CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Campionato da urlo: ora è lotta tra le Fantastiche 4

Warriors e Baggese battono Filarete e Dergano: la corsa al titolo si allarga

Solo una vittoria esterna nell’ultima giornata di andata del campionato di calcio a 11, categoria Eccellenza. A centrarla è un ritrovato S. Luigi Cormano, che si impone per 0-2 sul campo della Virtus Opm. Gli ospiti partono meglio e creano diverse occasioni, ma la poca precisione e la bravura dell’estremo difensore avversario conservano lo 0-0. Nella seconda frazione i padroni di casa non cambiano marcia e il S. Luigi ne approfitta, sbloccando il parziale su rigore. Per la Virtus lo 0-1 è come una sveglia: da quel momento inizia infatti ad attaccare a spron battuto e a produrre numerose chance. Gli errori in fase di finalizzazione, però, vengono pagati a caro prezzo e la squadra di mister Vailati, dopo aver tirato un sospiro di sollievo per un gol annullato ai gialloverdi nei minuti di recupero, segna con Marchesi lo 0-2 che chiude il match. 

In chiave salvezza, fondamentale vittoria per l’Up Settimo, che supera di misura l’Artademia. La partita è molto piacevole, con numerose occasioni da ambo le parti. La rete decisiva arriva però solamente nel finale e porta la firma del solito Alessandro Oddo, che regala 3 punti vitali ai suoi. 

Non meno importante il successo della Nabor, che grazie alla tripletta di uno scatenato Alberto Daniele si impone sulla Cinisellese. Per i blaugrana una giornata storta, anche se la reazione nel finale è la base da cui ripartire.  

Inizia l’anno nuovo col piede giusto anche il Vittoria, che batte 4-2 l’Aso Cernusco. Bottino pieno meritato, anche se i locali, a causa di grossolani errori difensivi, tengono in partita gli avversari fino all’ultimo minuto, quando Tanci si inventa un eurogol che mette al sicuro il risultato. 

In coda, perdono sia il Valsesia che l’Equipe.

La prima capitola 2-1 tra le mura dell’Usr Segrate. Punteggio che lascia l’amaro in bocca agli ospiti, che offrono un’ottima prestazione, ma vengono fermati dai legni e dalle parate del portiere di casa. 

La seconda cade 4-1 sul campo dell’Osm Assago nel posticipo di mercoledì. 

Per entrambe le compagini la classifica inizia a farsi complicata, con i playout distanti 4 lunghezze; urge un rapido cambio di marcia. 

Concludiamo con i due big match di giornata, che regalano emozioni e spettacolo. 

La Baggese supera i leader della classifica con un secco 3-1. Nonostante l’importanza dell’incontro, in campo non c’è alcun nervosismo, con le due squadre che si affrontano a viso aperto con grande correttezza. I rossoneri giocano bene e meritano i 3 punti, grazie ai quali si portano a -4 dal S. Giorgio Dergano con due gare in meno. 

Gli Warriors, davanti al proprio pubblico, vincono contro i vicecampioni del Filarete. Succede tutto nel primo tempo: i locali partono subito forte e vanno avanti 1-0, subiscono l’1-1 di Pomelli e tornano avanti con Preziosa. Nella ripresa gli ospiti macinano gioco e colpiscono un palo clamoroso con Grasso, mentre i Guerrieri cercano di pungere in ripartenza. Il parziale però non cambia più e la classifica in vetta si fa sempre più corta, con quattro squadre in lotta per il titolo. I recuperi potrebbero poi mischiare ulteriormente le carte e regalarci tre formazioni a pari merito (S. Giorgio Dergano, Filarete e Warriors) e una (la Baggese) subito sotto ad 1 punto di distanza. 

 

Di Stefano Baldan

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok