CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Alla ricerca di una luce

S. Matroniano - S. Giovanni XXIII Bussero

Giovedì sera. C’è chi è a casa, disteso sul divano, a guardare X Factor. Noto programma musicale che va alla ricerca di una nuova stella canora, una luce che illumini i nuovi palcoscenici musicali.Fra poco inizieranno i live a Milano. A pochi chilometri da Milano c’è un piccolo paese: Sesto Ulteriano.
Non sono palcoscenici musicali molto conosciuti, ma una volta ogni due settimane, su uno dei campi più particolari del Csi, va in scena uno spettacolo interessante. Infatti, qui va di scena il S. Matroniano, squadra che è partita, quest’anno, con l’idea di raggiungere l’Eccellenza e, dopo una vittoria importante nella prima giornata, vuole dare continuità di risultati fra le proprie mura. Di fronte a loro una neo-promossa: S. Giovanni XXIII Bussero. Tutto pronto per la sfida, tranne una piccola cosa: un faro del campo non si accende. Nessun problema. Infatti, per fortuna, a parte una piccola zona del campo buia, la partita può essere giocata. Pronti e via, gli ospiti passano subito in vantaggio, dimostrando di aver fatto amicizia fin da subito con il campo (molto particolare) e le luci. Capitan Fulvio Brambilla recupera la sfera, parte il contropiede della squadra in maglia nera, assist perfetto e Danilo Pirola, al volo, insacca lo 0-1. Doccia fredda per la squadra casalinga che fa fatica e perde tanti palloni con lanci mal fatti.
Dall’altra parte, invece, il S. Giovanni XXIII Bussero gioca una partita tatticamente ottima, difendendosi bene e provando a colpire nelle ripartenze.
L’unico difetto da imputare è la troppa timidezza nel concludere nello specchio della porta avversaria. Il primo tempo termina col vantaggio ospite e nel secondo tempo il copione non pare variare troppo. Il S. Matroniano prova a fare la partita, ma i tanti lanci lunghi non sembrano portare i frutti sperati.
Come al campo manca una luce, così anche alla squadra di casa, che aumenta la pressione, ma non riesce a impegnare seriamente il portiere avversario, manca un solista che prenda in mano la situazione. Quando la partita sembra bloccata, ecco un calcio di punizione, oltre alla tanto attesa luce: Pedrazzetti non sbaglia e sigla il quinto gol in due gare. 1-1 e secondo tempo ancora tutto da giocare.
Purtroppo per il pubblico, però, dopo il gol, le squadre non si pungono troppo e diminuiscono le emozioni fino agli ultimi minuti di gioco, dove accade di tutto. Andrea Nesci, numero 10 della squadra ospite, prende palla poco dopo il centrocampo, con una sterzata si libera di due uomini, fa due passi e calcia: la traiettoria, forse anche aiutata dal campo, è strana e il portiere del S. Matroniano, non perfetto, viene battuto. A due minuti dalla fine la squadra ospite torna in vantaggio e soprattutto vede la luce della prima vittoria. Ma il S. Matroniano non vuole perdere, si butta all’attacco e un passaggio casuale diventa un assist perfetto per Pedrazzetti che prima calcia un missile sulla traversa e poi gonfia la rete ribadendo a porta vuota. Proprio nel momento in cui le squadre cominciavano a prenderci gusto, arriva il fischio finale sul risultato di 2-2. Entrambe escono con un po’ di amaro in bocca, ma si può considerare un risultato giusto.
Il S. Matroniano ha attaccato molto, ma con poco ordine, il Bussero, invece, ha giocato tatticamente bene, ma è stata troppo timido in attacco.
Si spengono le luci a Sesto Ulteriano.
La partita è terminata con un pareggio, ma entrambe le squadre hanno dimostrato di poter fare un buonissimo campionato. Chi sa che, trovando una stella, come a X Factor, nella propria rosa, entrambe le squadre non possano ambire alle zone alte della classifica.
@LapoMoscon

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok