CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Ciao Lino...

26 giugno 2021
 
È scomparso Lino Campeggi, un grande uomo del nostro Csi.
Lunedì lo saluteremo per l’ultima volta ed abbracceremo la figlia Monica porgendo le condoglianze più sincere di tutti noi a tutta la famiglia.
 
Mi è stato chiesto di fare conoscere Lino attraverso le parole in virtù di una cinquantennale stima, amicizia e collaborazione.
Non è un compito facile, si scontrano certamente la forte emotività e la necessità del doveroso ed equilibrato distacco informativo. 
Lino Campeggi era una persona molto nota nel nostro mondo. Molti dirigenti di società lo conoscevano da anni in virtù di una serie di incarichi svolti, che elenco in calce per coloro che non hanno potuto apprezzarlo direttamente. È evidente che solo una grande competenza ed una grande dedizione possono avergli permesso queste molteplici responsabilità.
 
In alcuni oratori era ospite graditissimo. Al nostro interno poi era assolutamente considerato “un maestro”.
È impossibile non identificare un aspetto primario del carattere di Lino Campeggi: la capacità di coinvolgere tutte le persone che lavoravano con lui con un legame solidissimo. Ognuno si sentiva importante, utile ed attivamente partecipante alla vita sportiva. L’apparente tratto burbero e sbrigativo lasciava ben presto il posto ad un humour straordinario ed una capacità motivazionale silenziosa ed efficace.
Anche il suo semplice ingresso negli uffici del Comitato contagiava tutti in un’atmosfera di rispetto ed allegria che solo un grande livello di stima poteva provocare. 
 
Una recente chiacchierata educativa con tutti i dipendenti del Comitato, arricchita da esperienze ed aneddoti, è stata un passaggio importante nell’itinerario formativo del personale.
Alcune sue iniziative associativamente aggregative, ad esempio quella di una “società di vecchi arbitri di calcio” che si riunivano periodicamente solo per rivivere lontani momenti, sono durate oltre un trentennio. La sua memoria storica dei fatti e delle persone Csi era straordinaria ed il solo pensiero che essa scompaia rappresenta una grande perdita.
 
Il “Giudice Campeggi” non trascurava mai l’aspetto associativo delle sue decisioni e ciò si inquadra nel costante insegnamento sempre utilizzato da arbitri e giudici sportivi stessi.
Non concedeva nulla al personalismo: solo efficacia e grande capacità. La sua competenza faceva il resto.
 
Potremmo fotografare Lino Campeggi ricavandone un solo vocabolo: UMANITÀ e cioè la superiorità intellettuale e morale che si manifesta con la benignità, la comprensione e la solidarietà.
 
Io non so se Lino preferirebbe essere ricordato come arbitro, come giudice, come dirigente, come tesserato Csi o come tecnico sportivo. Forse vorrebbe essere ricordato e…basta!
 
I poeti romantici letterari ci convincono che una persona rivive sempre nella misura in cui lascia qualcosa che va ricordato. Se è così, è assolutamente certo che lo ricorderemo sempre.
Tristemente a me manca già moltissimo, ma lui lo sa.
 
Guido Pace
 
 
 
 
LINO CAMPEGGI
Arbitro Csi dal 1965
Arbitro FIGC con impiego fino alle serie professionistiche
Presidente Gruppo Arbitri Calcio Csi Milano
Consigliere Provinciale Csi Milano
Responsabile Commissione Tecnica Calcio a 11 ed Aziendale
Giudice sportivo
Revisore dei conti Csi Milano (incarico attualmente svolto)
Presidente Commissione provinciale Giudicante (incarico attualmente svolto)
 
Onorificenze:
Premio Ezio Marenghi
Discobolo d’oro al merito del Centro Sportivo Italiano

 

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok