CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Si chiude la fase a gironi: al via i quarti di finale!

Intervista ad uno dei giocatori qualificatisi al turno successivo

Dopo cinque entusiasmanti giornate, il torneo di NBA2K20 giunge alla fase ad eliminazione diretta. Ieri, infatti, si sono disputate le ultime gare utili a determinare una volta per tutte la classifica dei due gironi e, di conseguenza, il tabellone dei quarti di finale.
Il Girone A è stato senza dubbio il più equilibrato. A conquistare il primo posto è stato Simo1999Milan (Simone Lucia, dell’Osa Sesto S. Giovanni), che ha ottenuto 4 vittorie su 5 partite. Stesso ruolino di marcia per Sirbobby_98 (Roberto Gallini, della Spes), che si è dovuto accontentare della seconda piazza a causa di una peggior differenza punti. Completa il gradino del podio Furgi6388 (Davide Furgeri, dell’Orpas), distanziato di 3 lunghezze dalla coppia di testa. A strappare un posto al turno successivo sono stati anche Straat85 (Marco Mensi, dell’Osber), che ha chiuso a 6 punti, e la coppia Jemaqui (Jaysson Aquino, dell’Orpas) - Mario97701 (Mario Errante, del S. Filippo Neri), a quota 3.
È stata una corsa a due, invece, il Girone B. Decisivo per la classifica lo scontro diretto tra Edoceck1 (Edoardo Cecchetto, della Kolbe) e Leadstefano1999 (Stefano Rosa, del Precotto), con il primo che ha vinto match e raggruppamento; entrambi, comunque, si sono guadagnati un posto tra i migliori 8 che si contenderanno il titolo.  
Che emozioni ci regaleranno i quarti di finale? Chi continuerà la propria cavalcata? 
 
 
La voce dei nostri Players!
 
Di seguito, ecco le parole di Simone Lucia (dell’Osa Sesto S. Giovanni), che al termine della 5ª giornata ci ha raccontato come sta andando il suo torneo.
 
Ciao Simone! Complimenti per il passaggio del turno e per il 1° posto nel girone! Quali sono le tue impressioni sulla prima fase del torneo e sulle partite disputate?
 
“Devo dire che i ragazzi del mio girone erano tutti molto competitivi. Nonostante io abbia vinto un paio di partite con un divario di molti punti, la differenza di valori è sempre stata molto sottile; credo di essere stato bravo a sfruttare i momenti di “blackout” dei miei avversari, in cui in magari faticavano a costruire buone azioni, a tirare con efficacia o a difendere al meglio. Nel complesso devo dire che sono molto soddisfatto di come sono andate queste cinque giornate!”
 
Su cosa pensi di dover migliorare per arrivare fino in fondo?
 
“In alcuni momenti giro male la palla o mi intestardisco nel provare sempre la stessa giocata. Se riesco a non perdere lucidità per tutta la partita, però, so di essere molto difficile da battere!”
 
Ti affidi sempre alla stessa squadra o cambi a seconda delle gare?
 
“Cambio di partita in partita. Spesso mi metto d’accordo prima con il mio avversario per evitare che, scegliendo squadre con valori molto diversi, nascano sfide a senso unico. Se non troviamo un “accordo”, allora io scelgo la mia squadra, vedo cosa sceglie il mio avversario e cerco di capire se il match possa essere equilibrato; in caso negativo, cambio.”
 
Ma hai delle squadre preferite?
 
“Assolutamente sì! Ci tengo a precisare che sono un grande tifoso Heat, ma quando gioco alla PlayStation mi piace usare Philadelphia e Los Angeles Lakers, perché mi trovo molto bene con giocatori fisici e/o aggressivi a rimbalzo.”
 
Oltre alle squadre, ti piace anche cambiare la formazione in campo, apportando modifiche particolari al quintetto o alle tattiche? 
 
“Solitamente lascio la formazione così com’è, senza particolari accorgimenti. Poi, in base a come va la partita, magari correggo il tiro. Ad esempio, se c’è un giocatore avversario che mi sta dando particolari noie gli aumento la pressione raddoppiandolo.”
 
Ultimissima domanda: arrivato a questo punto è naturale chiederti il tuo obiettivo. Dopo aver vinto il girone, credi alla vittoria finale?
 
“Non conosco i ragazzi dell’altro girone. Mi godrò il torneo di partita in partita come ho fatto fino ad ora, senza particolari pressioni. Poi come andrà, andrà.”
 
 
Di Luca Pellegrini
Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok