CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Colpo grosso 4 Eva: sbancato Cologno Monzese!

Sant’Alberto Orsa raggiunto nel finale. Il Desiano rimane in scia all’Osber

Quando si ha una classifica corta sia in zona playoff che in zona playout come nel caso del Girone B, è normale che ogni turno di campionato offra scontri diretti importanti per la classifica.

Partiamo da Sangio – Osber, terza contro prima. I locali, a -5 dalla capolista, ma con una gara in meno, scendono in campo consapevoli che in caso di vittoria potrebbero completamente riaprire la corsa al titolo e passano in vantaggio con un gran colpo di testa di Petrini. La risposta degli ospiti non si fa attendere e reca la firma di Caputo, che appoggia in rete dopo un micidiale contropiede. I ritmi sono elevatissimi e prima dell’intervallo c’è un altro botta e risposta: Tuzzi fa 2-1 con una conclusione da fuori e Caputo trova la doppietta che vale il 2-2. Nella seconda frazione il Sangio crolla fisicamente e l’Osber prende il sopravvento. Ronald ribadisce in porta una corta respinta del numero uno avversario e sigla il 2-3; Caputo, letteralmente immarcabile, segna il terzo gol personale finalizzando l’ennesima ripartenza da manuale.  I padroni di casa sono in netta difficoltà, ma un tiro di Calcagno coglie clamorosamente impreparato Boschiroli e riapre la partita. Guizzetti e compagni si gettano allora in attacco alla ricerca del pari, ma scoprono inevitabilmente il fianco e incassano il 3-5 di Bruseghini.

All’altro capo della classifica, molto importante era anche Don Bosco Carugate - Annunciazione. Vanno avanti gli ospiti con De Riggi, che insacca un perfetto assist di Rosano dopo un errore in disimpegno degli avversari. I locali però non si scompongono e ribaltano tutto con un’azione personale di Galvan e con il sigillo di Petrini. Nella ripresa i ragazzi di mister Nava staccano la spina, mentre l’Annunciazione si dimostra determinata a capovolgere le sorti dell’incontro. A prendersi la scena, in particolare, è Mura, che prima spizza di testa una punizione di Bruseghini trovando 1° centro stagionale e 2-2 e poi corregge in porta un tiro arrivato dalla trequarti per il definitivo 2-3.

Vince con lo stesso risultato, ma lo fa davanti al proprio pubblico, l’Apo Vedano, che supera una combattiva Osg 2001. A cominciare meglio è proprio quest’ultima, che sblocca la gara con Matteoli. Lo 0-1 dà coraggio alla squadra di Via Dupré, che però, come spesso le accade, si fa trovare scoperta su una ripartenza e subisce l’1-1 di Innocenti. Settimio, con un diagonale chirurgico, riporta avanti i suoi, ma ancora una volta l’Apo pareggia in contropiede (Papalino). Nella ripresa la trama del match si inverte: i padroni di casa giocano con più intensità e l’Osg cala vistosamente. Ad approfittarne è di nuovo Papalino, che insacca sugli sviluppi di una rimessa laterale e ribalta la contesa. Gli ospiti provano a strappare almeno un punto, ma i loro tentativi non vanno a buon fine. Da segnalare una splendida parata del portiere locale su una punizione di Lancini.

Poteva agganciare l’Osg 2001 il S. Alberto Orsa, che però viene fermato sul 3-3 dal Pinzano. Ad andare in vantaggio è la formazione di Limbiate, ma col passare dei minuti i ragazzi di Rivolta d’Adda acquistano fiducia e prendono in mano le redini dell’incontro. Lazeri impatta la partita su calcio piazzato, Emendi fa 1-2 dopo un’azione travolgente di Bianchi e in avvio di secondo tempo ancora Lazeri (e ancora su punizione) sigla l’1-3. Il S. Alberto controlla il risultato fino a 5’ dalla fine, ma, quando sembra avere ormai la vittoria in tasca, incassa due gol su corner e si fa raggiungere sul 3-3.

Un punto sotto il Pinzano c’è l’Eduspo Moschettieri, che tra le mura amiche cade inaspettatamente contro i 4 Evangelisti. Nella prima frazione i biancorossi controllano gioco e possesso palla, non correndo grossi rischi, ma non creando nemmeno grandi opportunità. A sbloccare la sfida ci pensa però Carrino, che punisce una disattenzione della retroguardia avversaria e fa 1-0. Nel secondo tempo Memè e compagni rientrano in campo con poca convinzione e i gialloneri, con grinta ed esperienza, rimontano grazie a Tassistro e a un missile all’incrocio di Zereik. 

Chiudiamo con il poker rifilato dal Desiano alla Nord Ovest. La squadra di Viale Espinasse inizia col piede sull’acceleratore e solo la traversa le nega il vantaggio. Lo scampato pericolo desta i locali, che con Monzini (serpentina sulla fascia e tocco sottomisura) e Casagrande (tiro di prima intenzione sul secondo palo) vanno sul 2-0. La Nord Ovest si rifà sotto su punizione, ma una staffilata dal limite di Carrara riporta a due le lunghezze di distanza. Nei secondi 25’ gli ospiti cercano il pari, ma vengono puniti in contropiede da Lucifero. Tanto bello quanto (purtroppo) inutile il definitivo 4-2 di Ciro Iengo.

 

di Luca Pellegrini

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok