CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Rivoluzione sportiva in Piazza Selinunte

Il mercato rinascerà nel segno dello sport

In piazza Selinunte le grida di gioia e l'atmosfera di festa di San Siro si intravedono in lontananza, come dire: "la vita vera c'è, ed è anche vicino, ma non è qui". Sì, perché piazza Selinunte è nel cuore di un quartiere che sta ancora sotto il cappello di San Siro, ma che è ben lontano dalle luci e da tutto ciò che richiama alla mente quel nome. Parliamo di un quartiere popolare dove sacche di povertà ed emarginazione hanno nel tempo costruito un'area quasi ghettizzata, terreno fertile per la piccola criminalità, per il proliferare dell'abbandono scolastico e, di conseguenza, per il dilagare di un disagio giovanile che assume i contorni drammatici che stiamo imparando a conoscere. Tutto questo è stato esasperato dalla pandemia. 

Da pochi giorni, dopo la vittoria del bando, le chiavi dell'allora Mercato Comunale della piazza, sono state consegnate al presidente Massimo Achini e al Segretario Provinciale Marta Comi per mano dell'assessore alla Casa Pierfrancesco Maran. Da ora, il CSI insieme a Kayros può davvero iniziare a progettare la rinascita di una struttura che può diventare seriamente un luogo di aggregazione sociale, un riferimento per tutte le età, un centro che offre attività sportive, ricreative, musicali, artistiche e d'intrattenimento alla popolazione del quartiere, abitato per lo più da stranieri giovani, anche giovanissimi, e da milanesi decisamente in là con l'età. Come in tutti i quartieri con un'alta complessità sociale, la popolazione che resta è proprio quella degli anziani che decidono di non lasciare casa loro, e quella dei nuovi migranti che cercano di costruirsi un futuro e trovare case a basso costo. 

"Vogliamo provare a ribaltare il pronostico della scommessa -ha spiegato Massimo Achiniin pochi credono che in un luogo come piazza Selinunte possano accadere cose davvero belle. Noi invece ne siamo convinti e in questa operazione vogliamo creare un'esperienza di eccellenza di socialità e vitalità del territorio proprio in un quartiere su cui quasi nessuno scommette. Siamo molto entusiasti ma anche consapevoli della difficoltà della sfida. Vogliamo giocare questa partita con tutte le realtà cittadine che vogliono darci una mano a trasformare quella struttura in un grande polo educativo. Il Mercato diventerà il Selinunte Stadium, e attorno a quello stadio ci vogliamo giocare una partita fondamentale per il bene della comunità di quel territorio e della città tutta".

 

 

 

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok