CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Annunciazione e Osber: partenza sprint e 3 punti

Pari e patta tra Nord Ovest e Don Bosco. Cinquina esterna per il Desiano

Giornata di scontri diretti la 3ª di ritorno del Girone B, sia ai vertici della classifica che in zona playout.

Si inizia domenica mattina con la sfida tra Annunciazione e Chiaravalle, al terzultimo e quartultimo posto, separate da una sola lunghezza. I padroni di casa, cui la vittoria davanti al proprio pubblico mancava addirittura dal 13 ottobre, partono col piede sull’acceleratore e sbloccano subito l’incontro con uno schema su calcio d’angolo finalizzato da De Riggi. Il vantaggio galvanizza i ragazzi di mister Scarpinati, che non abbassano i giri del motore e in pochi minuti vanno sul 3-0 (sigilli di Ferrari e Marmugi). Gli ospiti sono completamente in balia degli avversari e non sembrano avere la forza di reagire. Nella ripresa il copione pare cambiare, con il Chiaravalle che finalmente comincia a macinare gioco, ma a trovare la via della rete è ancora l’Annunciazione, che grazie al timbro di Mazzarella cala il poker. A 10’ dalla fine, Preti e Russotti provano a riaprire la gara, ma in contropiede De Riggi realizza il 5-2 che di fatto mette fine al match. Nel recupero Russotti sigla il 5-3, ma il suo gol serve solo per le statistiche.

Rimanendo nella seconda metà della classifica, di grande importanza era anche la partita tra Nord Ovest e Don Bosco Carugate, tutte e due in zona playout e a 2 punti di distanza l’una dall’altra. Come spesso accade quando la posta in gioco è alta, l’incontro è avaro di reti (anche se tuttavia non mancano le occasioni), con le squadre che sono molto attente a non scoprirsi. Sul ritmo e sulla prestazione di entrambe, inoltre, pesano i tanti infortuni, che ormai da qualche giornata a questa parte sono diventati per le due compagini un problema con cui convivere. Il primo tempo è giocato meglio dai locali, che si portano sull’1-0 grazie al rigore trasformato da Mazzù; la seconda frazione, al contrario, è di marca ospite, con Galvan che trova il pareggio al termine di una ripartenza perfettamente orchestrata. L’1-1 resiste fino al triplice fischio e le due formazioni si dividono la posta in palio.

All’altro capo della graduatoria, era uno scontro diretto di grande rilievo quello tra Osber ed Eduspo Moschettieri. La sfida, come da pronostico molto combattuta, si decide nei primi minuti. I padroni di casa cominciano forte e vanno sul doppio vantaggio grazie alle conclusioni di Tropiano e Milanesi; i biancorossi, dopo l’uno-due, si riorganizzano, accorciano le distanze con Farina e colpiscono un palo. Nei secondi 25’ le due squadre lottano soprattutto a centrocampo, non riuscendo a trovare lo spunto giusto per cambiare il risultato. Il 2-1 finale rappresenta per l’Osber un bottino pieno pesante, che le consente di mantenere a distanza le inseguitrici, mentre per l’Eduspo è una brutta battuta d’arresto, che complica la corsa al titolo.

Seppur non decisivo per la lotta playoff né per quella playout, molto interessante era anche il match tra Osg 2001 e S. Carlo Milano, rispettivamente a 19 e 21 punti. Dopo pochi minuti, un’espulsione per parte riduce le due compagini in 6 e cambia la trama della gara, che da quel momento diventa molto fisica. A sbloccarla ci pensa Matteoli, che nel secondo tempo concede il bis e manda i suoi sul +2. Gli amaranto si rifanno sotto con la punizione di Capelli, ma nonostante il forcing non riescono ad acciuffare il pari.

Concludiamo con l’unico testacoda di giornata: Desiano – 4 Evangelisti. I locali, tornati alla vittoria settimana scorsa dopo un digiuno lungo due mesi e mezzo, vogliono confermare di essersi lasciati la crisi alle spalle e rimanere in scia all’Osber. Il loro approccio alla partita, però, è inaspettatamente attendista e i gialloneri, che mostrano al contrario un gioco propositivo e votato all’attacco, ne approfittano per assumere il controllo della contesa. L’1-0 di Fioretto (che insacca con un pregevole tiro a giro) è la logica conseguenza di quanto visto in campo nei primi minuti, ma il risultato dura poco, perché il Desiano reagisce con veemenza. Casagrande (su assist di Bernardini) calcia praticamente un rigore in movimento e fa 1-1; Colombo, a tu per tu col portiere, non sbaglia e segna l’1-2. L’estremo difensore di casa prova a tenere a galla i suoi con un grande intervento poco prima del riposo, ma non fa altro che rimandare l’appuntamento con il tris che arriva in avvio di ripresa (gol di Bernardini). Nonostante la rimonta subita, i 4 Evangelisti non mollano, siglano il 2-3 con l’incornata di Massaro e vanno ad un passo dal 3-3, sventato da un miracolo di Redaelli. Scampato il pericolo, il Desiano chiude i conti con Lucifero (sottomisura) e Carrara (su schema da corner).

 

Di Luca Pellegrini

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok