CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Torna in campo il Progetto Tukiki

Sabato 15 ottobre, un "open day" presso il Cs Tennis Calcetto Barona di Milano

Nome più appropriato non avrebbero potuto individuare le battagliere ragazze del calcio femminile milanese: la dea Minerva rappresenta la determinazione e la lealtà che le guida in campo, ma che si trasforma in comprensione, dolcezza e solidarietà verso i ragazzi del Progetto Tukiki, rivolto ai disabili cognitivi, che giunge al traguardo del primo anno di vita.

Le ragazze di Minerva Milano, in particolare Camilla Meroni e Federica Cappella, interpretando nel modo migliore l'abbozzato progetto della nuova dirigenza di dare un aiuto a chi è meno fortunato, inserendolo nella vita "normale", l'hanno reso concreto, conseguendo importanti traguardi con il Progetto Tukiki: oltre al premio del Comune di Milano, quale migliore iniziativa sportiva legata alla disabilità, hanno raggiunto una decina di iscrizioni ed altre associazioni sportive milanesi hanno richiesto il loro intervento per replicare lo stesso progetto.

Per questo il giorno 15 ottobre, dalle ore 10.00 alle ore 12.00, presso il Centro Sportivo Tennis Calcetto Barona, in Milano, Via Ovada 22 (zona Famagosta), ci sarà la grande novità.

A distanza di un anno dall’inizio delle attività nel centro sportivo Dindelli, si terrà il primo open day dove Minerva Milano e Tukiki, con le loro ragazze ed i loro ragazzi, ringrazieranno tutti i milanesi che hanno creduto in loro per avergli dato la possibilità di aprire le porte a tutti anche dall’altra parte di Milano rispetto alla prima sede, in una giornata dove sport e divertimento saranno i protagonisti assoluti; nello stesso tempo, si parlerà delle nuove idee e dei nuovi progetti di questa Società e delle sue ragazze, che non si fermano mai e guardano al futuro con ottimismo e voglia di realizzare ancora nuove iniziative.

Appuntamento al Centro Sportivo Tennis Calcetto Barona, il 15 ottobre, per toccare con mano che volontà ed entusiasmo riescono a realizzare nuove idee e progetti per vivere meglio.

Ecco le testimonianze di alcuni genitori che hanno conosciuto (insieme ai propri figli) il progetto Tukiki

Giulia, mamma di Eugenio:

"Tukiki, un “sorriso” scoperto per caso. Una squadra di calcio per disabili. Il calcio la Passione (con la P maiuscola) di mio figlio, disabile psichico. Comincia una nuova avventura. All’inizio erano in 2, la settimana dopo in 3 e poi sono arrivati in tanti. Il “nostro gruppo”, come lo chiama Eugenio. Siamo un “gruppo, come la Nazionale italiana agli Europei”. Camilla e Federica, le allenatrici, hanno sempre il sorriso sulle labbra. Sorridono dall’inizio alla fine dell’allenamento, sono una vera carica di energia positiva. Energia positiva sia per i ragazzi sia per noi genitori, che passiamo parte della nostra vita a cercare di migliorare e integrare i nostri figli in questa difficile società. I disabili solo psichici non sono sempre “visibili”, e spesso è difficili coinvolgerli in attività sia sportive, sia di vita quotidiana. Questo è un grosso problema. Problema che, in parte, abbiamo superato con il Tukiki. La luce che brilla negli occhi di mio figlio (che non è capace di riconoscere e condividere le emozioni) quando parla della “sua squadra” è il regalo più bello che il “sorriso del Tukiki” ha fatto a lui e a noi genitori. Federica, Camilla, l’avvocato Fabio, la Babu e tutti i volontari che circondano questi ragazzi sono delle persone speciali a cui va il nostro ringraziamento con tutto il cuore. Speriamo che questa bellissima esperienza sia condivisa da altre persone sensibili, che altre squadre di calcio possano nascere e fare felici altri ragazzi".


Simona, mamma di Samuele:

"Siamo Felici di aver fatto parte fin da subito del Progetto Tukiki che ha dimostrato coi fatti che l'attività motoria e sportiva integrata non è solo un sogno di noi famiglie con ragazzi speciali, ma finalmente un traguardo possibile e reale. Grazie alla volontà e alla tenacia di queste ragazze straordinarie".

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok