CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Tutto può succedere

18 Aprile 2014

All’andata questa partita, sempre raccontata da “Dritto nel Sette”, era finita 3 a 4 per l’Ospiate: la squadra nero-arancio viveva un momento magico, spinta dai fratelli Terragni; invece i 4Evangelisti lottavano per le prime posizioni con Annunciazione, ma avevano perso tutti gli scontri diretti con le prime. Ora la situazione è diversa: l’Ospiate, causa anche gli infortuni, in particolare quello di Jacopo Terragni, ha rallentato il passo e, dopo il sorpasso della Baita, gioca il quarto posto con l’Osg. Diversamente, i 4evangelisti stanno avendo un trend diverso rispetto al girone d’andata: grande con i grandi, in difficoltà con le altre. Insomma, 4 mesi dopo, per entrambe le compagini questa sfida è densa di valore. I 4 Evangelisti devono vincere per continuare a sognare la promozione, l’Ospiate, invece, deve difendere il quarto posto dalle insidie dell’Osg. I bomber delle due squadre, Bonelli e Terragni, partono in panchina, entrambi non al massimo fisicamente. La partita è, fin dai primi momenti, molto viva e divertente: entrambe le squadre giocano a viso aperto e ciò permette continui capovolgimenti di fronte. Dopo alcune occasioni, alla fine è la squadra di mister Carena a passare in vantaggio: su azione di calcio d’angolo: Federico Massaro colpisce e porta in vantaggio i 4 Evangelisti. Tempo di mettere la palla al centro, calciarla e Cannavò ristabilisce subito la parità. 1-1 e la partita continua a regalare spettacolo. I 4 Evangelisti continuano a spingere, ma trovano un ispirato Meroni che in due diverse occasioni, prima su Colombi e poi su Fioretto, salva il risultato. Quando il primo tempo sembra destinato al pareggio, a un minuto dalla fine ancora Federico Massaro colpisce con il destro e riporta la sua squadra in vantaggio. 2-1 e fine primo tempo. Nel secondo tempo entrano Bonelli per i 4Evangelisti e Jacopo Terragni per l’Ospiate: entrambi i mister compiono questa scelta con la speranza che i loro bomber portino i gol utili per la vittoria.
La partita ricomincia e il pallino del gioco lo mantengono sempre i 4Evangelisti: prima con Diego Colombi e poi con capitan Concha la squadra di mister Carena va vicino al 3-1, senza però trovarlo. Per il gol della sicurezza bisogna aspettare un super-gol di Bonelli, che ripaga la fiducia del mister: stop, palleggio di ginocchio e tiro di collo che finisce in rete. Una rete che ha ricordato quella di Maicon contro la Juventus di 4 anni fa. Questa rete spezza le gambe all’Ospiate che, subito dopo subisce il 4-1 per una disattenzione difensiva: Diego Colombi recupera la palla e assiste Armando Porretti che, all’esordio con la prima squadra, segna. La partita finisce 4-1. Con questa sconfitta l’Ospiate perde la quarta posizione, ma l’obiettivo stagionale era stato raggiunto tempo fa: la salvezza. Nonostante ciò rimane un po’ di amaro in bocca per la squadra arancio-nero: se non ci fossero stati tutti questi infortunati, si sarebbe potuto giocare l’Eccellenza?
3 punti d’oro, invece, per i 4 Evangelisti che, temporaneamente, conquistano la vetta della classifica assieme al Baita, aspettando la partita dell’Annunciazione di mercoledì. Con una vittoria, la squadra di bomber Aru, recupererebbe la testa della classifica, staccando le due inseguitrici con 2 punti. Nonostante l’Annunciazione abbia un vantaggio rispetto alle rivali, decretare oggi la vincitrice è davvero difficile. Dopo 27 giornate tutto è ancora possibile, tutto può succedere, sia nei piani alti che nella zona retrocessione e una cosa sola a me pare certa: lo spettacolo che ci attende negli ultimi 120 minuti di questo bellissimo campionato.
Buona Pasqua a tutti i lettori e a tutti gli appassionati di sport.
@LapoMoscon

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok