CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Comunicato n° 2

Del 13 Ottobre 2021

COMUNICATO N°2 del 13 ottobre 2021
Coordinatore Tecnico Attività Sportiva: Fabio Francesco Pini
 
 
PROTOCOLLI SANITARI
La presidenza nazionale del Centro Sportivo Italiano ha pubblicato il nuovo testo del protocollo “back to sport” che richiama quanto già pubblicato dalla scrivente direzione tecnica sul proprio comunicato ufficiale n° 1 del 6 ottobre 2021.
Il testo del protocollo è pubblicato sul sito del CSI Milano e pertanto lo stesso si ritiene conoscibile e conosciuto da parte di tutti i sodalizi sportivi affiliati. È inoltre pubblicata un’infografica che riteniamo possa chiarire alcuni aspetti organizzativi legati alla gestione delle attività sportive.
I documenti sono consultabili al seguente link.
 
A fronte delle numerose richieste, riepiloghiamo in maniera non esaustiva alcune procedure relative alla gestione del green pass per lo svolgimento della pratica sportiva. In ultima istanza invitiamo ogni sodalizio sportivo ad una reciproca e fattiva collaborazione per garantire il regolare svolgimento delle attività.
 
ATLETI CHE DISPUTANO ATTIVITA’ ALL’APERTO (CALCIO)
Non è previsto ne deve essere richiesto il green pass agli atleti di qualsiasi età
 
ATLETI CHE DISPUTANO ATTIVITA’ AL CHIUSO (Pallavolo, Pallacanestro, Ginnastica, Arti Marziali, Tennistavolo, ecc.)
Previsto ed obbligatorio il green pass a partire dal 12° anno di età tranne per gli atleti esclusi dall’obbligo di green pass come da decreto ministeriale.
 
DIRIGENTI, COLLABORATORI, ISTRUTTORI, TECNICI, ALLENATORI, ARBITRI, ecc.
Previsto ed obbligatorio il green pass sia per l’attività sportiva all’aperto che per l’attività sportiva al chiuso.
 
Ribadiamo nuovamente che in occasione di gare ufficiali organizzate e promosse dal Centro Sportivo Italiano è necessario ed obbligatorio rispettare quanto previsto dai protocolli emanati dal CSI che si riconducono sempre alle disposizioni di legge vigenti.
 
Sono giunte numerose richieste di chiarimento inerenti la corretta applicazione dei protocolli sportivi sia per la pratica di attività in impianti sportivi pubblici o privati e sia in occasione dello svolgimento della pratica sportiva in ambienti oratoriani e parrocchiali. A tal proposito evidenziamo alcuni aspetti in merito all’obbligo di green pass per accedere agli spogliatoi per coloro che svolgono attività sportiva all’aperto.
 
Il dipartimento dello sport della presidenza del consiglio dei ministri ha pubblicato appositi chiarimenti sotto forma di FAQ che sono aggiornate alla data del 11 ottobre 2021
Le stesse sono disponibili al seguente link e sono utili per dirimere alcuni dubbi interpretativi.
 
Ne evidenziamo una che è specifica e relativa alla gestione del green pass per accedere a locali adibiti ad uso spogliatoio.
 
FAQ ministeriale
Per l’accesso agli spogliatoi, limitatamente alle attività all’aperto, è richiesta la Certificazione Verde?
In riferimento all’utilizzo degli spogliatoi si comunica che per gli stessi non è richiesto il possesso della Certificazione Verde, ma permane l’obbligo di mantenimento del distanziamento interpersonale di almeno 1 metro, di tenere correttamente indossata la mascherina, e di rispettare quanto indicato all’interno delle Linee guida per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere.
 
La FAQ pertanto chiarisce che per le attività che si svolgono all’aperto (es. calcio) non è richiesto il possesso del green pass per accedere agli spogliatoi. Per tale motivo non dovrebbe essere impedito l’accesso agli spogliatoi a quegli atleti che ne sono sprovvisti.
Ricordiamo inoltre che è obbligatorio rendere disponibili, perlomeno per i sodalizi ospitati e per i direttori di gara, un locale spogliatoio necessario alle formalità pre e post gara che abbia al proprio interno o nelle immediate vicinanze la possibilità di servizi igienici.
 
Ricordiamo poi che la gestione della pratica sportiva in ambienti parrocchiali ed oratoriani segue le disposizioni emanate dall’avvocatura della diocesi ambrosiana.
Tali disposizioni sono pubbliche e ricavabili al seguente link e contengono anche la nota specifica per lo sport, consultabile qui.
 
Viene chiaramente indicato che la gestione della pratica sportiva in ambienti oratoriani e parrocchiali delle attività ufficiali promosse dal CSI deve osservare le linee guida ed i protocolli emanati dal CSI stesso e che spetta ESCLUSIVAMENTE al sodalizio sportivo affiliato individuare e far rispettare il corretto protocollo da applicare. È chiaramente escluso da questo onere il proprietario dell’impianto sportivo utilizzato.
L’avvocatura della diocesi di Milano suggerisce inoltre che il Parroco ricordi in forma scritta, con una lettera oppure una email indirizzata al presidente dell’associazione sportiva, che quest’ultima si assume ogni responsabilità per quanto concerne le proprie attività svolte nella struttura, inclusa l’adozione ed il rispetto dello specifico Protocollo anti COVID-19
 
IMPORTANTE
Impedire a tesserati l’accesso agli impianti sportivi e/o spogliatoi per assenza di Green Pass nei casi in cui l’esibizione del Green Pass non sia prevista dal protocollo CSI (e quindi dalle vigenti norme di legge), comporta gli interventi dei competenti organi di giustizia sportiva con precisi addebiti alla società in difetto nei casi in cui l’incontro non venisse disputato per le motivazioni suindicate
 
 
 
COPERTURA ARBITRALE CAMPIONATI CALCIO 2021/2022
La sezione arbitrale Calcio del CSI Milano prospetta alcune difficoltà nella copertura gare concentrate nella fascia oraria tardo pomeridiana del sabato e della domenica.
Confermiamo che in caso di spostamenti gara verrà prioritariamente assegnata la copertura alle gare nel rispetto del calendario stilato dal CSI Milano ed in subordine a tutte le gare oggetto di spostamento e/o modifica.
Ricordiamo che è possibile procedere ad uno spostamento gara rispettando le tempistiche previste dal regolamento del CSI Milano.
 
 
DISPOSIZIONI PER L’ATTIVITA’ SPORTIVA GIOVANILE
Nei campionati e nelle manifestazioni di attività sportiva giovanile a cui partecipano soltanto atleti minorenni, qualora l’unico Dirigente della Società sportiva presente venisse espulso e/o squalificato dall’arbitro, lo stesso dovrà ugualmente restare in panchina quale unico responsabile degli atleti minorenni impegnati nel gioco ma privato di eventuali compiti tecnici sportivi.
 
 
CAMPIONATI DI CALCIO A 7
Cat. Under 12-11-10
Il regolamento di gioco prevede che il risultato della gara sia dato dalla sommatoria dei risultati di ciascun tempo di gioco. Ciascun tempo di gioco è considerato una mini-gara. Si consulti a tal proposito quanto previsto dall’art. 16 del regolamento del calcio a 7 pubblicato al seguente link.
Laddove si rendesse necessario, al termine del girone eliminatorio, utilizzare il criterio della differenza reti per stabilire il posizionamento in classifica tra squadre parimenti classificate, ricordiamo che il parametro “differenza reti” considera il risultato ufficiale di ogni singola gara e non il numero delle reti fatta in ciascun tempo di gioco.
 
 
9° CAMPIONATO NAZIONALE DI CORSA SU STRADA
Si svolgerà domenica 17 ottobre a Cernusco sul Naviglio il nono campionato nazionale di corsa su strada ospitato dal CSI Milano in collaborazione con l’associazione sportiva ASO Cernusco. Attesi oltre 450 partecipanti. Il CSI Milano sarà rappresentato dagli atleti delle associazioni sportive: Polisportiva S. Marco, Atletica Ravello, Atletica Cassano D’Adda e Atletica Trezzano Istituto Gandhi.

 

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok