CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Scontro salvezza alla Virtus. Cesate: il trono è tuo!

La Robur ne fa di nuovo cinque. Fornoni ancora decisivo per il S. Rocco

Risultati molto importanti in questo 13° turno del Girone A, sia in vetta alla classifica che in coda.

Con la vittoria per 3-1 di venerdì sera (la sesta consecutiva), l’Oratorio Cesate scavalca la Polis Senago B e regala al campionato una nuova capolista. La partita contro i Boys è piacevole ed equilibrata, frutto dell’elevata qualità di entrambe le compagini. Dopo 10’ di studio, i padroni di casa iniziano ad alzare il ritmo e a stretto giro di posta portano alla conclusione Sassi, Carugati e Abamadiane, ma prima l’estremo difensore avversario e poi l’imprecisione negano loro il vantaggio. Vantaggio che arriva, però, al 18’: Sassi raccoglie un pallone fuori area e senza pensarci due volte lascia partire una conclusione imparabile che vale l’1-0. Nella seconda frazione i neroverdi prendono in mano le redini dell’incontro, ma non riescono a produrre palle gol nitide e allora alla prima occasione utile i locali raddoppiano grazie alla punizione di Zanellato. I Boys avrebbero immediatamente l’opportunità di pareggiare, ma la gettano alle ortiche e da quel momento calano dal punto di vista fisico e mentale. L’Oratorio Cesate ne approfitta e segna il 3-0 con una perla di Zanellato: sombrero al difensore e sinistro micidiale all’angolino. Sfida in cassaforte e parziale che cambia solo ad 1’ dalla fine per il gol della bandiera della formazione di S. Maurizio al Lambro.

Conquista una vittoria altrettanto importante, anche se agli antipodi della classifica, la Virtus Bovisio, che supera 3-2 il 2008 Lazzaretto. I ragazzi di mister Duarte partono forte e concludono la prima frazione avanti 2-0 grazie ai sigilli di Lorenzon e Andres Vega. La squadra di Seregno, però, non ci sta: nella ripresa rientra in campo con grande determinazione e riesce ad agguantare il 2-2. Proprio quando la gara sembra destinata a concludersi in parità, regalando alle due formazioni un punto che non condannerebbe nessuno, ma che in ottica classifica servirebbe a poco, Alberti trova il guizzo giusto e regala ai suoi il primo, pesantissimo bottino pieno casalingo.

Vince tra le mura amiche anche la Robur, che conferma il proprio stato di forma positivo imponendosi 5-3 su un Baranzate che non può far altro che ringraziare l’arrivo della sosta, indispensabile per recuperare uomini ed energie. Il match è vibrante e ricco di sorpassi e controsorpassi. I padroni di casa siglano l’1-0 con bomber Zecchin, ma vengono recuperati e superati da Mazzurco e Scaffidi Damianello. Alberti riporta tutto in parità, ma i gialloblu rimettono la freccia con il proprio numero 4. Da lì in avanti gli ospiti spengono la luce e la Robur sale in cattedra, andando a segno ancora una volta con Zecchin e Alberti e mettendo il punto esclamativo con il gol di Malacarne.

Periodo molto positivo anche per il S. Rocco Seregno, che vince 2-0 contro il Paina e ottiene il terzo successo consecutivo. Come accade ormai da qualche giornata a questa parte, l’arma in più di Branciforti e compagni è la difesa, con la coppia di centrali formata da Lorenzo Molteni e Angelo Ruffinotti ad arginare ogni attacco e soprattutto con il numero uno Mattia Fornoni alla sua miglior stagione di sempre. La squadra di Giussano, dal canto suo, gioca bene e arriva spesso alla conclusione, ma trova sulla sua strada o la solida retroguardia o l’insuperabile portiere gialloblu. Il primo tempo si conclude 1-0 (rete di Pietro Ruffinotti, dopo un’azione personale); nel secondo il Paina preme alla ricerca del pari, ma il S. Rocco si difende con ordine e dimostra ancora una volta grande cinismo: appena ne ha l’occasione raddoppia con Bortolas e amministra il vantaggio fino alla fine.

Come la Virtus Bovisio, conquista tre punti di fondamentale importanza in zona playout anche il S. Pio X, che in trasferta stende lo Scassano con un netto 1-5. I biancoverdi impostano la gara come contro la Colombara: reparti vicini, compattezza, grande concentrazione e lucidità in avanti. Al termine dei primi 25’ il risultato è di 0-1, anche se gli ospiti soffrono la qualità degli avversari, che creano tanto, ma non concretizzano. In apertura di ripresa lo Scassano trova il meritato pareggio, ma inaspettatamente gli ultimi 10’ sono un monologo dei ragazzi di Cesano Maderno, che realizzano quattro reti e chiudono i conti. Mattatori di serata Bellotti (tripletta) e Franzolin (doppietta).

Chiudiamo con il pirotecnico 4-4 tra S. Bernardo e Colombara. Il match è molto equilibrato, come dimostrano i parziali dei due tempi, entrambi conclusisi sul 2-2. Se però i biancorssi possono gioire per la reazione che li ha portati a rimontare dal 4-2 al 4-4 (con marcatura decisiva di Zupi, che segna un gran gol di testa), tra le fila dei gialloblu c’è grande amarezza per non essere riusciti a strappare una vittoria che sembrava alla portata.

 di Luca Pellegrini

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok