CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Kolbe e Sesto: inizio da incubo, reazione da sogno

Cea nel segno di Scotti e Casiraghi. I Giovi volano col poker di Nicolaci

Nella 2ª giornata di ritorno del Girone A, a sorprendere non sono tanto i risultati quanto gli andamenti di alcune partite, che offrono ribaltoni inaspettati e colpi di scena degni del miglior regista.

Cominciamo dalla sfida tra Osl 2015 Sesto e San Bernardo A. I padroni di casa arrivano al campo vogliosi di riscatto, sia perché all’andata avevano perso 3-2, sia perché settimana scorsa hanno interrotto la propria striscia di undici risultati utili consecutivi. Gli ospiti, allo stesso modo, si presentano alla partita determinati a muovere la classifica, dato che in questo inizio di 2020 hanno raccolto tre sconfitte in altrettante uscite. Ci si aspetta un match equilibrato, ma la prima parte di gara è un autentico monologo: i gialloblu dominano in lungo e in largo e vanno al riposo sull’1-4. In avvio di ripresa le cose non cambiano, con l’Osl Sesto che sembra in bambola e il S. Bernardo che ne approfitta portandosi sul 2-6. A quel punto, però, gli ospiti spengono la luce e locali tirano fuori orgoglio e carattere, rimontando incredibilmente fino al 6-6. Finita? Neanche per sogno, perché all’ultimo minuto i ragazzi di Cesano Maderno fanno 6-7 su rigore e all’ultimo secondo, sempre dagli undici metri, incassano il clamoroso 7-7 su cui si conclude una contesa combattutissima, ma sempre molto corretta. Per il Sesto a segno Vocale (tripletta), Quiambao (doppietta) e De Gaspari (doppietta); per il S. Bernardo Coloma (tripletta), Farruggio (doppietta), Granata e Vigliotti.

Non meno pirotecnica la sfida tra Kolbe e Gorla. Esattamente come l’Osl Sesto, anche la formazione di mister Gorini ha visto interrompersi la propria lunghissima striscia positiva settimana scorsa ed era desiderosa di rimettersi in moto. Contro il Gorla, però, i primi 5’ sono un incubo: in campo ci sono solo i gialloneri, che con la doppietta di Taddei e il timbro di Scenna si portano sullo 0-3. I padroni di casa, che paiono svagati e con poco mordente, chiamano un timeout per provare a riordinare le idee e l’effetto è semplicemente devastante: nel giro di pochi giri di lancette il risultato è capovolto e già prima dell’intervallo il tabellino recita 7-3 (tripletta di Marco Piccirillo e sigilli di Sacchi, Zoppi, Muti e Dalla Torre). Nella seconda frazione la Kolbe gestisce senza affanni ed effettua numerose sostituzioni, riuscendo comunque a trovare il gol con Dalla Torre (doppietta) e con Davide Piccirillo. Utile solo per le statistiche la 4ª rete del Gorla firmata da Scenna (doppietta anche per lui).

Non solo rimonte e controrimonte, ma anche incertezza fino all’ultimo istante nell’incontro tra Odb Castelletto e Cea. A passare in vantaggio sono i ragazzi di Viale Ungheria, che pungono in contropiede con Scotti su assist di Casiraghi. Proprio Casiraghi ha l’occasione del raddoppio, ma colpisce il palo da pochi metri e sul ribaltamento di fronte i gialloneri segnano l’1-1 con un gioiello di Benvenuti. Passa pochissimo e Forleo trova il gol che ribalta le sorti della contesa. Nel secondo tempo il Castelletto ha almeno tre chance per il colpo del ko, ma le spreca tutte e dà agli avversari la possibilità di rimanere in partita. Col passare dei minuti Cea ritrova grinta e lucidità e, dopo aver colpito un palo e aver gettato al vento alcune buonissime opportunità, realizza il 2-2 con Scotti e il definitivo 2-3 con Casiraghi. 

Non è da montagne russe, invece, il match tra Oratorio Giovi e Nuova Junior Vis. La formazione di Limbiate, forte di otto vittorie consecutive, parte col piede sull’acceleratore e va subito avanti grazie alla conclusione da fuori di Dario Isorni. Poi inizia lo show del protagonista di serata: Rocco Nicolaci, che sigla una doppietta e fissa il punteggio sul 3-0. In avvio di ripresa, gli ospiti si rifanno sotto con Pastore, dimostrando di non mollare mai nonostante lo svantaggio e le difficoltà (anche a questa gara, infatti, si presentano con soli 7 effettivi). La nuova Nunior, però, non ha nemmeno il tempo di esultare, perché Nicolaci calcia direttamente da centrocampo e trova tripletta e 4-1. A 10’ dal termine, Cesana accorcia nuovamente le distanze, ma il numero 22 dei limbiatesi si dimostra immarcabile e chiude i conti con il poker personale che vale il definitivo 5-2.

Chiudiamo con Polis Senago - Sds Arcobaleno. La squadra di Cassina de’ Pecchi, dopo aver ritrovato i 3 punti nel recupero contro il Gorla, non riesce a ripetersi né sul piano del risultato né su quello della prestazione. Poco brillanti e forse un po’ troppo nervosi, Morreale e compagni cadono sotto i colpi dei gialloblu, che tengono sempre in mano il pallino del gioco e vincono senza affanni grazie alla doppietta di Cappellari. Vittoria meritata e parziale che poteva anche essere più ampio.

 

Di Luca Pellegrini

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok