CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

La capolista corre. Le inseguitrici tengono il passo

In coda vittoria fondamentale della Poscar sul Savio. 3-3 tra CIM e Baita

La 12ª giornata del Girone D, che va in scena al completo come accaduto solo altre due volte da inizio stagione, si apre giovedì sera con la sfida tra CIM Lissone e Baita B. Il match è entusiasmante e ricco di emozioni per tutti i 50’. A passare in vantaggio sono gli arancioneri grazie a Lungarotti, che approfitta di un errore in disimpegno della retroguardia avversaria. I ritmi sono alti e i capovolgimenti di fronte continui; se i biancazzurri hanno più volte l’occasione per pareggiare, i ragazzi di Monza sprecano almeno un paio di chance clamorose per il raddoppio. Ad inizio seconda frazione, nel giro di 2’, i padroni di casa ribaltano incredibilmente tutto con Della Bitta, che finalizza due ottime azioni corali e punisce una disattenta difesa ospite. Il risultato (e l’equilibrio) resiste fino a 5’ dal termine, quando si ha l’ennesimo colpo di scena: prima Cosattini con uno splendida serpentina e poi Lungarotti con una zampata su rimessa laterale siglano il 2-3 per la Baita. La CIM Lissone tenta il forcing, ma la traversa ferma Ornaghi e sembra spegnere ogni speranza. Questa partita però non finisce mai e all’ultima azione Citterio sfrutta il terzo assist di giornata di Tritto per fare 3-3.

Combattuta solo per un tempo, invece, la gara tra Coc e Libero Sport Rosateunited. I primi 25’ sono per cuori forti: i biancoblu vanno subito sotto 0-1 (sigillo di Bertoni), rimontano portandosi sul 2-1, subiscono il 2-2 di Esmeal, vanno di nuovo in vantaggio, ma per la seconda volta si fanno raggiungere da Esmeal. Nella ripresa il Libero Sport smette di giocare e i ragazzi di mister Basile assumono il controllo dell’incontro, andando in rete altre tre volte e chiudendo il match sul 6-3. Protagonisti assoluti Grossetti (autore di un poker) e Valente (doppietta).

Vince non senza fatica l’Aso S. Rocco, che si riscatta dopo la pessima prestazione di settimana scorsa e supera 3-2 uno Sporting C.B. combattivo, ma in crisi di risultati. I gialloblu iniziano bene e realizzano lo 0-1 su calcio di punizione, ma la compagine monzese stavolta non si scompone e ribalta le sorti della contesa con Gaiani e Valusio. Le opportunità per il 3-1 non mancherebbero ai locali, ma un po’ per imprecisione e un po’ per gli ottimi interventi del portiere di Buccinasco il colpo del ko non arriva. Ad arrivare, come capita spesso in questi casi, è allora il 2-2 (ancora su calcio piazzato). L’Aso S. Rocco, però, non molla e trova il definitivo 3-2 con Marco Bertelle. 

Stesso punteggio tra Poscar Bariana e S. Domenico Savio, in un’altra sfida molto tirata. Cominciano meglio gli ospiti, che vanno avanti su punizione e conservano lo 0-1 fino al riposo. A metà della seconda frazione i biancazzurri mettono a segno un uno-due micidiale: prima Fatiga, bravo a insaccare un pallone rimasto in area, e poi Arena, con un pregevole tocco sotto misura, fanno 2-1. Il Savio però non demorde e su rigore acciuffa la parità. A 5’ dalla fine, mister Emanuele si gioca la carta vincente: dentro capitan Veneruso, che crea scompiglio sulla fascia e serve palle gol a ripetizione a Fatiga. Il bomber di casa, dopo aver sprecato alcune opportunità non da lui, trova lo spunto giusto e realizza il 3-2 che chiude i conti.

Si decide nel finale anche Osgb Sesto - Cerbattese. Gli arancioneri partono fortissimo e in 10’ si portano sullo 0-2 grazie a Giannola e Bribiglia, ma all’intervallo i locali hanno già rimesso tutto in equilibrio. Nella ripresa continua il botta e risposta: la Cerbattese va due volte in vantaggio (prima con Giannola, poi con Riccardo Zanoni), ma in entrambi i casi si fa riprendere dal Sesto. All’ultimo minuto i biancorossi hanno la chance del clamoroso sorpasso, ma in contropiede incassano il 4-5 di Bribiglia che vale tre punti e quarto posto.

Altro match al cardiopalma quello tra Libera e Resurrezione. I padroni di casa sfornano probabilmente la miglior prestazione della stagione a livello di organizzazione, concentrazione e gioco espresso, ma nella prima mezzora la capolista è spietata e va avanti 1-4 grazie a Granza Rudy, Granza Rubens e alla doppietta di D’Urso. Negli ultimi 20’ gli ospiti crollano dal punto di vista fisico, mentre Libera trova la freddezza che le era mancata e accorcia fino al 3-4. Nel finale ci sono occasioni da ambo le parti, ma il risultato non cambia più.

Chiudiamo con il netto 0-3 del S. Francesco tra le mura del Bee Sport. La squadra di Monza approccia la partita nel migliore dei modi e la sblocca a metà del primo tempo con Cazzaniga. Nei secondi 25’ la gara si ferma per più di mezz’ora a causa del brutto infortunio occorso a Marrazzo (che speriamo di rivedere il più presto possibile sui campi); alla ripresa del gioco, i suoi compagni, al posto di demoralizzarsi, mostrano ancora più grinta e calano il tris con Caniglia e Zuin.

di Luca Pellegrini

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok