CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Non c'è due senza tre

31 Gennaio 2014

“Non c’è due senza tre”. Probabilmente questo è stato il pensiero del mister della Cerbattese, Odolini, vedendo la sua squadra continuare a spingere dopo aver recuperato l’uno a zero del primo tempo ed essere passati in vantaggio grazie ai gol di Giannola e Galimberti. Siamo a metà del secondo tempo ormai, l’Apo Vedano pare non essere rientrata in campo dopo la pausa fra le due frazioni di gioco e la Cerbattese continua a rendersi pericolosa. Mister Odolini continua a incitare la squadra: con un terzo gol la partita sarebbe in cassaforte e tornare con 3 punti da Vedano sul Lambro sarebbe un ottimo modo di incominciare il girone di ritorno. Questi sono i pensieri che girano nella testa del mister della Cerbattese, mentre sull’altra panchina mister Rossi cerca di svegliare la squadra; i ragazzi del mister dell’Apo Vedano sembrano non essere rientrati in campo in questo secondo tempo. Ma facciamo un piccolo passo indietro. Il primo tempo è stato combattuto ed equilibrato, ma ha visto l’Apo Vedano protagonista: Montrasio e Di Seri sono andati più volte vicini al gol, però l’unico a realizzare una rete è stato Davide Annoni con un bellissimo colpo di testa. Nel primo tempo, nonostante un grande equilibrio fra le due squadre, l’Apo Vedano si è mostrato superiore e dava la sensazione di avere tutte le credenziali per controllare il vantaggio e vincere la partita. Poi queste certezze pian piano vengono meno per l’Apo Vedano che fatica e subisce due gol nei primi minuti del secondo tempo. Dunque, nel momento peggiore, Davide Annoni prende per mano la squadra e la aiuta a uscire da questa situazione: segna il 2-2 e ricarica i compagni. Data la scossa, tutta la squadra torna a spingere per ritrovare il vantaggio. Mancano ormai pochi minuti alla fine, il pareggio pare il risultato più giusto. Ma non c’è due senza tre. Calcio d’angolo per l’Apo Vedano: la palla viene respinta dalla difesa della Cerbattese, diventa utile per un veloce contropiede, ma subito è recuperata dalla squadra di Vedano sul Lambro e rilanciata in area di rigore; inspiegabilmente Davide Annoni viene lasciato solo, il pallone  giunge sui suoi piedi, controlla e calcia un rigore in movimento. 3-2, e tripletta per il lungo centrocampista di mister Rossi. Dopo questo gol la Cerbattese cerca in tutti modi di recuperare il pareggio, ma non riesce mai ad essere davvero e pericolosa. Nell’ultimo minuto un tiro di Giannola, il migliore in campo fra gli uomini di Odolini, finisce sulla mano di un giocatore dell’Apo Vedano, ma l’arbitro fa continuare nonostante le proteste. “C’è il rammarico appunto che nel nostro miglior momento abbiamo preso due contropiedi, due distrazioni che ci hanno penalizzato. Nulla da dire per la prestazione e per l’impegno”. Queste le parole di mister Odolini a fine partita. Di umore migliore mister Rossi che, nonostante fosse senza bomber Papalino, ha trovato in Annoni una ricca fonte di gol utile per la vittoria: “Alla fine siamo riusciti a vincere, siamo stati bravi, come parecchie volte in questo campionato, a recuperare la partita”. Grazie alla tripletta di Annoni, l’Apo Vedano scavalca l’Osg e s’impone come quarta forza del campionato a soli tre punti dal gradino più basso del podio.
Ormai la vetta è solo a 9 punti di distanza e con un Annoni così tutto è lecito.
@LapoMoscon

Nella foto: La formazione dell'Apo Vedano

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok