CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

KO Artademia. Tornano al successo Virtus e Aso

La Baggese aggancia gli Warriors. Filarete e S. Giorgio ancora appaiate

Settima giornata che si apre con lo scontro al vertice tra Filarete (reduce dalla sconfitta contro la Cinisellese) e Artademia Football Club (forte di quattro vittorie consecutive). Nel primo tempo la partita è vivace e combattuta e in pochi minuti succede di tutto. Prima i locali vanno in vantaggio, poi Mercuri ristabilisce la parità, quindi è ancora la squadra di casa a trovare il gol, andando a riposo sul 2-1. Nel secondo tempo ci si aspettano ancora emozioni ed equilibrio, ma l’Artademia non entra in campo e la contesa viene subito chiusa con la rete del 3-1. Non passa molto che, su rigore, è servito anche il poker. Risultato pesante, che forse per quanto visto nel primo tempo penalizza troppo severamente gli arancioneri, costretti ad uscire a mani vuote dal big match.

Continua il momento di grazia del S. Giorgio Dergano, che batte per 3-1 la Cinisellese nonostante le grosse difficoltà in avvio. Sono infatti gli ospiti a passare subito in vantaggio, concretizzando la grande mole di gioco proposta fino a quel momento. I padroni di casa però non ci stanno e agguantano il pari con Ronchi, che prima si procura un calcio di rigore e poi lo trasforma con freddezza. In avvio di ripresa, la sfida cambia quando l’allenatore della Cinisellese deve fare a meno in un colpo solo del duo centrale difensivo - portiere, usciti per infortunio dopo un violento scontro. Il Dergano prende campo e coraggio, ma per sbloccare il punteggio ha bisogno di una giocata individuale che rompa l’equilibrio. La trova Buttai, che con una punizione da 35 metri toglie le ragnatele dall’incrocio dei pali. I blaugrana non hanno la forza per reagire e allo scadere subiscono da Buffa il 3-1 che chiude i conti.

Partita dai due volti tra Virtus Opm e Osm Assago. La prima frazione è tutta dei granata, che dominano in lungo e in largo e si portano sullo 0-2. 

Poco prima dell’intervallo, capitan Bianchi e compagni hanno dagli undici metri l'occasione per chiudere l’incontro, ma il rigore viene spedito alto sopra la traversa. L’errore si rivela pesantissimo, perché la ripresa è tutta un’altra storia. La Virtus rientra dagli spogliatoi vogliosa di rimontare e l’Assago sparisce dal campo. Nel giro di pochi minuti la punizione di Fiorentini e il gol di Pavesi fanno 2-2 e rendono il finale incandescente. A decidere le sorti della sfida è un altro penalty, questa volta per i gialloverdi, che viene trasformato da La Falce e concretizza una rimonta tanto bella quanto insperata.

Tra Baggese e Up settimo è stata una vera e propria battaglia, conclusasi sul risultato di 2-1. Le squadre hanno dato tutto e al triplice fischio sono uscite dal campo stremate. Il primo tempo si chiude sull’1-1 in seguito alle reti di Gariboldi e Cagnano. Nei secondi 35’, i rossoblu, molto rimaneggiati, cercano in tutti i modi di preservare almeno il pareggio, ma vengono beffati nel finale da Isaia Giuliano, che regala tre punti fondamentali alla Baggese.

Chiudiamo con la gara tra Warriors Utd e Aso Cernusco. Gli ospiti superano i Guerrieri con un gol per tempo degli ospiti battono i guerrieri e tornano a muovere la classifica dopo due ko consecutivi. Protagonista assoluto del match Cellana, autore della doppietta decisiva. Per i locali, tanto rammarico per le diverse occasioni sprecate, ma anche la consapevolezza che probabilmente si sia trattata solo della classica giornata no.

di Stefano Baldan

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok