CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Triplo Ruffinotti e il S. Rocco va. Ora testa al derby!

Pogliani piega il 2008 Lazzaretto. Secondo tempo fatale per il San Pio X

In questa 11ª giornata pesa il fattore campo, con cinque vittorie casalinghe su cinque gare disputate. Il risultato ottenuto davanti al proprio pubblico è però l’unico fattore che accomuna le squadre protagoniste del weekend, perché per il resto ogni successo ha avuto un significato molto diverso a seconda dei casi.

Cominciamo dalla capolista, per cui il bottino pieno vuol dire conservare il vantaggio sulle inseguitrici. Il 7-2 contro il S. Pio X fa pensare ad una partita a senso unico, ma almeno per metà della sfida così non è stato. I biancoverdi, infatti, disputano una prima frazione di alto livello e vanno al riposo sotto 2-1 a causa degli unici due tiri concessi agli avversari. Nella ripresa, però, si assiste ad un altro match: come accaduto nelle ultime uscite, il S. Pio spegne completamente la luce e la Polis, con qualità ed esperienza, ne approfitta portandosi sul 5-2. A 5’ dalla fine mister Barzaghi tenta il tutto per tutto e schiera quattro attaccanti, ma i gialloblu segnano le reti del 6-2 e del 7-2 e chiudono i conti.

Tre punti che significano rimanere in scia per l’Oratorio Cesate, che tra le mura amiche schianta il Paina per 5-1. Nei primi 10’ le due compagini si studiano; il pallino del gioco è nelle mani degli ospiti, che però faticano a rendersi pericolosi. I padroni di casa con pazienza trovano il giusto assetto e alla prima occasione utile sbloccano l’incontro: calcio d’angolo battuto veloce da Carugati, Abamadiane riceve a centro area e fredda il portiere per l’1-0. Il vantaggio carica i locali, che con Zanellato hanno subito l’opportunità per raddoppiare, ma sprecano. Gol sbagliato - gol subito e il Paina pareggia con una perla di Cordaro, che da centrocampo toglie le ragnatele dall’incrocio. I ragazzi di mister Radice non si scompongono e poco prima dell’intervallo tornano avanti con Soldati, che finalizza uno schema su corner appoggiando in porta il secondo assist di giornata di Carugati. Nella seconda frazione l’Oratorio Cesate rientra in campo deciso a chiudere la pratica e realizza subito il 3-1 con Carugati, che trova la meritata gioia personale. Gli ospiti hanno la chance per accorciare le distanze, ma Virgallito è bravo ad opporsi e da lì in poi non c’è più storia. Zanellato e compagni stanno bene fisicamente, sono in fiducia e sfruttano il calo degli avversari per arrotondare il punteggio. Abamadiane duetta con Zanellato e fa 4-1; Telesca, messo davanti al portiere da Catalano, non sbaglia e fa cinquina.  

Vittoria per risalire quella del S. Rocco, che centra il secondo successo consecutivo e si tira momentaneamente fuori dalla zona playout. Contro la Virtus MI, la squadra di Seregno parte a rilento; gli ospiti ne approfittano e creano diverse palle gol per andare sullo 0-1, ma un po’ per imprecisione e un po’ per la prestazione super del numero uno Fornoni non trovano la via della rete. Ci riesce finalmente capitan Lomacci, ma dopo una manciata di secondi il diagonale di bomber Ruffinotti vale l’1-1 e sblocca il S. Rocco, che comincia a macinare gioco. Nel secondo tempo, i locali vengono prima salvati dal proprio estremo difensore e poi prendono il sopravvento. Sugli scudi, tanto per cambiare, Ruffinotti: il numero 11 gialloblu insacca di testa il pallone del 2-1 e devia in porta un tiro di Mandolaro per il 3-1. Negli ultimi minuti la Virtus si getta in attacco, ma va a sbattere contro saracinesca Fornoni e incassa in contropiede il 4-1 di Gatto.

Bottino pieno per uscire dalla crisi quello della Robur, che nelle ultime cinque partite ne aveva vinta una sola. La formazione di Baruccana inizia col piede sull’acceleratore: produce occasioni a ripetizione, sbaglia un rigore e si vede annullare un gol. L’1-0 è solo questione di tempo e porta la firma di Guenzati, che incorna su rimessa laterale. Il Lazzaretto non sta a guardare e acciuffa il pareggio con Labanca, rimettendo tutto in discussione. L’1-1 disunisce i padroni di casa, che si fanno prendere dalla frenesia e cercano di risolvere la sfida con giocate estemporanee. A 10’ dal termine, la gara viene risolta dalla pregevole girata al volo di Pogliani, che regala ai suoi tre punti che fanno morale e classifica. 

Chiudiamo con lo Scassano, la cui vittoria ne conferma il periodo positivo e certifica la crisi del Baranzate, alla quarta sconfitta consecutiva. La squadra di Cassano d’Adda entra in campo molto determinata e va subito avanti 2-0 grazie a Domenico Berardi e Caldarola. I gialloblu non ci stanno e impattano il match con Errico e Mazzurco, ma quando sono ormai convinti di andare al riposo sul 2-2 incassano il 3-2 di Burni. La rete ha un peso psicologico enorme e segna le sorti dell’incontro. La ripresa è infatti un monologo: Rizza sigla il 4-2 e Burni ne fa altri due e si porta a casa il pallone. Serve solo per le statistiche l’ottavo centro in campionato di Mazzurco. 

di Luca Pellegrini

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok