010. Molte sono le nomination che il film si è guadagnato sia per il Oscar che per il Golden Globe.  È stato inserito tra i dieci migliori film al National Board of Review Awards che ha proclamato Clint Eastwood migliore regista e Morgan Freeman miglior attore protagonista.

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok