CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Comunicato n° 12

Del 6 maggio 2021

COMUNICATO N°12 del 6 maggio 2021
Coordinatore Tecnico Attività Sportiva: Fabio Francesco Pini
 
 
PROTOCOLLI SANITARI
In data 5 maggio si sono disputate le prime gare ufficiali del campionato primaverile. In alcune gare abbiamo rilevato una imprecisa e non corretta applicazione dei protocolli sanitari.
Ricordiamo ed invitiamo nuovamente ogni sodalizio sportivo al pieno e massimo rispetto di quanto previsto e normato dai protocolli sanitari che sono, sin dall’inizio della corrente stagione sportiva, pubblici e pubblicati sul sito del CSI Milano.
Gli stessi sono pertanto conoscibili e per noi conosciuti da parte di ogni associazione e società sportiva affiliata.
Ribadiamo che l’osservanza di quanto previsto dai protocolli sanitari non rientra tra le responsabilità affidate ai direttori di gara né tantomeno agli organismi di giustizia sportiva.
La mancata applicazione del protocollo prevede esclusivamente responsabilità giuridiche e amministrative di natura non sportiva in capo al sodalizio inadempiente nella figura del suo legale rappresentante.
I protocolli sanitari del Centro Sportivo Italiano, suddivisi e diversi per disciplina sportiva, sono consultabili e scaricabili al seguente link – CLICCA QUI
 
È preciso dovere di ciascun sodalizio conoscere ed applicare attentamente quanto previsto dai protocolli vigenti. Ricordiamo che ciascun protocollo pubblicato riporta alla fine degli stessi un vademecum riassuntivo e riepilogativo delle azioni da adottare. Lo schema che appare molto efficace e pratico e che è riepilogativo e non esaustivo, non esime ogni sodalizio ad una attenta lettura del testo integrale dei vari protocolli sanitari. 
 
A maggior precisione ribadiamo che il modello di autocertificazione deve essere esibito, oltre che ad ogni sessione di allenamento, anche in occasione di ogni gara ufficiale e deve essere consegnato, per quest’ultimo caso, all’operatore dell’accoglienza della società che ospita l’incontro.
Ricordiamo che ogni società può produrre, per ovvia praticità, anche un modulo di autocertificazione cumulativo. Tale modulo può essere stampato accedendo all’area riservata del portale di tesseramento nella sezione “gestione tesserati”.
 
 
ACCESSI ALL’IMPIANTO SPORTIVO
Rispettando quanto previsto dai decreti sino ad oggi emanati ed attualmente in vigore, confermiamo che sono ammessi all’interno dell’impianto sportivo esclusivamente i tesserati che hanno stretta correlazione con la gara.
Pertanto sono autorizzati all’ingresso, nel rispetto del protocollo ed in assenza di sintomatologia COVID:
  • Gli atleti ed i dirigenti inseriti sulla distinta di gioco
  • I direttori di gara e gli ufficiali di campo designati
  • Le figure correlate alla disputa dell’incontro purché debitamente tesserate (segnapunti pallavolo, crono refertisti pallacanestro, ecc.)
  • L’operatore addetto all’accoglienza
  • L’addetto DAE
  • Eventuali gestori e/o proprietari dell’impianto di gioco
 
Nessun’altra figura è ammessa a norma dei protocolli vigenti all’interno dell’impianto sportivo ricordando che le gare del Centro Sportivo Italiano, nella stretta osservanza dei decreti in vigore, non ammettono mai ed in nessun caso la presenza di pubblico negli spazi loro destinati.
 
 
SPOGLIATOI
Registriamo ancora numerose richieste in merito alla gestione degli spogliatori. Richiamiamo nuovamente quanto già pubblicato in materia sui precedenti comunicati ufficiali n°2 e n°10
 
L’art. 38 del Regolamento Comune a tutti gli Sport norma la gestione e l’utilizzo degli spogliatoi:
“È compito della Società ospitante far trovare in perfetta efficienza il campo di gioco, gli spogliatoi dell’arbitro e quelli della squadra ospitata - omissis”
“Spetta alle Società ospitanti la verifica preventiva, prima dell’inizio della gara, della regolarità degli impianti, delle attrezzature, dell’igiene e funzionalità degli spogliatoi - omissis”
Tale norma è sempre stata presente nei regolamenti del Centro Sportivo Italiano e non ha mai causato difficoltà interpretative o organizzative durante gli incontri ufficiali organizzati dal CSI.
Alla luce delle nuove indicazioni previste dai Protocolli e disposizioni applicative di dettaglio nel contesto della pandemia da COVID-19 per la ripresa in sicurezza delle attività ed a fronte di costanti e continue richieste di chiarimento in merito rivolteci dalle Associazioni sportive, si rende necessario uno specifico ed ulteriore chiarimento in materia.
Tale chiarimento assume, a tutti gli effetti, normativa regolamentare da osservare con rigorosa attenzione.
In occasione di ogni gara indetta ed organizzata dal Centro Sportivo Italiano e ospitata da un sodalizio sportivo, si ribadisce la necessità assoluta di approntare gli spogliatoi a disposizione delle squadre.
Gli spogliatoi devono rispettare le consuete misure di igiene e quanto previsto dai Protocolli vigenti.
Non è previsto, anche se ampiamente consigliato, che gli stessi siano provvisti di docce funzionanti. È altresì necessario che siano messi a disposizione delle squadre idonei servizi igienici che possono essere posti anche in locali ubicati nelle immediate vicinanze degli spogliatoi stessi.
Per agevolare ogni associazione sportiva e per garantire piena regolarità al calendario gare, si conferma che possono essere utilizzati locali solitamente non adibiti ad uso spogliatoio, purché gli stessi rispettino le misure igieniche previste. Laddove si riscontrassero carenze rispetto alle misure di igiene previste, le società ospitanti sono tenute a risolvere immediatamente la situazione ed in caso di inosservanza di tale disposizione è necessario fornire, alla direzione tecnica del CSI Milano, dettagliata e precisa documentazione al riguardo.
Confermiamo pertanto che, in occasione di ogni gara di competizione ufficiale promossa dal Centro Sportivo Italiano è obbligatorio che le società ospitanti forniscano alle squadre avversarie locali idonei adibiti alle formalità pre e post gara, legate alla competizione sportiva.
Nell’ottica della fattiva collaborazione si consiglia a tutte le società ospitanti di contattare, con congruo anticipo rispetto a ciascuna gara in calendario, i sodalizi avversari e presentare per dovere di ospitalità la propria situazione logistica.
Confermiamo inoltre che a norma dei regolamenti sportivi vigenti non è ammesso il rifiuto alla disputa dell’incontro per “mancanza del servizio docce”. Le società che, per tale motivo, dovessero rifiutarsi di disputare l’incontro verranno trattate come rinunciatarie e con la conseguente applicazione delle norme di giustizia sportiva previste dai vigenti regolamenti.
 
Le FAQ pubblicate sul sito del CSI chiariscono inoltre le caratteristiche dimensionali e necessarie degli spogliatoi per poter ospitare gli atleti nelle fasi pre e post gara.
 
Solo alle categorie riconosciute di preminente interesse nazionale è consentito l’utilizzo degli spogliatoi, sempre nel rispetto delle prescrizioni del protocollo.
  • L’accesso agli spogliatoi e l’uso delle docce è consentito in conformità alle normative vigenti. In ogni caso è fatto obbligo di mantenere la distanza interpersonale di sicurezza di almeno un metro ed il rispetto del divieto di assembramento.
  • I borsoni (e/o altri indumenti/effetti/accessori di uso personale) devono tra di loro essere posti ad una distanza di almeno un metro.
  • L’accesso agli spogliatoi ed ai servizi igienici deve avvenire in modo regolato, scaglionato e controllato, al fine di evitare possibili assembramenti. Gli atleti, dirigenti, i giudici di gara ed operatori sportivi in genere, vi accedono uno alla volta, curandosi di igienizzare le mani, prima di entrare nell’ambiente e all’uscita dello stesso.
  • Occorre procedere a frequente pulizia degli spogliatoi, delle docce, dei servizi igienici, delle aree comuni, di tutte le attrezzature e macchinari utilizzati, anche più volte al giorno e comunque dopo ogni sessione di allenamento/gara. Si raccomanda l’adeguata aerazione dei locali.
 
RIEPILOGO REGOLE
Ogni squadra iscritta ai campionati primaverili ha ricevuto a mezzo mail copia del calendario ufficiale di gara unitamente ad ulteriore documentazione utile al corretto svolgimento delle attività (normativa spostamenti gara, manuale di gestione applicativi on line per distinte).
Tra i documenti acclusi era presente anche uno schema riassuntivo e riepilogativo delle principali norme e regole organizzative dell’attività.
Invitiamo ciascun sodalizio a consultarlo con attenzione poiché quel documento riassume le principali norme da conoscere per il corretto svolgimento delle attività.
Tale documento è comunque pubblicato, e quindi pubblico, anche sul sito del CSI Milano in apposite e specifiche sezioni.
 
Evidenziamo nuovamente i link ove è possibile reperire la documentazione.
 
 
CAMPIONATO PRIMAVERILE – BIG SMALL
Confermiamo che, come evidenziato dal regolamento di gioco pubblicato sul sito del CSI Milano e come riportato nello schema riepilogativo regole del Calcio a 7, la categoria BIG SMALL rientra nel novero delle attività di calcio a 7 con codice di tesseramento dedicato CA7, ma prevede che gli incontri si disputino con 5 giocatori e misure del campo ridotte ed attrezzature dedicate.
Questa categoria conferma pertanto un regolamento che non è mai stato modificato negli anni.
Invitiamo ogni sodalizio iscritto a consultare con attenzione le regole e le specifiche organizzative dedicate a questa categoria.
 
 
RETURN TO PLAY
La materia dell’attestato “return to play”, documento necessario per atleti positivi COVID che avessero ottenuto una precedente idoneità sportiva, è stata trattata e pubblicata sul C.U. n° 8 del 16 dicembre 2020 ed è attualmente ancora consultabile sul sito CSI Milano.
In aggiunta evidenziamo una nota emanata dalla direzione sanitaria di Regione Lombardia che ha inviato specifica nota alle ATS Lombarde indicando che le strutture accreditate o a contratto potranno erogare tutti gli approfondimenti diagnostici inseriti nel protocollo FMSI dell’11 dicembre 2020, in esenzione dalla compartecipazione della spesa sanitaria.
Ciò è previsto per:
- Atleta minorenne in età agonistica, per il rilascio dei certificati di idoneità alla pratica agonistica sportiva e per il rilascio delle attestazioni “Return to play” post Covid.
- Atleta affetto da disabilità fisica, psichica o neurosensoriale, sia maggiorenne che minorenne, certificata superiore a due terzi in età agonistica, per il rilascio dei certificati di idoneità alla pratica agonistica sportiva e per il rilascio delle attestazioni “Return to play” post Covid.
Si precisa che:
- per aver diritto all’esenzione della visita post Covid19 presso una struttura di Medicina dello Sport, non è necessaria alcuna prescrizione medica;
- gli approfondimenti diagnostici, tra quelli previsti dal Ministero, necessari alla certificazione di idoneità, potranno essere eseguiti dopo almeno 30 giorni dall’avvenuta guarigione, accertata secondo la normativa vigente.
Non è prevista l’esenzione per gli sportivi over 18 non disabili e per le certificazioni rilasciate da studi professionali o Enti non accreditati.
 
 
FASI FINALI CAMPIONATI PRIMAVERILI
Il format delle fasi finali dei campionati attualmente in corso verrà promosso e pubblicato nel corso delle prossime settimane.
Il format dipenderà dal regolare sviluppo delle prime giornate di campionato. Se le stesse si svolgeranno con assoluta regolarità confermeremo un meccanismo che prevede la disputa delle fasi finali articolate, se invece registreremo che numerose gare verranno non disputate per problematiche Covid (e quindi da recuperarsi in fase successiva) prenderemo decisioni differenti.
I tempi che abbiamo a disposizione per terminare la stagione non sono lunghi ed il format terrà in considerazione il possibile sviluppo delle fasi finali. 
Non siamo in grado di promuovere oggi, con tempistiche definite necessariamente a priori, un format definitivo quando poi potremmo riscontrare che entro la data limite per iniziare le fasi finali non avremmo le classifiche definite e necessarie per determinare le esatte posizioni di classifica di accesso alle fasi finali.
Riteniamo più corretto non promuovere in questa fase le formule di sviluppo delle fasi finali per creare inutili aspettative e tradire le attese dei partecipanti, consapevoli che ciascuno giocherà sin da subito con il massimo dell’impegno.
Sul comunicato ufficiale del prossimo 20 maggio verrà ufficializzato il piano di sviluppo delle fasi finali.
 
 
GINNASTICA ARTISTICA
Si disputerà nel week end del 5/6 giugno a Lodi, presso la palestra Fanfulla sita in Piazzale degli sport la prova della fase di qualificazione del campionato nazionale di ginnastica artistica.
Le iscrizioni sono aperte sino al 14 maggio utilizzando l’apposito portale di iscrizioni on line.
Ulteriori informazioni sono disponibili presso la commissione tecnica di ginnastica artistica ginnastica@csi.milano.it

 

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok