CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Tempo di meritata vacanza

Poscar Bariana - Virtus Mi Red

Triplice fischio dell’arbitro. La partita è finita. Fra i giocatori di ambedue le squadre c’è amarezza, ma essa viene subito superata grazie al pensiero: è arrivata la pausa! Capite bene queste parole: la voglia di giocare a calcio l’hanno avuto, lo hanno dimostrato in campo e giocherebbero anche questa domenica qualora il calendario lo imponesse, ma sia il Poscar Bariana sia la Virtus Mi Red, squadre protagoniste di questo articolo, avevano bisogno della pausa per riordinare le idee e recuperare forze fisiche e mentali. Ma passiamo alla cronaca della gara. La 13esima giornata d’andata del girone B dell’Open A presentava Poscar Bariana - Virtus Mi Red, partita che, leggendo la classifica, poteva apparire assai scontata. La seconda della classe contro l’ultima, il miglior attacco contro la seconda peggior difesa; l’epilogo poteva essere già scritto secondo alcuni e nel primo tempo le premesse non vengono tradite.
Infatti, dopo i primi venti minuti, la squadra di mister Arlati è in vantaggio per 2-0 grazie ai gol di Bertola, nono centro in campionato per la punta della Virtus Mi Red, e capitan Massimo Maresca. Nonostante i due gol, la gara non offre tantissime emozioni.
La partita risulta abbastanza equilibrata, la Virtus non gioca con la stessa sicurezza di inizio anno ma riesce, a tratti, ad essere propositiva, invece il Poscar prova ad attaccare ma nel primo tempo non impegna molto l’estremo difensore Scarinzi.
Nel secondo tempo, però, muta l’andamento rispetto al primo: il Poscar rientra più aggressivo e la Virtus non riesce più a rendersi pericolosa. In meno di dieci minuti il Poscar Bariana ha già recuperato lo svantaggio impattando la partita sul 2-2 con i gol, prima, di Emanuele Pasquale e, successivamente, di Donato Rizzi.
La foga e il momento di grazia spingono la squadra locale a ricercare la vittoria e, in più occasioni, creano interessanti azioni da gol, senza però trovarlo.
Con un moto d’orgoglio, quasi terminati i secondi venti minuti, la squadra di mister Arlati torna all’attacco e Giacomo Arlati centra il palo, strozzando in gola l’urlo liberatorio, suo e della squadra, per il gol. La partita termina col risultato di 2-2 che lascia l’amaro in bocca alla due squadre, perché entrambe avrebbero potuto concludere l’anno con la vittoria, ma la pausa arriva in un momento gradito per queste due compagini. Infatti il Poscar, se vuole cercare di abbandonare l’ultima posizione e conquistare la salvezza, deve mettere a posto idee a livello tattico e organizzare meglio la fase offensiva: 14 gol in 12 partite sono troppo pochi. Anche per la Virtus la pausa coincide in un momento non ottimo: dopo l’inizio di campionato esaltante, nelle ultime settimane la squadra di via Redi aveva spesso faticato, non trovando più quella continuità di gioco e di risultati che li aveva contraddistinti a inizio stagione. La pausa servirà a mister Arlati per mettere nuova benzina nelle gambe e altra linfa per ricominciare la rincorsa all’Eccellenza, ancora ampiamente alla portata.
Ma non solo per le squadre è tempo di vacanza, ma anche per tutti noi! Allora, buone feste a tutti!
@LapoMoscon

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok