CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Riecco il Don Bosco! È notte fonda per il Casoretto

Nord Ovest senza pietà contro i 4 Eva. Osber unica corsara di giornata

L’anno nuovo comincia a ranghi ridotti per il Girone B, con ben tre gare rinviate: Desiano - S. Alberto Orsa 1999, Eduspo Moschettieri - Pinzano 87 Arancio e Football Club Sangio - Apo Vedano. Se a questo si aggiunge poi il turno di riposo del S. Carlo Milano, è singolare notare come 6 delle prime 7 squadre in classifica non siano scese in campo in questa giornata di inizio 2020.

L’unica formazione a giocare di quelle che attualmente occupano le zone nobili è l’Osber, che approfitta della situazione, supera 2-3 l’Annunciazione e si prende la vetta. Il match è ad alti ritmi fin dalle prime battute. Gli ospiti, in particolare, sono indiavolati e si portano sullo 0-2 grazie a capitan Caputo e a Tropiano. I padroni di casa, però, tornati alla vittoria nell’ultima gara di dicembre dopo una lunga crisi, vogliono dare seguito al risultato positivo e non si abbattono: si riorganizzano tatticamente e mentalmente e cominciano a rispondere colpo su colpo. Contemporaneamente, l’Osber, forse rassicurata dal doppio vantaggio, cala d’intensità e tra fine primo tempo e inizio secondo subisce il 2-2. Da quel momento ci sono ribaltamenti di fronte continui e occasioni da una parte e dall’altra. Entrambe le compagini hanno l’opportunità di fare bottino pieno, ma a trovare lo spunto giusto sono i ragazzi di mister Mensi, che con Bruseghini conquistano il bottino pieno.

Se gli scontri diretti che interessavano la parte alta della classifica vengono rimandati, la stessa sorte (fortunatamente) non tocca a quelli della bagarre salvezza, che incendiano il 14° turno e ne sono gli assoluti protagonisti.

Nord Ovest - 4 Evangelisti era sicuramente l’incontro più delicato, poiché metteva di fronte rispettivamente terzultima e penultima. Mazzù e compagni, che nelle ultime partite prima della sosta natalizia avevano messo in mostra incoraggianti segnali di crescita, si presentano alla sfida con un nuovo assetto tattico, sperimentato proprio durante la pausa. I frutti si vedono subito: squadra solida, avversari che faticano a contrattaccare e risultato che dopo pochi minuti è già di 2-0. Due svarioni difensivi regalano ai gialloneri il pareggio, ma i ragazzi di Viale Espinasse non si scompongono e tornano avanti prima del riposo. Ad inizio seconda frazione sembra regnare l’equilibrio, ma dopo il 3-2 su punizione e l’immediato 4-2 in contropiede i 4 Evangelisti si sciolgono e la Nord Ovest dilaga fino al 7-2. Sugli scudi Claudio Iengo, che segna una tripletta e si porta a casa il pallone, e Ciro Iengo, autore di una doppietta; a completare il settebello Lestingi e Mazzù.

Rimane a pari punti con la Nord Ovest il Chiaravalle, che davanti al proprio pubblico travolge un S. Carlo Casoretto cui il 2020 non sembra abbia portato il cambio di marcia sperato. Il match non ha storia e vede i locali dominare in lungo e in largo. Duonnolo sblocca la gara, Ciriolo raddoppia in contropiede e poi si scatena Basso Ricci, che mette a segno una tripletta. A suggello di una vittoria importante per la classifica e per il morale, dopo il pesante ko contro l’Osg, ci pensa bomber Russotti, che trova il 6-0 e il 12° centro stagionale.

Una lunghezza sopra Chiaravalle e Nord Ovest c’è il Don Bosco Carugate, che tra le mura amiche supera 2-0 l’Osg 2001 e torna a gioire dopo addirittura tre mesi. Il primo tempo è caratterizzato da ritmi abbastanza bassi. I padroni di casa controllano il pallino del gioco, si difendono con ordine e producono diverse buone occasioni senza tuttavia riuscire a capitalizzarne nessunai. Sembra il solito copione per la formazione di mister Nava, ma un errore in impostazione dell’Osg dà il via ad un’azione confusa che Moreschi risolve spedendo la palla in rete per l’1-0. Nella ripresa, l’Osg, che un po’ per l’organizzazione tattica del Don Bosco e un po’ per scarsa verve era apparsa spenta per tutti i primi 25’, alza intensità e baricentro. I suoi tentativi di acciuffare l’1-1, però, non vanno a buon fine a causa dell’imprecisione o degli ottimi interventi dell’estremo difensore di Carugate. I locali, così, riprendono coraggio e tornano ad affacciarsi nella metà campo avversaria. Il secondo palo di giornata è solo il preludio al raddoppio di Moreschi, che punisce un’altra palla persa a centrocampo dagli avversari, realizza la doppietta personale e chiude l’incontro. 

    

 Di Luca Pellegrini

     

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok