CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

La Resurrezione cade a Sesto: è doppio sorpasso!

Cerbattese e S. Francesco sfruttano l’assist dell’Osds e mettono la freccia

Se la scorsa giornata non aveva regalato grosse sorprese né per quanto riguarda i risultati né in riferimento alle dimensioni dei punteggi, lo stesso non si può dire per la 4ª di ritorno.

Cominciamo dalla partita andata in scena a Sesto S. Giovanni tra OSDS e Resurrezione. La capolista, seppur con solo sette uomini a disposizione, approccia la sfida in modo arrembante e gioca a ritmi molto elevati. Tuttavia, un po’ per le numerose occasioni sprecate e un po’ per le dimensioni del campo (che poco si adattano alle caratteristiche fisiche e tecniche della squadra), D’Urso e compagni non riescono a prendere il sopravvento. Il primo tempo si conclude così sul parziale di 0-1 (timbro di Rudy Granza) e ogni verdetto viene rimandato alla seconda frazione. In avvio di ripresa il copione non sembra cambiare, con la Resurrezione che crea tanto, ma che non mette a segno il gol della sicurezza. Col passare dei minuti, allora, sale in cattedra l’OSDS, che inizia a trovare la chiave per impensierire gli avversari: lanci lunghi che sfruttino la fisicità degli attaccanti e che, allo stesso tempo, costringano gli ospiti a schiacciarsi. L’1-1 arriva inevitabile e pare il preludio alla rimonta, ma passa pochissimo e Rudy Granza realizza doppietta personale e 1-2. Nonostante il gol subito nel proprio miglior momento, i padroni di casa dimostrano tutta la propria esperienza, non perdono la lucidità e agguantano nuovamente il pareggio. Sul 2-2, la Resurrezione prova a raccogliere le ultime forze per rimettere la testa avanti, ma a sorpresa incassa il 3-2 in seguito ad una sfortunata autorete. I gialloblu a quel punto si chiudono a difesa dell’insperato vantaggio e rendono vano il forcing degli avversari.

Sorprendente non tanto nel risultato quanto piuttosto nel punteggio l’incontro tra S. Francesco in Monza e Libero Sport Rosateunited. La prima frazione è molto combattuta, con le due compagini che, nonostante le molte assenze, si affrontano a viso aperto dando vita ad una gara vibrante. I locali, desiderosi di vendicare il pesante ko dell’andata, passano con Caniglia, ma vengono raggiunti quasi subito da Catania. Cazzaniga riporta avanti i monzesi, ma i biancoverdi non stanno certo a guardare e prima dell’intervallo colpiscono due legni. Nella ripresa ci si aspetta che la partita rimanga combattuta, ma, inspiegabilmente, il Libero Sport esce dal campo e non oppone resistenza alle scorribande dei padroni di casa, che ne approfittano andando in rete per ben sei volte. A prendersi la scena è il numero dieci Cazzaniga, che dopo il sigillo del primo tempo ne realizza altri quattro, completando una strepitosa cinquina. Completano il festival del gol Zenoni e Zuin, che fissano il parziale sul definitivo 8-1. E se per gli ospiti si tratta forse di una punizione fin troppo severa, per il S. Francesco è una vittoria che oltre a dare fiducia regala anche il primo posto (con una gara in meno).

Primo posto che non è in solitaria, ma in coabitazione con la Cerbattese, tornata vittoriosa dalla trasferta contro la Baita. Bribiglia e compagni partono forte e in 10’ vanno sullo 0-2 grazie alla doppietta di Tunesi, che finalizza due ottime azioni corali. Nonostante l’uno-due, la sfida rimane apertissima, con diverse occasioni da una parte e dall’altra. Gli ospiti sprecano un paio di buone chance per il tris e, come spesso accade nel calcio, ad andare in rete sono gli avversari, che tra la fine della prima frazione e l’inizio della seconda salgono in cattedra e rimettono tutto in parità (centri di Meli e Civati). La Cerbattese però non subisce il contraccolpo e con Strada e Bribiglia si porta sul 2-4, tagliando le gambe ai monzesi. Questi ultimi riescono ad accorciare le distanze poco prima del triplice fischio con Lungarotti, ma il tempo per cercare il 4-4 non c’è.  

Trasferendoci in zona playout, si dividono la posta in palio San Domenico Savio e Sporting C.B. Entrambe bisognose di un successo per risollevarsi in classifica, le due squadre non vanno oltre l’1-1, conquistando il classico punto che non fa male a nessuno, ma che serve a ben poco nella bagarre salvezza.    

Concludiamo con la goleada del Bee Sport, che travolge 8-0 l’Osgb Sesto (cui la vittoria manca addirittura dal 24 novembre) e rimane in corsa per un posto ai playoff.

Chiuderanno la 4ª giornata CIM Lissone - Libera, in programma giovedì, e Poscar Bariana - Coc, in programma venerdì.

 

di Luca Pellegrini

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok