CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Dopo la sigla parte lo show

CSRB - COC

Questa domenica, a Buccinasco, si sfidavano per il Girone B dell’Open A calcio a 7, CSRB - COC: due sigle che vogliono dire molto di più che qualche lettera assemblata. Infatti, in uno dei gironi più strani ed equilibrati di tutto il mondo Csi, si scontravano due compagini interessate alla per la lotta salvezza (come altre 8 squadre!) ma non solo, anche due mondi completamente diversi. Da una parte il CSRB, squadra giovane vogliosa di mantenere la categoria e di rievocare il bel gioco che li aveva contraddistinti ad inizio stagione. Dall’altra una squadra di meno giovani, un gruppo di amici che ha voglia di dimostrare anche loro di valere la categoria attraverso esperienza, grinta e spirito di gruppo.
Solo 3 punti in classifica dividevano i padroni di casa, a 28, dagli ospiti a 31. Insomma uno scenario perfetto per una partita che poteva regalare tantissimi spunti. Nonostante i ritmi non siano altissimi, dal primo minuto fino alla fine della gara, i portieri vengono impegnati, in particolare modo quello della Coc costretto agli straordinari. Nonostante l’inizio blando, nei primi 20 minuti di partita il copione recita: CSRB fa la partita, Coc prova a colpire in contropiede. Purtroppo per gli ospiti, però, nessun contropiede, nonostante diversi occasioni, verrà concretizzato; al contrario il CSRB riesce, con pazienza a scardinare nel primo tempo la difesa avversaria e a portarsi avanti con Alessandro Del Popolo. Dopo tante occasioni da rete ma una sola realizzata, si chiude un divertente primo tempo. Nella seconda frazione di gara CSRB prosegue la propria prestazione continuando a macinare gioco, invece gli ospiti pian piano escono dal campo mentalmente, tranne l’estremo difensore del Coc che riesce a tenere in piedi la baracca con parate di ogni tipo. L’episodio che gira la partita è un calcio di rigore, per certi versi contestabile, dato alla squadra di casa e realizzato ancora da Del Popolo. Il gol del 2-0, che pare mettere in cassaforte il risultato, sveglia tempestivamente la Coc che ributtandosi all’attacco trova su un calcio d’angolo il 2-1 grazie a Stefano Villa e una netta deviazione in area. Invece che essere il grido che invoca battaglia, diventa il canto del cigno.
La Coc, evidentemente non in giornata, non riesce quasi più a rendersi pericolosa, CSRB continua ad attaccare e con un gran gol chiude la gara ancora Del Popolo che sigla la tripletta e si conquista a mani bassi il premio di migliore in campo della gara. Termina sul punteggio di 3-1 la partita e per i padroni di casa è una vera e propria boccata d’ossigeno. Dopo un inizio di campionato promettente, pian piano la macchina ha mostrato qualche difetto. Questa vittoria potrebbe risvegliare definitivamente una squadra con un ottimo potenziale, ma che forse sta soffrendo, più di quanto avrebbe dovuto, un campionato tanto equilibrato quanto strano. Per Coc, invece, suona un campanello d’allarme.
La squadra di piazza Chiaradia ha dimostrato, nell’arco di tutta la stagione, di vivere sulle montagne russe a livello di prestazione. Se riuscissero a trovare continuità in questo finale la salvezza sarebbe un obiettivo più che raggiungibile. Insomma dopo un anno di assestamento, entrambe avranno voglia di rifarsi già l’anno prossimo per ambire a posizioni migliori. Un po’ come dopo la sigla, si fa partire lo show.

@LapoMoscon

Nella foto: Alessandro Del Popolo, il miglior giocatore in campo

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok