CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

"Rigore è quando arbitro fischia"

7 Febbraio 2014

Mi piace iniziare quest’articolo citando uno dei grandi del calcio italiano: Vujadin Boskov. Lo cito perché la partita che ho visto questa settimana ha bisogno della sua frase per spiegare molte cose; l’arbitro, infatti, ha dato due rigori e mezzo e non ne ha concesso uno solare. Credo che il modo migliore per motivare il tutto sia utilizzando il mantra dell’allenatore serbo. Ma facciamo un piccolo passo indietro. Domenica 2 febbraio, il S. Luigi S.Giuliano ospita l’Idrostar di mister Russo. Le due squadre sono pronte a entrare in campo, ma già dal riscaldamento, si capisce che le compagini non saranno le sole protagoniste di questo match. Il campo, infatti, è fortemente martoriato dall’enorme quantità di pioggia che è scesa in questi giorni. Ciò nonostante le due squadre scendono in campo, sfidando non solo gli avversari, ma anche le pozzanghere e il fango. I primi minuti scorrono senza particolari emozioni. Giocare palla a terra è quasi impossibile e le due squadre, ben messe in campo e ben coperte, non lasciano scampo ai lanci lunghi eseguiti dalle due compagini. Pian piano che scorrono i minuti, entrambe le squadre iniziano ad affacciarsi nell’area avversaria, senza però essere mai davvero incisive. Quando il primo tempo sembra dominato dalle difficoltà del campo e dal fango, ecco la zampata del bomber: Sassone di tacco infila in rete il gol che porta in vantaggio la sua squadra. Il primo tempo si conclude con l’Idrostar in vantaggio. Nel secondo le due squadre si scatenano grazie anche alla collaborazione di un nuovo protagonista: l’arbitro. Al sesto minuto ecco la prima scelta: fischietto in bocca e indica senza dubbi il dischetto: rigore per il S.Luigi. La motivazione: un tiro ribattuto con la mano. La sua scelta viene contestata dall’Idrostar. Dopo qualche istante e dopo aver consultato i vari giocatori, l’arbitro assegna un calcio di punizione vicino all’area di rigore. Dopo questo strano siparietto, la partita riprende e i calciatori riacquistano il palco della gara. Prima il S. Luigi si avvicina al pareggio, poi due volte l’Idrostar rischia il raddoppio grazie al solito Sassone. Dati i vari infortuni accaduti nel secondo tempo, l’arbitro è costretto a dare un corposo recupero: 4 minuti che, purtroppo, diventeranno sette. Nel secondo minuto di recupero viene fischiato un calcio di rigore solare per l’Idrostar. L’arbitro tira fuori il cartellino rosso: è una chiara occasione da gol ed è senza dubbio un fallo da ultimo uomo. Invece che darlo al difensore, viene espulso l’attaccante dell’Idrostar per proteste. Superato l’attimo, Sassone riacquista concentrazione e con freddezza sigla il 2 a 0. Quando la partita pare avviarsi verso la fine, ecco che accade l’incredibile. Prima viene non fischiato un solare rigore per l’Idrostar e, nell’azione successiva, viene concesso un dubbioso calcio dal dischetto per il S.Luigi. Dopo la realizzazione di Stefano Lorenzi, l’arbitro emette il triplice fischio. La partita si conclude 1-2 e l’Idrostar torna a casa con 3 punti importantissimi per la classifica: “Sicuramente una partita dove il campo l’ha fatta da padrone, per fortuna sono arrivati i 3 punti. Il nostro obiettivo è arrivare in open A”. Scontento per la sconfitta, ma felice per il gioco mostrato dalla sua squadra, Stefano Lorenzi del S. Luigi S. Giuliano rilascia a Rapid Gollonzo dichiarazioni riguardanti la prossima partita e il prosieguo del campionato: “Promettiamo di giocare bene, di vendere dura la pelle, in bocca al lupo sia a noi che a loro, però speriamo di portare a casa qualche punto, perché giocare bene, ma non portare a casa punti fa male”. E’ un peccato dar spazio più alle gesta arbitrali che alle giocate dei giocatori, ma fondamentali sono state le scelte del direttore di gara. Ciò nonostante sento il dovere di complimentarmi con le squadre per il gioco espresso nonostante le difficoltà del campo.
@LapoMoscon

Nella foto: La formazione Idrostar al completo

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok