CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Doppio testacoda: festeggiano Virtus e S. Rocco!

Scassano e Oratorio Cesate ko in casa contro le ultime due della classe

Anche il settimo turno del Girone A è andato in scena a ranghi ridotti a causa dei rinvii di questo weekend, ma chi pensava ad una giornata di campionato con poco da offrire si è dovuto ricredere. Nelle sole tre partite giocate, infatti, ci sono stati almeno due risultati clamorosi, che hanno ribaltato i pronostici e accorciato ulteriormente una classifica nella quale, sia ai piani alti che nelle retrovie, si ha sempre più l’impressione che possa succedere di tutto.

Cominciamo dal testacoda che ha visto protagoniste lo Scassano, secondo, e la Virtus Bovisio Bianca, fanalino di coda. Gli ospiti, ancora a zero punti, avevano estremo bisogno di sbloccarsi, ma la prova a cui erano attesi era ardua: la formazione di Cassano d’Adda non perdeva dalla prima uscita stagionale e, tra le mura amiche, aveva sempre conquistato il bottino pieno. I padroni di casa, dal canto loro, volevano centrare il terzo successo consecutivo e agganciare momentaneamente il Baranzate. 

A partire meglio sono i gialloverdi, che sbloccano il match con la rete di Domenico Berardi. I ragazzi di mister Duarte, però, non si abbattono: mantengono la lucidità, continuano a fare il proprio gioco e grazie alla doppietta di Sanci ribaltano il punteggio. La risposta dei locali non si fa attendere e porta la firma di Cominassi , che approfitta di un errore da matita blu della retroguardia avversaria e impatta la sfida. Quando l’incontro sembra bloccato e nessuna delle due squadre sembra riuscire a trovare lo spunto giusto, ecco la svolta: i biancazzurri spostano Andres Vega dal centrocampo all’attacco e assumono una veste iper offensiva. Proprio il numero quattro dei biancazzurri ripaga l’azzardo, segna due gol splendidi e fissa il risultato sul definitivo 4-2!  

La seconda caduta che fa notizia è quella dell’Oratorio Cesate Bianca, neopromossa che in questo avvio di stagione sta stupendo tutti. Zanellato e compagni avevano fino ad ora tenuto un ruolino di marcia quasi perfetto, fatto di tre vittorie e un pareggio in quattro partite, e (come lo Scassano) volevano tentare l’aggancio in vetta. Il S. Rocco Seregno, penultimo a quota tre punti e reduce da tre sconfitte in quattro gare, voleva tornare a muovere la classifica e ottenere il primo successo in trasferta.

Il match, fin dalle prime battute, è caratterizzato da molto agonismo. I padroni di casa assumono presto il controllo del gioco, imprimono un ritmo elevato e creano numerose occasioni; i gialloblu dimostrano grande organizzazione e concentrazione e provano ad arginare le folate avversarie mantenendo i reparti compatti. Ad andare in vantaggio, a sorpresa, è la squadra ospite, con bomber Ruffinotti che sfrutta un rimpallo in area di rigore e fa 0-1. La reazione del Cesate è veemente, ma va spesso a sbattere contro un Fornoni in serata di grazia. Nella ripresa i locali rientrano in campo con grinta e determinazione, decisi a ribaltare la sfida. A metà frazione, su uno schema da calcio d’angolo, Soldati trova il meritato pareggio e rimette tutto in discussione. Sembra il preludio alla rimonta, ma così non è. Passano infatti 3’ e Maccarelli, in ripartenza, salta un uomo, lascia partire una conclusione improvvisa che si insacca a fil di palo e riporta avanti i suoi nel momento di maggior sofferenza. Il finale è vibrante. Spinta dal proprio pubblico e con un uomo in più (in seguito al cartellino rosso rifilato all’autore dell’1-2 Maccarelli), la formazione di mister Radice va all’arrembaggio. Fornoni, però, continua ad essere miracoloso e quando non può nulla ci pensa Molteni a salvare sulla riga un gol fatto. Il risultato non cambia più.

Nel monday night, netto 5-1 della Polis Senago B sul 2008 Lazzaretto. I ragazzi di Seregno, in realtà, iniziano meglio, mettono in difficoltà gli avversari con un pressing intenso e vanno in vantaggio con Capodivento. La risposta dei gialloblu è immediata e non lascia scampo: all’intervallo il parziale è di 4-1 e la pratica è già chiusa. I secondi 25’ non offrono grandi sussulti, con la Polis che amministra e confeziona il pokerissimo. Mattatore di serata Siciliano, che ne fa addirittura quattro; a completare il tabellino dei marcatori, immancabile, la firma di Riccardo Girelli

Fa parte della settima giornata anche se è stata giocata il 17 ottobre S. Maria - Paina 2004, conclusasi 0-2 grazie ai sigilli di Colciago e di Longoni.

di Luca Pellegrini

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok