CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Il San Domenico Savio schianta l'Aso San Rocco!

Si rimettono in moto Cerbattese e Osds. Sesto pari per il Libero Sport

Nel turno in cui la capolista Resurrezione riposava, le inseguitrici avevano il compito di accorciare le distanze; alcune hanno centrato l’obiettivo ottenendo un importante successo, altre hanno accorciato ma senza fare bottino pieno, altre ancora non ne hanno approfittato.

L’Osgb Sesto, che occupava il secondo posto in classifica, aggancia la vetta ma non riesce nel sorpasso poiché impatta 2-2 sul campo del Libero Sport Rosateunited. Pareggio tutto sommato giusto per quello che si è visto sul terreno di gioco, anche se entrambe le squadre hanno motivi per rammaricarsi. Gli ospiti perché hanno sprecato un’altra chance di andare in testa dopo il 3-3 nel recupero contro la Baita; i padroni di casa perché hanno pareggiato per la sesta volta nelle ultime otto gare, facendosi ancora rimontare da una situazione di vantaggio. I biancoverdi, infatti, si portano sull’1-0 con Esmeal, ma vengono raggiunti da Battimelli, che sugli sviluppi di una rimessa laterale coglie impreparata la difesa avversaria e fa 1-1. Poco prima dell’intervallo Catania rimette avanti i locali, ma i biancorossi non mollano e nella ripresa agguantano nuovamente il pari con un calcio di punizione di Sartori. 

Non guadagna nemmeno un punto l’Aso S. Rocco, che dopo due ottime prestazioni nei derby contro Baita e S. Francesco in Monza crolla inspiegabilmente tra le mura del S. Domenico Savio con un perentorio 8-2. I ragazzi di mister Cusini offrono la peggior prestazione della stagione e non entrano mai in partita; sono lenti, disuniti, con poco mordente e vengono sovrastati da un avversario che dimostra grinta e organizzazione tattica. La formazione di Via Olivieri si lascia così alle spalle il pesante ko contro la Coc, ritrova una vittoria che mancava da un mese e mezzo e muove una classifica che la vedeva penultima. 

Chi non si lascia scappare l’opportunità di ridurre il gap dal vertice è il S. Francesco, che davanti al proprio pubblico si impone al fotofinish sulla Poscar Bariana. Il match è molto combattuto fin dall’avvio e ciascuna delle due compagini cerca di sfruttare al meglio le proprie armi: i padroni di casa puntano sulla corsa e su una solida organizzazione tattica, gli ospiti sulla fisicità e sulla grinta. Bomber Fatiga porta in vantaggio i biancazzurri e Sasso realizza l’1-1 su calcio d’angolo. Nella seconda frazione la squadra di Monza comincia con il piede sull’acceleratore e grazie a Zenoni e al secondo centro di Sasso va avanti 3-1. La Poscar ha bisogno di forze fresche e dalla panchina pesca benissimo, perché il subentrato Vanini fa doppietta e riapre i giochi. Nel recupero, quando la sfida sembra ormai destinata a concludersi in parità, Cazzaniga sigla il definitivo 4-3 su calcio piazzato e fa festeggiare i suoi.

Bottino pieno anche per la Cerbattese, che stende Libera per 5-2 e ritrova il successo dopo un mese. L’approccio alla gara da parte degli arancioneri è impeccabile: prendono subito in mano le redini dell’incontro, macinano gioco e creano occasioni a ripetizione. Il frutto di questo predominio territoriale sono le marcature di Grittini, Riccardo Zanoni (doppietta), Bribiglia e Piroli e il passivo potrebbe anche essere più ampio se i locali fossero più cinici sotto porta. Negli ultimi 5’, con orgoglio, Beretta e compagni si gettano in attacco per trovare almeno il gol della bandiera e segnano le reti che fissano il punteggio sul definitivo 5-2.

Chiudiamo con un match importante in zona playout: quello tra Osds e CIM Lissone. I gialloblu volevano una vittoria che mancava dal 20 ottobre; i biancazzurri intendevano dare seguito ai risultati positivi ottenuti contro Bee Sport e Poscar e mettersi così alle spalle una volta per tutte il difficile avvio di stagione. Gli ospiti hanno la giusta grinta e il giusto piglio, ma pagano a caro prezzo la stanchezza delle due partite infrasettimanali e alcune disattenzioni difensive, soprattutto in occasione delle palle inattive. La formazione di mister Fazio, allo stesso tempo, dimostra grande cinismo ed esperienza e, con autorità, conclude la prima frazione su un rassicurante 3-0. Nella ripresa i ragazzi di Lissone incassano il poker, ma non smettono di fare il proprio gioco e dopo aver fallito numerose opportunità riescono finalmente ad andare a segno con il solito Tritto. Sfiorato il 4-2 che avrebbe potuto accendere gli ultimi minuti, la CIM subisce su calcio d’angolo il 5-1 che fa calare il sipario sulla sfida. Per l’Osds sugli scudi Caligiuri, autore di una tripletta, e Oliva, autore di una doppietta. 

Non disputato a causa dell'impraticabilità del campo l'incontro tra Sporting C.B. e Coc A.

di Luca Pellegrini

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok