CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Rimonta completata

Medaragazzi - Pob Binzago

“Noi ci crediamo”. E’ uno striscione che accompagna i tifosi venuti a sostenere il Medaragazzi. Ma è anche l’urlo del capitano della Pob Binzago, Errico, che incita i suoi prima di scendere in campo.
E’ sabato, e sul campo di via General Cantore, a Meda, prende atto un nuovo capitolo del bellissimo libro che narra il girone B dell’Open A. E’ una partita importantissima, decisiva per le sorti del campionato, quella fra Medaragazzi e Pob Binzago. Ma perché tutta questa importanza? Facciamo un piccolo salto indietro. In settimana è stata recuperata Pob Binzago - S. Bernardo e la squadra in casa ha vinto il  match volando a 54 punti in classifica e condannando al secondo posto il S. Bernardo a 56.
Grazie a questo passo falso della squadra di Fabio Bigaran, il Medaragazzi è rimasto primo, indisturbato, a 57 punti. A due giornate dalla fine della stagione, la compagine di capitan Franzese si trova padrone del proprio destino: vincendo le rimanenti due gare, il Medaragazzi conquisterebbe campionato ed accesso al prossimo campionato di eccellenza. Per completare, però, questo incredibile cammino, i giocatori del Medaragazzi sono costretti a fare i conti con la Pob Binzago: partiti malissimo in questa stagione, la squadra dei fratelli Spina ha inanellato una serie straordinaria di risultati positivi che li ha condotti vicino all’olimpo della classifica e, ora, i ragazzi della Pob, credono in una rimonta che avrebbe del clamoroso. Ma giungiamo alla cronaca della partita. Il Medaragazzi sente l’importanza della partita e questo si nota fin dalle prime battute. Contratti, frettolosi, tesi giocano i padroni di casa. Al contrario, gli ospiti, seguono bene il piano partita, difendono con ordine e cercano di mantenere sotto controllo il ritmo della partita. Infatti sono proprio loro a passare in vantaggio: su una rimessa laterale in zona d’attacco, Gianluca Gramegna viene trovato, inspiegabilmente, libero in mezzo all’area e colpisce di testa la palla del vantaggio.
Dopo l’1-0, però, capitan Franzese e il suo pubblico non si fanno scoraggiare. Spinto dalle urla dei tifosi, il capitano del Medaragazzi compie un’azione fantastica: partendo quasi dalla sua area di rigore, pallone al piede, si fa praticamente tutto il campo e conclude il personale contropiede trovando il goal del pareggio. Applausi e scena aperta.
Sembra il momento che sblocca la gara per la squadra di casa, ma la tensione continua a farsi sentire e la Pob, con la calma di chi sa già come andrà a finire, riprende il pallino del gioco e colpisce nuovamente. Prima della fine del primo tempo, infatti, la Pob Binzago torna in vantaggio con Enzo Spina che, dopo un tiro respinto, ribadisce in rete con un bel gesto balistico, firma. Sul risultato di 1-2 terminano i primi venti minuti di una partita non bella, ma combattuta. Nel secondo tempo la musica non cambia. Il Medaragazzi continua a gettare palloni in avanti con pochi risultati, la Pob cerca di mantenere i nervi saldi e il ritmo dalla propria parte: il risultato è poco spettacolo e tensione che continua a crescere, soprattutto sulla panchina della squadra locale. Per fortuna di Forcolin e compagni, su uno schema non preparato, nasce l’azione del 2-2: da un rinvio dal fondo, la palla schizza in aria e l’ultimo a toccarla è Cerliani di testa che trova il fondo della rete.
Raggiunto il pareggio, il Medaragazzi spera di ribaltare la partita e portare a casa quei 3 punti che li avvicinerebbero ancora di più all’Eccellenza, ma la Pob pare una squadra in missione, sembra quasi che abbia già visto tutto e non solo sappia già il risultato finale, ma anche quando colpire.
Sugli sviluppi di un calcio di punizione, prende il via un’azione convulsa e, dopo deviazioni e rovesciate, la palla colpisce il palo e, tornando in campo, sbatte contro Alex Spina e finisce in rete. Ammutolito l’oratorio di Meda, la Pob esulta. Da lì, a poco, giunge il fischio finale. Nonostate gli ultimi attacchi degli uomini in maglia biancoverde il risultato non cambia: la Pob vince 3-2 su uno dei campi più complicati del Csi. Grazie a questo risultato la squadra di capitan Errico impatta a quota 57 col Medaragazzi, primi in classifica. Tutti credono che ora il campionato sarà del S. Bernardo. Intervistato, a fine partita, capitan Errico, uno di quelli che sapeva già tutto prima di scendere in campo, dichiara: “Il S. Bernardo perderà con l’Assisi”. Accade anche questo.
E ora, a 40 minuti dalla fine della stagione, la Pob dista 3 punti dalla vittoria del campionato. “Noi ci crediamo” non era uno scherzo, ma una fondata verità, alla base di una rimonta che sa già di storia.
@LapoMoscon

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok