CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Parma e Aquila show: Cgf Gardening dirompente!

Settimo trascinato da Mammì e Pinzetta. Si rimette in moto il Rogoredo

Con la 1ª giornata di ritorno entriamo nei mesi più caldi della stagione, dove i punti cominciano a pesare e ogni partita può rivelarsi fondamentale.

E si sa, quando conta le big non sbagliano. Ecco allora che dopo tre ko consecutivi torna alla vittoria il Rogoredo, imponendosi 3-0 sulla Polis Senago al termine di un match spigoloso e combattuto. A sbloccarlo ci pensa Agostino, che trafigge il portiere avversario dopo aver triangolato con Mezzanotte. I biancoblu, finalmente freddi sotto porta, giocano in modo ordinato e, grazie anche ad un paio di ottimi interventi di Dalla Torre, conservano il vantaggio fino al riposo. Nella ripresa la capolista lascia l’iniziativa nelle mani della Polis, abbassando il baricentro e provando a pungere in contropiede. Gli ospiti cercano il pari, ma trovano sempre sulla propria strada l’estremo difensore locale. A metà frazione D’Alessandro segna il 2-0 su calcio piazzato e nel recupero, con i gialloblu sbilanciati in attacco, Alessandro Verri mette la ciliegina sulla torta.

Tiene il passo l’Oratorio Giovi, che vince con grande sofferenza tra le mura del S. Bernardo e centra l’ottavo successo di fila. I padroni di casa siglano l’1-0 in avvio grazie ad un pregevole schema su calcio d’angolo e poco dopo raddoppiano. Col passare dei minuti, però, i ragazzi di Limbiate alzano il ritmo e mettono alle corde gli avversari. Isorni accorcia le distanze su punizione (deviata), Trocino colpisce la traversa e Marco Di Staso realizza il 2-2 con un tap-in. Nel secondo tempo Bertoglio completa la rimonta insaccando dopo un brillante spunto sulla fascia, ma i gialloblu non mollano e impattano per il 3-3. Partita finita? Non ancora, perché prima Marco Di Staso si procura e segna il rigore del 3-4, ma poi i Giovi rimangono in 6 a causa di un cartellino rosso. Il S. Bernardo si getta in avanti alla ricerca del 4-4, coglie un legno, ma non riesce a pareggiare.  

Rallenta la sua rincorsa, invece, l’Osl Sesto, sconfitta per 9-5 sul campo del Settimo. I locali (che nei primi minuti sono senza portiere) vanno sotto 0-1, ma non si scompongono, producono una mole di gioco imponente e ribaltano le sorti dell’incontro con la tripletta di capitan Mammì (che ne fa uno di testa, uno di destro e uno di sinistro).  Da lì in poi, gli ospiti, senza attaccanti e costretti a sostituire entrambi i difensori, non riescono più a reagire. Il Settimo rimane in controllo e va in rete ancora con Mammì, Pinzetta (tripletta), Truncé e Andreucci; per il Sesto segnano Rotondo (doppietta), Quiambao, Koci e Spinazzola.

Perde terreno anche la Kolbe, che dopo 9 risultati utili consecutivi cade in trasferta contro il Cea. La formazione di Viale Ungheria comincia fortissimo e dopo 5’ è già 2-0. Il primo gol è firmato da Agostino e giunge al termine di una grande azione corale; il secondo è di Casiraghi, che, su lancio di Scotti, si coordina alla perfezione e calcia al volo. La doccia fredda scuote gli ospiti, che iniziano a schiacciare i padroni di casa e a creare occasioni. Nella ripresa il copione è chiaro: la Kolbe tiene in mano il pallino del gioco, Cea si chiude e tenta di far male in ripartenza. A 3’ dalla fine un autogol di Campesati rimette tutto in bilico, ma il 2-2 viene solo sfiorato.

Regna l’equilibrio anche tra Sds Arcobaleno e Pob Binzago. Le due squadre, frenate dalla paura di perdere più che spinte dalla voglia di vincere, danno vita ad una gara con poco spettacolo e molto agonismo. Al vantaggio della Pob, arrivato solo nei secondi 25’, risponde Barolo e il match non regala più sussulti. 

Senza storia, invece, la sfida tra Gorla e Cgf Gardening. I gialloneri, cui il bottino pieno manca addirittura dal 22 ottobre, non escono dalla crisi e vengono travolti 10-4 davanti al proprio pubblico. Per i biassonesi prestazione corale maiuscola, all’interno della spiccano Parma, autore di una strepitosa cinquina, e Aquila, autore di una tripletta; iscrivono poi il proprio nome sul tabellino anche Annunziata e Maressa. A nulla servono per i locali le reti di Curia, Taddei e Pezzoli (doppietta).

Resiste solo un tempo la Nuova Junior Vis Platinum contro l’Odb Castelletto. Frison e compagni, obbligati a schierare come giocatore di movimento il secondo portiere per avere 7 effettivi, cercano di rimanere in partita il più possibile, ma poi tutta la qualità dei ragazzi di mister Sottura e la loro panchina più lunga emergono senza lasciare scampo. I senaghesi creano da subito diverse palle gol e passano con Sponsale poco prima dell’intervallo. In avvio di ripresa Mauri fa 1-1, ma è solo un fulmine a ciel sereno; l’Odb infatti continua ad attaccare e trova la doppietta di Benvenuti e il timbro di Morales per l’1-4 finale.

 

Di Luca Pellegrini

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok