CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

L'Apo Vedano non si ferma più e ingrana la sesta!

L’Osber travolge il Chiaravalle. Terza sconfitta consecutiva per il Desiano

Con la 15ª giornata anche il Girone B si lascia alle spalle il girone d’andata e si proietta verso la seconda metà di stagione.

Tra le squadre che chiudono al meglio la prima parte di campionato c’è senza dubbio l’Apo Vedano, che tra le mura amiche centra la sesta vittoria consecutiva  battendo 2-1 il S. Carlo Milano. Gli ospiti, privi di quattro titolari e con un solo cambio in panchina, fanno quello che possono, ma i padroni di casa dominano e creano un’occasione dopo l’altra. L’1-0 sembra solo questione di tempo, ma inaspettatamente, su calcio d’angolo, a sbloccare il match sono gli amaranti, che con Schiavone puniscono lo scarso cinismo degli avversari. A inizio ripresa i ragazzi di mister Iemmolo si divorano il raddoppio, ma è solo un fulmine a ciel sereno, perché il copione rimane quello dei primi 25’: l’Apo attacca a testa bassa (senza tuttavia perdere mai la lucidità) e il S. Carlo prova a reggere l’urto. A 15’ dal termine, gli ospiti crollano e nel giro di 5’ incassano l’1-1 di Testa e il 2-1 di Centemero. Sono le reti che decidono l’incontro e che mandano i gialloblu a sole tre lunghezze dai playoff.

Chi invece chiude male un girone d’andata che era stato perfetto per quasi due mesi è il Desiano, che contro l’Osg 2001 incassa il terzo ko consecutivo. La partita è appassionante e combattuta dal calcio d’inizio al triplice fischio. Ramponi e compagni provano a giocarsela ad armi pari, ma continuano a pagare le assenze di alcuni dei propri uomini chiave. I locali, dal canto loro, offrono una prestazione di alto livello, mettendo in campo compattezza e determinazione e riscattandosi dopo la sconfitta contro il Don Bosco Carugate. Nel pirotecnico 5-4 finale vanno a segno Carbone (doppietta), Settimio, Saccinto e Semenzato per l’Osg, mentre per il Desiano timbrano il cartellino Locati, Tedeschi e Casagrande (doppietta).

Tra Osber e Chiaravalle l’equilibrio dura solo 10’, durante i quali la capolista rischia più volte di andare sotto. Scampati i pericoli e ringraziata l’imprecisione degli avversari, la formazione di Via Iseo sigla l’1-0 alla prima occasione utile e da lì in avanti non si ferma più. Partecipano al festival del gol capitan Caputo (che si porta il pallone a casa), Petino (che oltre alla doppietta si distingue per una prova di grande sacrificio in fase difensiva), Tropiano, Milanesi e Corbellini (per l’ennesima volta su punizione). Utile solo per le statistiche la rete del Chiaravalle.

Con il passo falso del Desiano, si riappropria del secondo posto l’Eduspo Moschettieri, che inaugura il 2020 con una vittoria sudata in casa del S. Alberto Orsa. I biancorossi partono bene e passano in vantaggio con Prugger, che si fa trovare tutto solo sul secondo palo e insacca una rimessa laterale a lunga gittata. Nonostante i molti ribaltamenti di fronte, lo 0-1 resiste fino al riposo. La ripresa si apre con un lampo di Farina: il numero 9 ospite decide di tirare in porta direttamente dal calcio d’inizio e, complice una deviazione, trova il clamoroso 0-2. I ragazzi di Rivolta d’Adda non ci stanno e si riversano in attacco, ma sciupano diverse opportunità. Quando Emendi finalmente trova l’1-2, tutto sembra apparecchiato per il gol del pareggio, ma una punizione (deviata) di Marotta riporta a 2 le lunghezze di distanza. Il S. Alberto Orsa si ributta in avanti, ma prima del triplice fischio fa solo in tempo a ridurre il gap con Bianchi.

A due punti dall’Eduspo Moschettieri ci sono Pinzano e Sangio, che si spartiscono la posta in palio al termine di una gara spigolosa, equilibrata, resa ancora più dura dal campo pesante. La formazione di Limbiate, abbinando solidità in difesa e qualità in fase offensiva, mette in difficoltà gli avversari e va due volte in vantaggio (prima con Manuel Rossi, poi con Cordero Murcia), ma in entrambi i casi non mette a segno il colpo del ko e si fa riprendere (doppietta di Dimasi). Il Sangio, dopo un avvio in salita, prende confidenza col terreno di gioco e ribatte colpo su colpo. I legni e gli interventi dei portieri tengono il parziale bloccato sul 2-2 e la partita finisce così.

Chiudiamo con il 2-3 tra Annunciazione e 4 Evangelisti. La squadra di mister Scarpinati dimostra fin dalle prime battute grinta e determinazione, ma sembra non riuscire ad effettuare il passo decisivo per conquistare il bottino pieno. I centri di Ferrari e Aiello, infatti, non sono sufficienti per avere la meglio sui gialloneri, che riescono ad acciuffare prima l’1-1 e poi il 2-2. Nulla possono, però, contro la giocata di Rosano Mazzarella, che salta due uomini, si accentra e lascia partire una rasoiata che si infila nell’angolino: è la rete che vale i tre punti.

 

Di Luca Pellegrini                                                                    

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok