CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Squillo Lazzate: Ascot piegata in rimonta al 5° set!

Sesto tiebreak per Zeronove. Quarto ko consecutivo per la Colombara

Nella 1ª giornata di ritorno del massimo campionato di pallavolo femminile, il S. Stefano fa capire alle altre formazioni che ambiscono al titolo che non è disposto a mollare un centimetro pur di riconfermarsi campione. Reduce da due tiebreak, la squadra di Mediglia ha la meglio in poco più di un’ora del G.XXIII. Il match non è mai in discussioni e coach Dioli può approfittarne per usare tutto il roster, ottenendo sempre lo stesso risultato in termini di intensità e qualità di gioco. In particolare, si rivelano determinanti i break in battuta, che giocano un ruolo decisivo sia sul punteggio che a livello psicologico. Alla formazione di casa, nonostante la sconfitta sia arrivata contro una corazzata, resta un po’ di rammarico per qualche errore di troppo e per non essere riuscita a sfruttare l’ampia rotazione delle avversarie.

Ricco di emozioni, invece, l’incontro tra S. Valeria e Colombara. Le locali partono subito forte, vincendo 25-10 il primo set e non lasciando alle biancorosse la possibilità di entrare in partita. Nel secondo parziale le ragazze di Via Giovanni della Casa reagiscono, si impongono ai vantaggi e riportano la contesa in equilibrio. Nel terzo e nel quarto set, però, il S. Valeria riprende il controllo della gara, creando a partire dalla battuta diversi problemi al reparto di ricezione avversario. La compagine di Seregno conquista così 3 punti che fanno morale in vista della difficilissima sfida contro le campionesse in carica. Per la Colombara, invece, si tratta del 4° ko consecutivo e la classifica, nonostante rimanga molto corta, inizia a risentirne. 

Ennesimo tiebreak (il 6° della stagione) per Zeronove, che vince 3-2 contro il S. Marco Cologno. Dopo un primo set giocato in modo impeccabile in ogni fondamentale, le padrone di casa calano e le ospiti, trascinate dal proprio reparto d’attacco, riportano l’incontro in parità. Il terzo parziale è ancora a favore del S. Marco, che soffre in avvio, ma recupera 6 lunghezze di svantaggio e, complici anche le avversarie molto fallose, realizza il sorpasso. Nel quarto e quinto set le ragazze di Cologno Monzese staccano la spina e Zeronove si ridesta, tornando a viaggiare sulle sue solite percentuali sia in attacco che in difesa e strappando il successo. 

Successo anche per il Millenium Bug .Mug, che con un po’ di sofferenza ha la meglio sul Vittorini. Le biancoblu giocano una buona gara, ad eccezione del passaggio a vuoto nel secondo parziale, perso nettamente. La panchina corta influisce sicuramente sulla prestazione della squadra di Via Carriera, che però dovrà abituarsi a far fronte a questa situazione, dato che probabilmente perdurerà per tutto il girone di ritorno. Pur sconfitto, il Vittorini offre una prova convincente, aggressiva in battuta e precisa in difesa; a pesare sul risultato, però, è una gestione non sempre efficace del pallone, soprattutto nelle fasi calde del match.

Vince ma non brilla l’Atletico Barona contro l’Aurora Pregnana, che nonostante la distanza in classifica dà fino all’ultimo del filo da torcere alle padrone di casa. Le ospiti partono subito forte e conquistano il primo set (25-16). Nel secondo parziale Barona pare ancora contratta, ma riesce a spuntarla ai vantaggi 29-27. Il terzo set è ancora in perfetto equilibrio e nessuna delle due squadre riesce a prendere il largo; si va di nuovo ai vantaggi e le locali hanno la meglio ancora una volta. Nel quarto parziale le ragazze di coach Bimbati giocano in modo più fluido e meno falloso, vincendo agevolmente 25-17 agevolmente. Buona prestazione per l’Aurora, che per quanto espresso e per i risultati di secondo e terzo set meritava almeno il tiebreak.

Termina al quinto set anche la sfida tra S. Luigi Lazzate e Ascot Triante. Dopo aver dominato senza grandi problemi i primi due parziali, le monzesi spengono la luce e subiscono la cavalcata delle avversarie, che recuperano e mettono la freccia al tie-break. Per il S. Luigi si tratta della seconda vittoria stagionale, che se dal punto di vista della classifica fa ben poco, dal punto di vista del morale ha un grande valore. 

Chiudiamo con l’Aspis, che a 72 ore dalla bella prestazione contro il S. Stefano, torna in campo e, nonostante le difficoltà dal punto di vista fisico, riesce ad imporsi sulla Campagnola Don Bosco. Le giallonere gestiscono bene le energie e rimangono lucide nei punti più importanti del match, imponendosi per 1-3.

 

Di Alice Fanelli

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok