CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Milano

Apple Store Google Play Instagram YouTube Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

Anno nuovo, tempo di bilanci e... pagellone CSI!

Ecco i giudizi e i voti della nostra redazione sui primi 3 mesi di stagione

PRECOTTO: 9,5

1° posto, 10 vittorie su 11 gare e cavalcata verso il titolo che anche quest’anno sembra inarrestabile. Fa impressione un dato: escludendo i 3 set concessi all’Aurora Milano nell’unica sconfitta stagionale, hanno perso solo 2 parziali in tutte le restanti 10 giornate. Insomma, cambiano avversari e giocatori in campo, ma il Precotto è sempre la squadra da battere. Diamo 9,5 solo perché manca ancora il girone di ritorno 

 

CACHI: 9

L’anno scorso da neopromossi sono riusciti a mantenere la categoria. Quest’anno, grazie ad una crescita esponenziale, sono diventati la concorrente principale del Precotto e stanno cercando di rimanere aggrappati ai campioni in carica. Peccato per il passaggio a vuoto all’ultima giornata contro Zeronovanta che macchia un girone d’andata praticamente perfetto.

 

ZERONOVANTA: 9

Se i Cachi si meritano 9 perché stanno provando a dare del filo da torcere al Precotto dopo un solo anno di ambientamento in Eccellenza, Zeronovanta non è da meno: primo anno nella massima categoria e 3° posto al giro di boa. Vera e propria sorpresa del campionato e con un reparto d’attacco da fare invidia alle formazioni più veterane, si prepara ad affrontare un girone di ritorno nel quale proverà a difendere un posto sul podio

 

AURORA MILANO: 7,5

L’obiettivo stagionale era chiaro: migliorare il piazzamento dell’anno scorso, che i biancorossi avevano chiuso a 4 lunghezze dalla terza piazza. Nonostante il massiccio turnover in tutte le gare, Benzi e compagni sono a -3 dal podio (in piena corsa per raggiungere il traguardo desiderato) e si sono anche tolti la soddisfazione di battere la corazzata Precotto

 

ZERONOVE ZEN: 7-

Non la solita Zeronove quella di quest’anno, che fatica a trovare continuità e ad imporre il proprio gioco contro le big. 4 ko in 10 partite sono troppi e il Precotto è troppo lontano per sperare di esserne gli antagonisti come nella passata stagione. Nonostante gli alti e bassi, tuttavia, quello che conta è la classifica e loro si confermano tra le big, a -3 dalla medaglia d’argento 

 

NEW S. LORENZO NSL: 6,5

La rivoluzione a livello di organico e alcuni infortuni hanno fatto partire la squadra di Trezzano con il freno a mano tirato, ma dopo aver preso le misure i biancoverdi sono tornati sui loro ritmi e hanno iniziato a scalare posizioni. Staremo a vedere se nel girone di ritorno saranno capaci di salire ancora o chiuderanno a metà classifica 

 

POL. CARUGATE: 6,5

Da neopromossi, l’obiettivo naturale era conservare la categoria. Per ora si giocherebbero i playout, ma la salvezza diretta è vicina e la loro prima parte di stagione non può che ritenersi positiva. Hanno ampi margini di miglioramento e nel girone di ritorno possono fare ancora meglio, magari mettendo il bastone tra le ruote a qualche big 

 

POLISPORTIVA TRI SSDRL: 6+

La differenza rispetto al piazzamento dell’anno scorso non è molta, ma con la nuova formula del campionato la classifica dice che sono a pari punti con la Pol. Carugate che oggi prenderebbe parte ai playout. È vero che devono recuperare qualche gara, ma è evidente che ci sia stato un calo. Pagano sicuramente gli infortuni e l’eccessiva discontinuità, che ha fatto alternare loro belle vittorie a prestazioni non all’altezza delle loro qualità. Nel girone di ritorno servirà più costanza 

 

S. GIORGIO LIMITO: 6

Anche quest’anno mettono in mostra un buon reparto difensivo e una fase d’attacco che a volte tradisce, soprattutto nei momenti più importanti dei match. Probabilmente la salvezza passerà dai playout, ma hanno sicuramente le potenzialità per uscirne indenni. Di sicuro però nella seconda metà di stagione ci aspettiamo un cambio di passo 

 

BLUE DEVILS MILANO VOLLEY: 5.5

Avvio molto complicato per la squadra di Corsico, che nonostante le buone individualità fatica a trovare continuità. Tre vittorie sono troppo poche per una squadra che da anni calca i campi dell’Eccellenza e da quest’anno c’è anche lo spauracchio dei playout. La sosta sarà servita per ricaricare le batterie e ritrovare spirito e motivazioni?

 

S. MASSIMILIANO KOLBE: 5

Capitan Verdura e compagni hanno fatto parecchia fatica in questi primi mesi, ostacolati da una rosa molto corta e dai numerosi infortuni. Il traguardo, vista la situazione, non può che essere la salvezza, ma devono arrivare punti al più presto per mettere al sicuro quantomeno un posto ai playout ed evitare la retrocessione diretta. Il 3-2 contro l’Aurora Milano dev’essere la base da cui ripartire

 

MILLENNIUM BUG .IT: 5

Neopromossi, stanno mostrando non poche difficoltà nell’adattarsi ai ritmi della categoria. La prima e unica vittoria del loro campionato arriva al tiebreak all’ultima gara di dicembre; non resta che augurarsi che sia il primo passo per un 2020 diverso, con l’obiettivo magari di strappare un posto ai playout

 

Di Alice Fanelli

Eventi, Attività, News

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok