CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Lo Scassano fa sul serio. Che prova della Virtus MI!

Giuliano trascina la Colombara. Ok anche Oratorio Cesate e Baranzate

Spesso, in questo avvio di stagione, abbiamo raccontato turni di campionato pieni di risultati a sorpresa, con le favorite che inciampano e le “underdog” che ribaltano le aspettative. Non è però questo il caso della sesta giornata di campionato, nella quale le prime della classe (ad eccezione della Polis Senago B) hanno vinto tutte.

Cominciamo da chi al momento occupa il gradino più alto del podio: il Baranzate 2017. I gialloblu, ancora imbattuti, si impongono in rimonta su un ottimo S. Pio X Cesano Maderno, che ancora una volta paga la propria inesperienza e i propri cali di attenzione. Sì perché gli ospiti partono fortissimo e vanno sullo 0-2 grazie ai centri di Fumagalli e Franzolin. La capolista accorcia le distanze con Damianello, ma i biancoverdi riportano a due le lunghezze di distanza con Lattanzi. Proprio quando la sfida sembra assumere una fisionomia delineata, il Baranzate risponde con grinta e orgoglio e punisce gli errori (sia in fase offensiva che in fase difensiva) degli avversari. Mazzurco e una strepitosa tripletta di Antonino ribaltano la contesa e fissano il punteggio su un clamoroso 5-3. Per il S. Pio X l’unica nota lieta al termine di un match che si sono lasciati sfuggire dalle mani è il rientro in campo di Geninazzi dopo un lungo infortunio.

Prosegue la rincorsa alla vetta dello Scassano, che vince in trasferta contro il S. Rocco Seregno e ottiene il quarto risultato utile consecutivo. La partita, nella prima frazione, è molto fisica e giocata soprattutto a centrocampo; di occasioni, comunque, ce ne sono da entrambi i lati, ma nessuna delle due squadre sembra riuscire a trovare lo spunto giusto. Tra fine primo tempo e inizio secondo, dalla panchina ospite arriva la svolta: Burni e Rizza vengono buttati nella mischia e vanno in gol uno dopo l’altro. Il micidiale uno-due taglia le gambe ai padroni di casa, che tentano una timida reazione, ma non riescono a perforare la retroguardia gialloverde. L’incontro si chiude 0-2.

A pari punti con lo Scassano c’è il sempre più sorprendente Oratorio Cesate, che supera 2-3 la Robur Fbc C dopo una gara combattuta fino all’ultimo minuto. È proprio la formazione neopromossa ad andare in vantaggio, sfruttando alla perfezione uno schema su calcio da fermo che viene finalizzato da Sassi. Subito lo 0-1, i locali provano ad alzare il baricentro, ma un’altra punizione (questa volta calciata direttamente in porta) li condanna allo 0-2: Zanellato si incarica della battuta, non lascia scampo al numero uno avversario e segna la settima rete in quattro partite. La Robur non ci sta: reagisce, colpisce un palo, e prima dell’intervallo realizza con Alberti l’1-2 che rimette tutto in discussione. I ragazzi di Cesate hanno subito una doppia, incredibile chance per riportarsi a +2, ma Dell’Acqua e Soldati centrano il palo. A metà della seconda frazione, la squadra di casa agguanta il 2-2 con Iannelli in seguito ad una corta respinta di Virgallito e pare avere le energie necessarie per completare la rimonta; nel suo momento migliore, però, si sbilancia in avanti e concede una micidiale ripartenza che Abamadiane trasforma nel 2-3. Nonostante l’assedio finale di Zecchin e compagni, il punteggio non cambia più.

Come già anticipato, l’unica a perdere nella parte alta della classifica è la Polis Senago B, che cade sotto i colpi della Virtus MI Open Yellow. I primi 25’ sono equilibrati dal punto di vista del gioco espresso, ma non da quello della freddezza sotto porta. La formazione in maglia gialla, infatti, è spietata e capitalizza ogni occasione: quando le squadre vanno a riposo, il tabellino recita 4-1 (timbri di Anatrella, Lomacci, Lauro e un’autorete per la Virtus; a segno siciliano per la Polis). I ragazzi di mister Longoni, però, non si abbattono e nella seconda metà di gara si rifanno sotto col solito Riccardo Girelli. Nell’ultimo quarto d’ora la sfida diventa molto fisica e il gioco si spezzetta. Le marcature di Morone e Calvanico per i locali e il secondo sigillo di Siciliano per gli ospiti concludono l’incontro sul 6-3.

Chiudiamo con il brillante successo per 1-4 della Colombara tra le mura della Virtus Bovisio Bianca. I biancorossi si dimostrano fin dall’avvio più determinati e concentrati: arrivano sempre primi sulle seconde palle, vincono diversi duelli aerei e sfruttano al meglio le opportunità a propria disposizione. Le prime due reti arrivano da calcio d’angolo; la terza (dopo che la Virtus fallisce ameno un paio di buonissime chance) ad inizio ripresa. Vega prova a riaprire i giochi, ma dopo pochi minuti l’1-4 spegne ogni speranza dei padroni di casa. Protagonista assoluto della partita Giuliano, che trascina i suoi con una tripletta.

di Luca Pellegrini

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok