CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Clamoroso a Cesano Maderno: cade il Castelletto!

Prima sconfitta anche per la Polis, che prima incanta e poi stacca la spina

Quasi tutti i pronostici ribaltati e una classifica che si fa incredibilmente corta: questo il riassunto della 9ª giornata del Girone C.

Il risultato che fa più clamore è con tutta probabilità quello maturato tra Pob - Binzago e Odb Castelletto. I gialloneri, che in cinque partite avevano ottenuto quattro vittorie e un pareggio, crollano a Cesano Maderno per 6-4. L’avvio è tutto dei padroni di casa, che dimostrano più determinazione e si portano subito sul 3-0, mentre gli ospiti pagano un atteggiamento completamente sbagliato e anche un po’ di sfortuna. L’Odb accorcia con Benvenuti, ma è un lampo nella notte fonda, perché la Pob ne fa immediatamente altri tre. Poco prima dell’intervallo è ancora Benvenuti a trovare la via della rete per il 6-2. Nella ripresa la formazione di Senago rientra con più voglia, ma Forleo e Morales vanno a segno quando ormai non c’è più tempo per recuperare.

L’altro risultato inaspettato è quello con cui la Kolbe si impone tra le mura dell’imbattuta Polis Senago. L’andamento della sfida è a dir poco inspiegabile. Nella prima frazione in campo ci sono solo i gialloblu, che offrono una prestazione impeccabile e vanno al riposo sull’1-4 grazie alle marcature di Cappellari (doppietta), Mastropietro e Cerioli. I secondi 25’ si aprono con l’1-5 firmato ancora da Mastropietro che sembra certificare il dominio visto fino a quel momento, ma che è invece il preludio ad una rimonta pazzesca. La Kolbe infatti fa qualche cambio, alza il baricentro e mette la grinta che le era mancata, sfornando una reazione incontenibile. Al triplice fischio il punteggio dirà 9-5. Partecipano al festival del gol Lorusso (tripletta), Cimino (doppietta), Ogliari (doppietta), Dalla Torre e Agnoletti.

Perde anche il Cgf Gardening, che in casa del S. Giovanni XXIII Bussero capitola 6-3. Per la formazione di mister Cassotti la sconfitta è frutto di una prova sotto tono, soprattutto se paragonata alla voglia di vincere e alla convinzione dimostrata dagli avversari, che conquistano un successo più che meritato.

Non si ferma, ma rallenta comunque la propria corsa e spreca un’ottima occasione per fare punti l’Osl 2015 Sesto, che impatta 2-2 contro l’Oratorio Giovi. I locali vanno in vantaggio 2-0 con due grandi conclusioni da fuori di D’Amato, ma sul finire del primo tempo Girardi realizza il 2-1. Nella seconda frazione, mentre i ragazzi di Limbiate mostrano un’ottima circolazione di palla e attaccano a testa bassa alla ricerca del pari, il Sesto abbassa i ritmi e subisce inevitabilmente il 2-2. Nel recupero i Giovi hanno anche la chance per il 2-3, ma un miracolo di Savina nega loro il successo.

Centra la terza vittoria nelle ultime tre partite l’Sds Arcobaleno, che supera 2-0 il Cea al termine di un incontro molto equilibrato. Decisivi i sigilli di capitan Morreale e di Motta, entrambi nella prima metà di gara. Per gli ospiti il rimpianto è quello di aver sprecato molte occasioni e di aver colpito una traversa quando il punteggio era ancora sullo 0-0. 

Chi non tradisce le aspettative è il Rogoredo 84, che contro il Gorla continua la propria marcia e rimane l’unica squadra a 0 sconfitte. A partire meglio sono tuttavia i gialloneri, che vanno avanti con Tassinari e disputano un primo tempo di alto livello. La capolista, però, non si scompone e con Damiano e Agostino ribalta il match. Pugliese e compagni, a causa del contraccolpo e delle energie spese nei primi 25’, non hanno la forza di reagire e nel finale subiscono anche il 3-1 (secondo timbro di Damiano) e il 4-1 (Gambardella). 

Chiudiamo con il pareggio pirotecnico tra Settimo Calcio Vighignolo e Nuova Junior Vis Platinum. I padroni di casa partono col piede sull'acceleratore e si portano subito sul 2-0 grazie a Di Stefano e Mammì. La squadra di Biassono non perde la testa, si rifà sotto con un gioiello di Spinelli e dopo una manciata di secondi sigla il 2-2 con Frison. Poco prima che le compagini rientrino negli spogliatoi, Mammì dagli undici metri rimette avanti i suoi. Ad inizio ripresa, rapido botta e risposta di gol: Mammì fa tripletta, Frison trova il secondo centro personale e accorcia, Pinzetta reindirizza la contesa dalla parte del Settimo. La Nuova Junior Vis barcolla, ma con orgoglio e determinazione segna il 5-4 (terzo sigillo di Frison) e riapre tutto. Trunce su punizione avrebbe il colpo del ko, ma la sua conclusione si stampa sulla traversa. Gli avversari, invece, sono spietati e su calcio piazzato fanno 5-5 con Pastore. Nel finale ci sono alcune nitide occasioni da ambo le parti, ma il risultato non cambia più.

di Luca Pellegrini

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok