CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Corazzata Cesate: 6-2 alla Polis e rotta verso il titolo

I Boys raggiungono la Virtus Mi al 3° posto. Voce grossa Robur a Cologno

La 2ª giornata di ritorno metteva in palio punti importanti soprattutto nella metà superiore della classifica. 

La partita di cartello era sicuramente una: Polis Senago - Oratorio Cesate, seconda contro prima. Fin dall’avvio emerge chiaramente come l’incontro sia stato preparato dalle due squadre con una tattica opposta: la capolista gioca a ritmi elevatissimi e non fa respirare gli avversari, i gialloblu attendono e lasciano costruire gli ospiti dal basso. Dopo 5’, l’episodio che indirizza la contesa: Zanellato viene steso in area di rigore, Soldati si incarica del penalty e fa 0-1. Lo svantaggio innervosisce i padroni di casa, che perdono ordine e lucidità. L’Oratorio Cesate ne approfitta, continua a macinare gioco e raddoppia con Zanellato, che appoggia in rete al termine una splendida azione corale. Il palo impedisce lo 0-3 e alla prima occasione utile il capocannoniere Riccardo Girelli riapre tutto: è 1-2. Nel secondo tempo la Polis torna in campo più carica, mentre i ragazzi di mister Radice sembrano aver subito il contraccolpo. Carugati, però, sfruttando un’incertezza del portiere casalingo, sigla il 3-1 e ridesta i suoi, che poco dopo calano il poker con Soldati. Matteo Girelli accorcia nuovamente le distanze con un bolide da centrocampo, ma gli ospiti non si scompongono e arrotondano il punteggio con il colpo di testa di Zanellato e il timbro del nuovo arrivato Busiello.

Non meno importante il match tra Boys e Virtus Mi, rispettivamente 4ª e 3ª e separate da soli 3 punti. I neroverdi, reduci dalla sconfitta contro il S. Maria, si impongono con un secco 3-1, ottengono il 3° successo nelle 4 gare disputate in questo 2020 e agganciano proprio la Virtus sul podio.

Poteva approfittare del ko della Virtus Mi lo Scassano, che però capitola per 5-2 tra le mura della Colombara. I biancorossi, cui la vittoria mancava dal 22 novembre, offrono una prestazione da vera squadra, fatta di grinta, solidità e buone trame offensive. L’ottima prova corale è testimoniata dai 5 marcatori tutti diversi: Hagag, La Barca, Giuliano, Zupi e Molinari. Per lo Scassano, andato anche in vantaggio, ma messo in difficoltà dalle assenze e dagli infortuni nel corso dell’incontro, reti di Burni e Rota.

A seguito di questo ko, la formazione di Cassano d’Adda viene raggiunta in zona playoff dal Baranzate, che davanti al proprio pubblico ha la meglio sul 2008 Lazzaretto. La sfida è ad alto tasso di spettacolarità, ricca di gol ed emozioni. I gialloblu vanno subito in vantaggio e da quel momento conducono sempre la contesa, non dando mai l’impressione di perdere il controllo della partita. Unica nota dolente per i locali le solite amnesie difensive, che danno agli avversari la possibilità di realizzare ben 5 reti. Al triplice fischio il risultato è infatti un pirotecnico 7-5; a segno Mazzurco, Iervolino (doppietta), Scaffidi Damianello (doppietta), Errico e Antonino per il Baranzate e Capodivento (tripletta), Scuratti e Bellani per il Lazzaretto.

Nella parte centrale della classifica, vittoria di grande valore per la Robur, che in trasferta supera il S. Maria e si allontana dalla zona playout. La squadra di Baruccana disputa una prima frazione di alto livello e va meritatamente avanti 0-2 (Iacuone e Zecchin), ma a causa di due disattenzioni si fa riprendere a pochi minuti dall’intervallo dalla doppietta di Cavenaghi. Ad inizio ripresa i biancorossi portano a termine la rimonta con il 3-2 di Pontillo, ma negli ultimi 15’ crollano fisicamente; la Robur riprende in mano le redini dell’incontro e con Iannelli, Alberti, Vergani e Zecchin fissa il punteggio sul 3-6.

Pari scoppiettante tra S. Bernardo e S. Rocco Seregno. Gli ospiti partono fortissimo e dopo 5’ sono già 0-2 grazie a Molteni e al solito Pietro Ruffinotti. Nonostante l’avvio shock, i gialloblu riescono a ricompattarsi e prima di rientrare negli spogliatoi acciuffano il 2-2 con Di Giovane e Toffanin. Nel secondo tempo l’equilibrio non si rompe e al gioiello di bomber Ruffinotti risponde subito Gallo per il 3-3. Nel finale entrambe le squadre provano a vincerla, ma a causa dell’elevato agonismo e di sforzi offensivi troppo confusionari il parziale non cambia. 

Chiudiamo con la sfida salvezza S. Pio X - Virtus Bovisio. Come spesso accade quando una gara è fondamentale per la classifica, le due compagini sono più attente a non subire gol piuttosto che a segnarlo. Ne nasce un match equilibrato e poco spettacolare. I primi 25’ terminano 1-1: vantaggio biancoverde con Chacon e pareggio di Gatto. Nella seconda frazione Fiorillo riporta avanti i padroni di casa, che riescono a difendere il risultato nonostante l’inferiorità numerica nei minuti finali. 

 

Di Luca Pellegrini

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok